Le 5 Migliori Crepiere del 2022

Ultimo aggiornamento: 02.12.22

 

Piastra per Crepes – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Per chi cerca un suggerimento e non ha il tempo e la possibilità di dilungarsi tra i vari modelli di crepiere, ecco subito due tra i modelli più apprezzati dagli utenti: la Beper BT700Y è realizzata con materiali molto resistenti e garantisce ottimi risultati di cottura grazie alla potenza di 1.300 W che gli permette di raggiungere velocemente la temperatura impostata; segue la Severin CM2198, in grado di sfornare con facilità e in modo rapido crepes sottili e croccanti, ma più adatto a un uso di tipo domestico.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore piastra per crepes?

 

Uova, latte e farina per una merenda o un dessert che non ha prezzo ma fa impazzire tutti. Eppure come tutte le cose semplici, non sempre tutte le crepes riescono; non è raro che l’entusiasmo dei preparativi sia frenato da un’attrezzatura non adatta allo scopo. Ecco perché decidersi all’acquisto di una crepiera può fare la differenza.

 

Potenza e uso dell’elettrodomestico

Sarà opportuno scegliere in primo luogo in base all’uso che s’intende fare dell’elettrodomestico. L’esposizione prolungata all’alta temperatura della resistenza necessiterà una potenza di almeno 3 kW nei modelli a uso professionale, mentre quelli domestici che si prestano a un uso meno intensivo saranno adeguati anche con 1 kW.

Confrontando i prezzi noterai come le diverse case produttrici propongano soluzioni diversificate per rispondere a esigenze specifiche. Tutto questo ti sembrerà più chiaro confrontando le diverse recensioni in classifica.

Se la tua intenzione è quella di ampliare il menù del tuo locale avrai di certo bisogno di contare su un dispositivo capace di reggere meglio l’uso intensivo. Un modello più semplice, e di conseguenza più economico, sarà l’ideale se le crepes sono lo stratagemma per far mangiare le uova ai tuoi figli in modo creativo e goloso.

 

Materiali della piastra

La piastra è il nucleo centrale della crepiera, il diametro ampio, a volte anche di 30 cm è necessario per stendere uno strato sottilissimo di pastella che cuoce in pochi istanti restando elastica e prestandosi alle diverse preparazioni con i vari condimenti.

Il materiale più adeguato in questo caso è la ghisa: di per sé resistente alle altissime temperature, diventa antiaderente con un filo d’olio strofinato al momento con un fazzoletto. La ghisa può essere lavorata o smaltata a seconda del contesto che deve servire, professionale o domestico.

Un’alternativa è rappresentata dall’alluminio che deve essere rivestito da uno strato di materiale antiaderente, di solito il teflon. Quest’ultima è la soluzione più comune per gli elettrodomestici da usare in casa.

 

Attrezzi in dotazione

Sul mercato la concorrenza è ampia, così la migliore marca sarà di certo quella che offre al cliente quell’attenzione in più arricchendo la dotazione di accessori inclusi nella confezione d’acquisto.

La guida alla scelta dei giusti elementi deve considerare anche la tua abilità tra i fornelli. La spatolina indispensabile per stendere il velo sottilissimo di pastella richiede anche una certa scioltezza del polso, per questo la presenza di altri accessori per distribuire eventuali eccessi sono graditi, almeno fino a quando non si acquisisce la necessaria destrezza.

La presenza di un dosatore con cui misurare sempre la stessa quantità d’impasto è un dettaglio in più, non indispensabile, ma che non dispiace avere per essere certi di fare crepes sempre della stessa dimensione.

 

Le 5 Migliori Crepiere – Classifica 2022

 

Amanti delle cene in famiglia? Vi piace deliziare i vostri ospiti con prelibatezze sempre originali e diverse? E cosa c’è di meglio di preparare mille crepes, una tira l’altra? Troppe domande? Ecco le nostre proposte: i nostri consigli d’acquisto su quale crepiera comprare, per facilitare la comparazione tra le offerte più interessanti.

 

 

1. Beper Crepiera Elettrica con Rivestimento Antiaderente Mod. BT700Y

Principale vantaggio:

Le performance di cottura offerte dalla crepiera elettrica Beper sono di ottimo livello grazie alla possibilità di poter selezionare la temperatura ideale fra diversi livelli. A ciò va aggiunta la dotazione di una piastra in teflon antiaderente che garantisce una distribuzione uniforme del calore, evitando che le crepes si attacchino al fondo.

 

Principale svantaggio:

La dotazione si è rivelata abbastanza scarna visto che, oltre alla spatola in legno per stendere l’impasto, non sono presenti altri accessori aggiuntivi che sarebbero tornati utili nelle varie preparazioni culinarie.

 

Verdetto 9.8/10

In virtù dell’ottimo rapporto qualità/prezzo, riteniamo che sia una delle migliori soluzioni proposte dal mercato per quanti si accingono ad acquistare per la prima volta un elettrodomestico del genere e non debbano farne un utilizzo professionale. Pratica ed efficiente, ha dalla sua anche un design ben curato e poco ingombrante che le permette di adattarsi senza problemi a qualsiasi tipo di contesto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Potenza e struttura

Quando si decide di acquistare una nuova crepiera la prima considerazione da fare riguarda la tipologia di prodotto che possa rispondere al meglio alle proprie esigenze culinarie. Se siete stufi di utilizzare la tradizionale padella per crepes, che richiede un minimo di esperienza e una buona manualità per ottenere risultati di cottura ottimali, vi suggeriamo di optare per un modello elettrico come questo proposto dall’azienda italiana Beper. È dotato di una piastra rotonda dal diametro di 30 cm interamente realizzata in teflon, un materiale antiaderente che conduce il calore in modo eccellente, permettendone la distribuzione uniforme su tutta la superficie di cottura.

Nonostante le dimensioni generose, il corpo macchina vanta un design gradevole e compatto che gli permette di adattarsi a ogni esigenza di spazio senza comportare un ingombro eccessivo, potendo fare affidamento su un pratico vano avvolgicavo che lo rende facile da riporre in qualsiasi pensile o scaffale.

Un altro punto di forza del modello lo abbiamo riscontrato nella potenza di 1.300 watt, un valore abbastanza elevato che permette di realizzare crepes e piadine ben cotte in tempi abbastanza rapidi. Certo, non rientra tra gli elettrodomestici più tecnologici e all’avanguardia della sua categoria, ma visto il prezzo vantaggioso e l’eccellente qualità costruttiva vale la pena prenderlo in considerazione in vista di un potenziale acquisto.

Controllo della temperatura

Che non si tratti di un apparecchio professionale è chiaro fin da subito, in particolare lo si intuisce dalla scarsa dotazione di accessori e dall’assenza di piastre aggiuntive suddivise in stampi, solitamente presenti nei modelli appartenenti a una fascia di prezzo più alta. Tuttavia ne consigliamo l’acquisto, oltre che per il convincente rapporto qualità/prezzo, anche per la possibilità di poter regolare la temperatura di servizio a piacimento, sfruttando il termostato a manopola situato nella parte frontale dell’apparecchio.

Nello spulciare tra le recensioni pubblicate dagli utenti, abbiamo notato che in molti si sono avvicinati a questa crepiera con non pochi dubbi in merito alle sue prestazioni di cottura. Ciononostante, gli stessi acquirenti si sono dovuti felicemente ricredere nel riscontrare, alla prova dei fatti, che il modello permette di ottenere una cottura uniforme degli impasti già solo sfruttando la temperatura intermedia.

 

Accessori e pulizia

A riempire di soddisfazione gli utenti è stata anche la praticità di pulizia della piastra, visto che il rivestimento antiaderente impedisce alla pastella di attaccarsi alla superficie e permette di pulirla velocemente senza utilizzare utensili in metallo o spugne abrasive, che rischierebbero di graffiarla.

A deludere le aspettative è stato, invece, il pacchetto accessori incluso nel dotazione, che presenta come unico componente aggiuntivo solo una spatola in legno per stendere la pastella sulla piastra in modo uniforme, ma considerato il prezzo medio-basso del prodotto è una pecca su cui si può chiudere tranquillamente un occhio.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Severin 2198 CM2198, 1000 W

 

Ancora un altro oggetto per veri cultori della cucina sana e sfiziosa. Pochi ingredienti e facili da reperire, bastano latte, uova e qualche cucchiaiata di farina e in pochi minuti è pronto l’impasto per fare deliziose crepes da condire a proprio gusto, dolce o salato.

A fare la differenza ci pensa il giusto supporto dove cuocere una sfoglia sottile ed elastica in pochi minuti. Questa piastra si collega direttamente alla presa della corrente e in poco tempo raggiunge la temperatura desiderata, è possibile scegliere l’ottimo regolando il termostato in base alle proprie esigenze. Ha una potenza massima di 1000 watt, un consumo non proprio ridotto, ma proporzionale al tempo di impiego di pochi minuti per crepe. La superficie della piastra è ricoperta da materiale antiaderente, un’accortezza che renderà più longeva la piastra sarà passare un batuffolo appena imbevuto d’olio sulla piastra prima e dopo l’uso per migliorarne le prestazioni.

Essenziale nel design ma dotata di numerose funzionalità professionali, la crepiera Severin sarà la compagna ideale di cene in compagnia e golose merende per i tuoi figli.

 

Pro

Termostato: Sapendo quanto sia difficile lavorare con strati sottili di impasto, la possibilità di controllare la temperatura permette di creare le condizioni ottimali per ottenere la giusta consistenza.

Materiale: La piastra è rivestita da un materiale antiaderente, grazie al quale eviterai di aggiungere grassi durante la preparazione e, soprattutto, di spezzare la delicata superficie delle crêpe.

Velocità: Per non lasciarti in trepida attesa quando tu e i tuoi ospiti decidete di soddisfare il vostro desiderio goloso, la macchina è in grado di riscaldarsi in un tempo brevissimo.

 

Contro 

Risparmio energetico: La resistenza che costituisce il cuore della crepiera, pur garantendo un’ottima capacità riscaldante, comporta un elevato consumo di elettricità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Clatronic Crepes CM 3372

 

Piadine, crepes, pancake, mille ricette può ispirarci la nostra fantasia in cucina, ma qual è la migliore crepiera elettrica del momento? Noi abbiamo dato un bel voto a questo modello, vediamo insieme perché.

Il modello proposto da Clatronic ha un diametro di 29 cm, ideale per creare deliziosi manicaretti, ben conditi e di un certo effetto quando impiattati. Ha un rivestimento antiaderente per garantire che residui di cibo non si attacchino alla piastra carbonizzandosi e alterando la qualità delle preparazioni successive.

Funziona in maniera davvero semplice e intuitiva, il tasto on/off serve a mettere in funzione la resistenza, mentre la manopola frontale che si trova alla base dei semplici comandi, regola la temperatura della piastra in base alle esigenze di cottura delle pietanze, la spia verde indica che la piastra è pronta per essere usata. Funziona collegandola direttamente alla corrente, la presa in plastica isolata termicamente assicura che questa non si deformi a causa di un surriscaldamento dopo un uso intensivo. La pratica paletta a T in dotazione è comoda per stendere l’impasto in maniera liscia e uniforme.

Per arricchire la nostra guida per scegliere le migliori crepiere presenti sul mercato abbiamo scelto il nuovo modello del marchio Clatronic, che, nonostante il prezzo basso, è dotata di interessanti funzional

 

Pro

Materiale: La scelta di utilizzare un materiale antiaderente per la parte superficiale della piastra permette di far raggiungere all’impasto la consistenza ottimale, senza lasciare zone crude, né bruciarne altre.

Indicatori: Clatronic ha scelto di dotare la base della crepiera di due indicatori, di colore rosso e verde, che ti indicheranno che la macchina è accesa e quando la temperatura è adatta per versarci sopra l’impasto.

Diametro: Pensato per sfamare appetiti insaziabili, questo modello ha un diametro di quasi trenta centimetri, per preparare crêpe giganti.

 

Contro

Potenza: Secondo alcuni utenti, la resistenza elettrica non sarebbe abbastanza potente da garantire un riscaldamento rapido e perfettamente uniforme della piastra.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Princess 492227 Piadineria

 

Tra le migliori crepiere vendute online troviamo questo modello particolarmente interessante grazie alla superficie in ceramica a doppio strato per offrire buone performances di cottura senza aggiunta di grassi e che resiste all’usura al tempo.

Particolarmente facile da pulire con un panno umido dopo il suo utilizzo, questa crepiera non è molto ingombrante ed è facile da riporre nello scomparto delle pentole dopo il suo uso. Ha una potenza di 1100 watt, e una resistenza che automaticamente fa spegnere la piastra quando arriva a temperatura, in questo modo non c’è il rischio di bruciare nulla di quello che si sta cucinando. Si collega alla corrente tramite presa elettrica ed è subito pronta per essere usata, quando non serve basta staccare la spina e attendere il raffreddamento per dare una spolverata prima di riporla.

In dotazione insieme alla piastra c’è la pratica spatolina a T di forma particolarmente ergonomica per semplificare la stesura dell’impasto in modo omogeneo. Ma se state pensando di usarla per grigliare la verdura, non resta che provare!

Deliziosa nel suo design bianco e nero, la crepiera Princess è un modello anti-aderente e robusto, con una piastra di ottima qualità che ne consente un utilizzo versatile, anche con altri cibi.

 

Pro

Termostato: La funzione che piace agli utenti, perché rara da trovare, è il termostato che spegne la resistenza al raggiungimento della temperatura adatta alla cottura di una crêpe, evitando così il rischio di bruciarla.

Dimensioni: Oltre a un design esteticamente vincente, la macchina è stata realizzata con dimensioni estremamente ridotte, soprattutto in altezza, per essere comodamente riposta ovunque nella tua cucina.

Pulizia: Questo modello può essere lavato per una pulizia più profonda, ma il materiale antiaderente della piastra è talmente efficiente che una passata con panno umido potrebbe bastare.

 

Contro

Odore: I pareri di alcuni utenti hanno messo in evidenza un leggero odore sgradevole, che si svilupperebbe a partire dalla resistenza elettrica interna durante la cottura delle crêpe.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. G3 Ferrari Ferrari Crepiera C/Piatto Creppe G10306, 800 W

 

Concludiamo la nostra carrellata tra le piastre per crepes più vendute con questo modello Ferrari che farà contenti tutti.

Economica ma molto versatile, permette di preparare le crepes in pochi istanti senza dovere usare il mestolo o il dosatore. La piastra è pensata per essere direttamente intinta nell’impasto, una vera genialata se si pensa che solo la quantità veramente necessaria resterà attaccata alla piastra e non ci saranno problemi livellando o dosando la quantità ideale.

La forma arrotondata dei bordi insieme al diametro ridotto di 20 cm ci permette di preparare in pochissimi istanti crepes da prendere direttamente dalla ciotola, bassa e larga, in cui abbiamo messo a riposare il preparato. Un gran bel risparmio di tempo e che promette di far diventare le crepes il nostro prossimo piatto preferito da fare in un lampo.

L’attacco alla corrente consente di lavorare ovunque ci sia una presa e non solo in cucina. Quindi anche all’aperto durante i nostri party potremo stupire gli amici deliziandoli con golosissime crepes appena fatte.

Geniale nella progettazione, che si propone di abolire mestoli e cucchiai dosatori, la crepiera Ferrari ha un design accattivante di una padella panciuta e il vantaggio di funzionare a elettricità.

 

Pro

Cottura: Il metodo di cottura a dir poco rivoluzionario mette in pensione il celebre mestolo a T e le frustrazioni che ne accompagnano l’uso, soprattutto tra i principianti, grazie a una piastra che, immersa nell’impasto, ne fa attaccare solo la quantità necessaria a preparare una sottile crêpe.

Forma: Il manico in dotazione, che fa assomigliare la macchina a una padella, ha il duplice scopo di contenere l’interruttore di accensione e di permetterti di impugnarla saldamente durante la preparazione.

Sicurezza: Il fondo è dotato di piedini per mantenere stabile la crepiera durante la cottura dell’impasto e resistere alle manate di bambini e ospiti curiosi.

 

Contro

Cavo: Il cavo di alimentazione è stato segnalato come troppo corto da alcuni utenti, che hanno trovato difficoltoso l’inserimento della piastra all’interno della ciotola con l’impasto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lagrange Duo de crêpes

 

Cominciamo innanzitutto da come scegliere una buona crepiera professionale, proponendo questa che ci è sembrata la migliore piastra per crepes del 2022. La piastra si collega alla presa della corrente elettrica e in breve raggiunge la temperatura ideale per cuocere le crepes in pochi istanti. Ha dimensioni ragguardevoli, ben 35cm di diametro, che possono essere usati per l’intera superficie oppure, cambiando dose di impasto, regolata in base ai propri gusti.

In dotazione c’è anche una piastra adatta a cucinare contemporaneamente 7 crepes più piccole, per non fare arrabbiare nessuno durante l’attesa del proprio manicaretto.

Utensili e gadget arricchiscono l’offerta, lateramente una tasca permette di reggere il mestolo e i cucchiai durante la cottura, anche questi in dotazione con la piastra, insieme al pratico attrezzo per livellare l’impasto e stenderlo a regola d’arte sulla piastra rovente. La temperatura del termostato è regolabile, così da garantire una cottura veloce in base al tipo di preparazione che abbiamo in mente.

Per dare una risposta a chi cerca dove acquistare una crepiera che sia rapida nel riscaldamento ed efficiente nell’uso, Lagrange ha realizzato un modello professionale dall’alta versatilità.

 

Pro

Velocità: La piastra è stata progettata per riscaldarsi in un tempo brevissimo, in modo da non fare aspettare te e i tuoi ospiti affamati, oltre a essere fornita di termostato per regolare la temperatura.

Versatilità: Il modello è dotato di due piani cottura, uno con sette cavità a cerchio per chi vuole preparare più crêpe nello stesso momento e non è bravo a dare la forma all’impasto, e un altro liscio per far sbizzarrire gli utenti più esperti.

Accessori: Per offrire la massima comodità, la macchina è arricchita da accessori utili, come la vaschetta per riporre e avere sempre a portata di mano gli utensili da cucina e il mestolo per diffondere l’impasto sulla piastra.

 

Contro

Prezzo: Come prodotto di qualità, realizzato da un marchio famoso e molto versatile, questa crepiera ha un prezzo non tra i più economici, che si rivolge soprattutto a una clientela esperta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come usare una crepiere

 

Chi preferisce impiegare una crepiere per cucinare le proprie sottili sfoglie sa di poter contare su un valido alleato che risolve alla base alcune difficoltà che si incontrano nelle cucine casalinghe. Ecco come fare per sfruttare al meglio questo elettrodomestico.

 

 

I migliori risultati dopo alcune prove

Si sa che in cucina bisogna sopportare la delusione di fare qualche errore prima di conquistare la ricetta perfetta. Provare e riprovare, apprendendo dai propri errori, consente di affinare il palato e di scovare dosi e tempistiche ottimali per ottenere i risultati sperati. Anche la ricetta delle crepe richiede una certa dose di perseveranza, non sempre la combinazione di uova, latte e farina obbedisce a regole scientifiche di perfetta ripetibilità e le crespelle possono non essere sempre elastiche al punto giusto o saporite come si vorrebbe.

Rispettare alcune accortezze permette di migliorare i risultati e trovare una certa soddisfazione a prodotto finito quando si porta a tavola il risultato del proprio sforzo creativo.

 

Controllare ogni dettaglio

La tradizionale ricetta francese è presente nella nostra cucina da così tanto tempo che dell’originale se ne sono perse le tracce nelle infinite varianti che aggiungono, tolgono, sostituiscono alcuni ingredienti e le rispettive quantità. Chi avrà a cuore la salubrità del prodotto finito potrà renderlo più o meno leggero, aggiungendo o sostituendo grassi e simili. Anche i tempi di riposo dell’impasto incidono direttamente sulla resa di questo, la capacità della farina di impregnarsi degli ingredienti liquidi è un trucco impiegato spesso con grandi risultati. Ma come fare a servirsi al meglio della tecnologia disponibile?

La mancanza di bordi nella piastra della crepiere facilita la stesura della pastella nel sottilissimo strato che impiega una manciata di secondi per cucinarsi.

Anche la regolazione della temperatura è un aspetto importante che offre questo elettrodomestico di solito alimentato direttamente alla corrente con l’apposito cavo. Quando la piastra è calda al punto giusto, ma non incandescente, le uova dell’impasto si rapprendono all’istante staccandosi dalla superficie per essere facilmente cotte anche sull’altro lato.

 

 

La manutenzione corretta della crepiere

La superficie che si riscalda è disponibile in diversi materiali, può essere di ghisa oppure realizzata in materiali diversi e ricoperta di uno strato che la rende antiaderente. In questo caso è importante capire quale resistenza offre la base all’uso di utensili diversi. L’antiaderente soffre i graffi, è quindi importante non usare forchette o altre posate metalliche che potrebbero scalfirne a lungo andare lo strato superficiale. Oltre alla dispersione di materiali non alimentari nel cibo, la capacità della crepe di staccarsi in un lampo per essere cotta su entrambi i lati verrebbe meno e le prestazioni della crepiera cadere in maniera verticale.

La pulizia attenta dei residui di impasto evita che al successivo utilizzo questo possa continuare a cuocere e carbonizzarsi. Oltre a essere sgradevole alla vista, il cibo bruciacchiato è sgradevole al naso e pericoloso se ingerito. Meglio dedicare qualche minuto alla corretta pulizia in ogni sua parte dell’elettrodomestico con appositi spazzolini con setole morbide e panni umidi. Non è comune, infatti, trovare crepiere che consentano di lavare qualche componente direttamente in lavastoviglie.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS