Braun Multiquick 1 MQ100 – Recensione

Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

Principale vantaggio:

Compatto e disegnato in modo da limitare gli schizzi quando viene usato direttamente nella pentola o, in genere, non all’interno del bicchiere graduato in dotazione.

 

Principale svantaggio:  

Il pulsante di avviamento non è così comodo come dichiara il produttore, infatti va tenuto pigiato di continuo e non è possibile riposare la mano.

 

Verdetto: 9.8/10

Uno strumento utilissimo in cucina, in grado di processare con finezza e precisione alimenti diversi grazie alla notevole potenza complessiva da 450 W. Il disegno della testa dotata di lame rotanti è pensato per garantire una omogeneizzazione uniforme e per limitare gli schizzi che si producono quando si processano i cibi ad alta velocità. Il prezzo è molto competitivo.  

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Robusto e affidabile

Il frullatore Braun raccoglie tanti consensi per via della sua struttura solida e resistente che deriva anche dall’esperienza del marchio. Una soluzione presente sul mercato da tanto tempo ma che subisce continue modifiche e migliorie per diventare sempre più efficiente.

La tecnologia PowerBell, per esempio, è un brevetto in grado di simulare la miscelazione manuale ma a una velocità di certo più sostenuta e per questo più efficace su tutto il composto. Grazie alla speciale forma della testina dotata di lame rotanti, la miscelazione è migliore e più omogenea per un risultato migliore. Si ottiene quindi una purea compatta e della giusta densità, limitando la componente di prodotto non processato e la presenza di bolle d’aria all’interno. Anche se questo fattore varia in base a diversi fattori, primo tra tutti il grado di idratazione dei preparati. 

Ha uno speciale design che permette di limitare la forza del movimento impresso al preparato. Il risultato di questo particolare disegno della testa e delle lame limita gli schizzi incontrollati e , di conseguenza, le macchie in cucina.

Motore potente

Conta su un motore da ben 450 watt, potente abbastanza per lavorare con sicurezza su alimenti diversi da ridurre in purea. Di certo non è il più indicato per lavorare alimenti duri, al posto di un macinacaffè, per esempio. Ma rappresenta una perfetta soluzione per triturare e omogeneizzare zuppe, frutta cotta o cruda, vegetali più o meno fibrosi, senza surriscaldarsi.

La sua potenza è ben distribuita e quindi l’azione delle lame è decisa ed efficace. Non c’è una grossa dispersione di energia dal motore alle lame e per questo il movimento avviene senza affaticare troppo la macchina. Perfetto per l’uso quotidiano e per dare quel tocco in più alle preparazioni che altrimenti risulterebbero meno appetibili.

 

Dotazione

Il minipimer Braun non si caratterizza per la particolare complessità di funzionamento, non ha accessori speciali che lo possano trasformare in qualcosa di diverso. Da una parte, questo aspetto è rassicurante: ci si tranquillizza del fatto che farà bene il suo dovere, anche se solo quello di triturare e omogeneizzare i preparati a immersione.

È dotato di bicchiere graduato da 600 ml, una comodità in più che permette di lavorare con comodità su un supporto di certo pensato per essere compatibile con l’uso del minipimer. Il rischio, quando si usano bicchieri diversi, è di versare il contenuto perché non si ha a disposizione un contenitore adeguatamente proporzionato per lavorare bene con il minipimer. In questo modo, invece, è possibile inserire nel boccale le quantità adatte da processare e ottenere risultati perfetti e in poco tempo.

 

Facile manutenzione

A differenza dei modelli più economici, questo è pensato per essere facilmente smontato. Permette anche il lavaggio in lavastoviglie delle parti che non hanno elementi elettrici collegati. Quindi il gruppo con le lame si svita dal suo alloggiamento e si mette a lavare a macchina insieme a tutti gli altri utensili usati per la preparazione del pasto.

Una comodità in più che piace soprattutto per via della difficoltà di base nel lavare bene questo tipo di accessorio. Le dimensioni compatte della testa e la presenza delle lame affilate possono rendere rischioso lavare a mano il pezzo, meglio affidarsi a una macchina.

 

Caratteristiche tecniche

Il cavo del minipimer è abbastanza lungo, ben 1,2 metri che permettono di raggiungere la presa più vicina sul piano cottura e lavorare in libertà ovunque serva. Una caratteristica interessante perché amplia le possibilità d’uso di questo piccolo elettrodomestico.

È realizzato interamente in plastica, esente da BPA quindi idonea al contatto con alimenti caldi o bollenti, come nel caso si voglia frullare direttamente in pentola durante la cottura di zuppe e minestre. In acciaio inox sono realizzate le lame che sono particolarmente affilate.

Si sente la mancanza di un blocco di sicurezza per i bambini, infatti l’attivazione rappresenta il neo di questo elemento. Facile da accendere premendo un solo tasto, diventa poi faticoso tenerla in azione a lungo.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS