Beko HS210520 – Recensione

Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

Principale vantaggio

Pur essendo in classe A+, i consumi sono contenuti e si assestano intorno a 177 kWh, se usato in maniera attenta.

 

Principale svantaggio: 

La capacità effettiva di mantenere inalterata la temperatura interna è inferiore rispetto a quella dichiarata dal produttore. Quindi è bene fare attenzione in caso di calo di corrente e verificare l’effettivo stato degli alimenti conservati.

 

Verdetto: 9.8/10

Piccolo di dimensioni ma parecchio soddisfacente in quanto a prestazioni e capacità di contenere tanti alimenti diversi, abbattendone la temperatura in tempi brevi. È presente la funzione di fast freezing per far scendere più in fretta la temperatura quando si deve fare un carico abbondante tutto in una volta. Si posiziona facilmente dove serve anche grazie al peso contenuto e alla possibilità di essere spostato senza troppo sforzo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Capienza nella media e sufficiente a rispondere alle esigenze di una famiglia

Sono 104 litri di capacità netta che danno la possibilità di gestire il contenuto del congelatore in modo da rispondere alle necessità di una famiglia di medie dimensioni. Una soluzione che dà modo di fare scorte e poter conservare diversi tipi di alimenti al meglio. È un quattro stelle, quindi perfetto per congelare gli alimenti e mantenerli nella condizione ottimale a lungo e senza alternarne le caratteristiche organolettiche.

Ha forma a pozzetto, quindi tutto quello che deve essere messo all’interno deve essere gestito in maniera attenta per evitare di perdersi sommerso da quello che viene riposto in seguito. Un cestello di piccole dimensioni consente di mettere in bella vista gli elementi più piccoli da avere subito a portata di mano.

 

Buona resa in termini di consumi e autonomia

Si classifica in classe energetica A+, quindi non il massimo in termini di ottimizzazione dei consumi ma comunque sufficiente a garantire un buon compromesso tra costi e benefici.Infatti le stime si assestano intorno a 177 kWh l’anno, un consumo che non comporta un grosso dispendio economico vista la buona prestazione in bolletta. Specie se si considera la capacità da 104 litri netti, si comprende che è possibile conservare parecchia quantità e varietà di alimenti per gestire al meglio le proprie scorte.

Se usato in maniera oculata la resa è quindi parecchio interessante e l’impatto dei consumi sulla bolletta è sostenibile. Lo stesso produttore consiglia di evitare di aprire troppo spesso lo sportello superiore per limitare lo scambio termico con l’esterno. In questo modo riesce a mantenere a lungo la giusta temperatura all’interno anche in caso di blackout, un’evenienza che il congelatore Beko riesce ad affrontare dignitosamente almeno per 10 ore consecutive. 

Anche se l’azienda dichiara una maggiore autonomia, è bene considerare alcune variabili come la temperatura ambiente, la posizione che occupa il congelatore e quanto è carico in un determinato momento.

Funzione extra frost

Si tratta di una possibilità in più che offre il congelatore per abbattere in fretta la temperatura all’interno per congelare in fretta gli alimenti freschi. Il produttore ne sconsiglia l’uso se si inseriscono solo due chili di alimenti freschi al giorno, quindi è possibile usare in maniera attenta il freezer per migliorarne le prestazioni.

Ogni volta che si aziona il motore per abbassare la temperatura all’interno si registra un aumento dei consumi che invece rimangono fermi quando il motore è in standby. Il motore è molto silenzioso anche quando è in funzione e attiva la ventola per il raffreddamento. Quindi non ci sono grosse limitazioni nella scelta della sua posizione: anche vicino la camera da letto non dà noia.

 

Compatto e facile da gestire

Il congelatore a pozzetto Beko si caratterizza per le dimensioni contenute e la facilità di essere collocato dove serve. L’apertura in alto permette di ottimizzarne l’ingombro a patto di lasciare spazio dietro per il corretto passaggio dell’aria. È un elettrodomestico freestanding, quindi trova posto ovunque risulti più comodo ma è importante che sia posizionato lontano da fonti di calore, cioè fornelli, finestre esposte al sole o termosifoni.

I piedini alla base ne facilitano lo spostamento con un attrito minimo a terra e così diventa semplice gestire il congelatore in maniera flessibile.

 

Comandi sul retro

I comandi per la gestione del congelatore e delle sue funzioni sono posizionati sul retro, quindi non comodissimi da raggiungere ma scompaiono perfettamente alla vista. Le indicazioni per il funzionamento sono piuttosto chiare e di fatto molto semplici da gestire, basta solo aspettare che il congelatore segnali con una luce led verde di essere pronto all’uso. 

La prima volta che si mette in funzione si dovrà aspettare un certo tempo prima di riempirlo e questo intervallo viene segnalato dalle luci corrispondenti. La manopola per regolare la temperatura del termostato è facile da manovrare e può richiedere un intervento rapido solo quando è necessario. 

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS