Le 8 migliori macchine per caffè americano del 2022

Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

Macchina per caffè americano – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Volete acquistare una buona macchina per il caffè americano ma le numerose proposte presenti in commercio vi disorientano? Allora date subito un’occhiata ai modelli che abbiamo selezionato, a cominciare dalla Aigostar Chocolate 30 HIK, caratterizzata da una potenza di 1.000 watt che si traduce in una maggiore efficienza e un minor tempo di erogazione. Se invece cercate un prodotto particolarmente versatile, con timer programmabile e display digitale dall’utilizzo intuitivo, la Russell Hobbs 22620-56 soddisferà tutti i vostri parametri di ricerca.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori macchine per caffè americano – Classifica 2022

 

Perché accontentarsi di un prodotto mediocre quando è possibile ottenere il massimo dell’efficienza e della funzionalità confrontando i prezzi e le caratteristiche delle offerte più convenienti sul mercato? Se, però, non avete molto tempo da dedicare alla ricerca, la nostra classifica delle migliori macchine per caffè americano del 2022 vi aiuterà a scegliere il modello a voi più congeniale.

 

 

1. Aigostar Macchina per caffè americano Chocolate 30HIK

 

Secondo i pareri degli utenti, la migliore macchina per caffè americano dal punto di vista del rapporto qualità/prezzo è la Chocolate 30HIK di Aigostar, caratterizzata da una potenza di 1.000 watt e dotata di numerose funzioni che permettono di preparare un caffè su misura per le proprie esigenze.

I materiali di costruzione hanno dato prova di sopportare bene gli utilizzi intensivi e le sollecitazioni reiterate per assicurare una buona resistenza nel corso del tempo, ma nonostante questo può essere acquistata a un costo molto conveniente che farà sorridere gli utenti attenti alla qualità ma anche al risparmio.

La piastra riscaldante su cui poggia la caraffa mantiene la bevanda in caldo fino a 40 minuti e grazie alla funzione di spegnimento automatico, che entra in funzione dopo mezz’ora di mancato utilizzo, si potranno limitare i consumi energetici ed evitare pericolosi surriscaldamenti nel caso in cui si dimentichi la macchinetta accesa. Inoltre, è estremamente facile da pulire perché il portafiltro e la brocca si possono rimuovere facilmente all’occorrenza per lavarli direttamente in lavastoviglie.

 

Pro

Materiali: A fronte di un prezzo molto contenuto, la Chocolate 30HIK di Aigostar assicura una buona efficienza anche dopo diversi anni di utilizzo grazie all’elevata qualità dei materiali scelti per la sua costruzione.

Caffè sempre caldo: La funzione di mantenimento in caldo si rivela utile nel caso in cui si voglia consumare il caffè in un momento successivo, come se fosse stato appena preparato.

Facile da pulire: Il portafiltro e la caraffa in vetro si possono lavare direttamente in lavastoviglie per rendere più pratica la pulizia dell’elettrodomestico.

 

Contro

Istruzioni: Nonostante si tratti di una macchina dall’utilizzo semplice e intuitivo, il fatto che il manuale d’uso a corredo non si sia dimostrato molto chiaro ed esaustivo, ha lasciato l’amaro in bocca a parecchi utenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Russell Hobbs Macchina per caffè americano 22620-56

 

Tra i modelli più venduti e apprezzati del momento si colloca anche questa macchina per il caffè americano a marchio Russell Hobbs, che piace soprattutto per il suo design avveniristico e ben curato nei dettagli.

Le dimensioni contenute, pari a 31 x 28 x 20 cm, le permettono di trovare facilmente posto in cucina anche laddove lo spazio disponibile fosse limitato, mentre il display LCD retroilluminato con comandi integrati ne rende l’utilizzo pratico e intuitivo per chiunque.

Oltre al timer programmabile fino a 24 ore, è provvista dell’innovativa tecnologia “Advanced Showerhead” che distribuisce l’acqua sulla miscela in modo uniforme per estrarre una maggiore quantità di caffè, esaltandone l’aroma e il gusto. Può erogare fino a dieci tazze di caffè per volta e la piastra riscaldante lo mantiene in caldo per circa un’ora, dopodiché si spegne automaticamente.

L’unico appunto che possiamo muovere al prodotto riguarda lo spessore esiguo della caraffa in vetro, che costringe a prestare maggiore attenzione in fase di utilizzo per evitare che si rompa o si lesioni.

 

Pro

Prestazioni: La macchina per caffè americano di Russell Hobbs è dotata dell’innovativa tecnologia “Advanced Showerhead” che distribuisce l’acqua sulla miscela in modo rapido e uniforme per esaltare il gusto e l’aroma della bevanda.

Funzionale: Il timer programmabile fino a 24 ore e il display LCD integrato ne rendono l’utilizzo più pratico e agevole, permettendo di programmare con largo anticipo l’accensione della macchina per potersi concedere il piacere di un buon caffè ogni volta che si desidera.

Veloce: Il motore da 1.000 watt di potenza raggiunge velocemente la temperatura ideale per abbattere i tempi di attesa del 50% ed erogare fino a dieci tazze di caffè in soli cinque minuti.

 

Contro

Caraffa: La brocca in vetro non si è dimostrata molto solida e robusta, per cui bisognerà prestare la massima attenzione durante l’utilizzo per impedirne la prematura dipartita.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Moulinex Caffettiera Americana con Sistema Anti-goccia FG1528

 

Un’altra proposta che merita di essere presa in considerazione in vista di un potenziale acquisto è quella di Moulinex, che propone una macchina per il caffè americano che, a fronte di un prezzo decisamente vantaggioso, garantisce prestazioni di buon livello. La caraffa dalla capienza di 0,6 litri può contenere fino a sei tazze di caffè lungo e, grazie al pannello trasparente integrato al serbatoio, sarà possibile controllare in ogni momento il quantitativo di acqua residuo per aggiungerla tempestivamente in caso di bisogno.

La potenza di 600 watt, in abbinamento alla funzione di spegnimento automatico, consente di ridurre i consumi energetici, evitando al contempo pericolosi surriscaldamenti o incidenti domestici nel caso in cui si dimentichi la macchinetta accesa.

L’unica nota negativa è che manca un timer che avrebbe permesso di programmare l’accensione dell’elettrodomestico all’orario desiderato (magari per trovare il caffè già pronto al risveglio) ma, visto il costo economico, possiamo tranquillamente chiudere un occhio al riguardo.

 

Pro

Consumi ridotti: È in grado di preparare fino a sei tazze di caffè mantenendo bassi i consumi energetici grazie a una potenza di soli 600 watt e alla funzione di spegnimento automatico.

Sistema anti-goccia: Permette di interrompere l’erogazione della bevanda in qualsiasi momento evitando che, una volta rimossa la caraffa, il caffè cada sulla piastra riscaldata.

Economica: Se siete alla ricerca di una buona macchina per il caffè americano venduta a prezzi bassi, la Moulinex FG 1528 è la soluzione che potrebbe fare al vostro caso.

 

Contro

Timer: Non sarà possibile programmare l’accensione dell’elettrodomestico a causa dell’assenza di un timer, che sicuramente ne avrebbe reso l’utilizzo più pratico e funzionale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Severin Macchina per Caffè Americano KA 4805

 

Pur non essendo il modello più economico della nostra classifica, di certo rientra tra i più convenienti attualmente disponibili sul mercato. Oltre che per il convincente rapporto qualità/prezzo, la Severin KA 4805 si fa apprezzare per il design estremamente compatto e ben curato nei dettagli che permettono di tenerla a vista su un qualsiasi ripiano utile della cucina senza che la sua presenza faccia a pugni con il resto dell’arredamento.

Ovviamente, le dimensioni contenute hanno inciso anche sulla capienza complessiva della caraffa, che essendo di 0,46 litri, permette di preparare solo quattro tazze di caffè per volta. A parte questo piccolo inconveniente, per il resto la nostra recensione è molto positiva, soprattutto in virtù della buona qualità dei materiali impiegati per la sua costruzione, che non contengono BPA o altre sostanze potenzialmente nocive per la salute.

Inoltre, al termine del processo di infusione, la piastra riscaldante mantiene la bevanda in caldo fino a 35 minuti, trascorsi i quali l’elettrodomestico si spegnerà automaticamente per limitare gli sprechi di energia elettrica.

 

Pro

Compatta: La Severin KA 4805 riesce a trovare facilmente posto in cucina grazie al suo design estremamente compatto e leggero.

Rapporto qualità/prezzo: A fronte di una buona qualità costruttiva, il modello può essere acquistato a un prezzo che non spaventa.

Spegnimento automatico: Dopo 35 minuti di inattività l’apparecchio si spegne per limitare i consumi energetici ed evitare pericolosi incidenti domestici qualora lo si dimentichi acceso.

Materiali: Le plastiche scelte per la sua costruzione sono prive di BPA per restituire una maggiore sicurezza d’uso.

 

Contro

Capienza: Se siete soliti consumare grosse quantità di caffè al giorno, vi consigliamo di valutare un modello più capiente, perché quello di Severin ha una capacità di soli 0,46 litri.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Ariete Macchina per Caffè Americano Mod.1342

 

I nostri consigli d’acquisto proseguono con la recensione della macchina per il caffè americano di Ariete, forte di una potenza di ben 2.000 watt che riduce sensibilmente i tempi di erogazione dell’infuso.

Rispetto ad altri modelli messi in comparazione nella nostra guida, dispone di una caraffa molto capiente che permette di preparare fino a dodici tazze di caffè in una sola volta, con l’ulteriore vantaggio di poter sfruttare il pratico timer da 24 ore per impostare l’accensione della macchina all’orario desiderato.

Sulla parte frontale del dispositivo troviamo un display digitale che permette di impostare facilmente le varie funzioni disponibili, mentre il pratico filtro estraibile semplifica sia la preparazione del caffè sia le successive operazioni di manutenzione e pulizia.

Se poi siete persone attente anche all’estetica oltre che alla qualità, l’azienda italiana permette di scegliere tra tre differenti colorazioni per individuare la versione corrispondente ai propri gusti personali e allo stile della propria cucina.

 

Pro

Estetica: La macchina per il caffè americano di Ariete vanta un design vintage ben curato nei particolari che ne fa un oggetto dal grande valore estetico.

Display: Risulta molto pratica e intuitiva da usare grazie al display digitale che permette di tenere sempre sotto controllo lo stato di preparazione del caffè.

Pratica: Tra le numerose funzioni in dotazione al modello, troviamo anche un timer per programmarne con largo anticipo l’accensione, e una funzione di spegnimento automatico che mantiene bassi i consumi energetici.

 

Contro

Ingombrante: Viste le dimensioni notevoli del prodotto, bisognerà valutare attentamente lo spazio disponibile nella propria cucina per non causare problemi di ingombro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Braun Macchina per caffè americano KF 560

 

La Braun KF 560 è una macchina per il caffè americano da 1.100 watt di potenza, il cui funzionamento risulta pratico e intuitivo per chiunque grazie alla presenza di un unico pulsante on/off.

Nonostante l’essenzialità della struttura, dispone di una caraffa in vetro dalla capacità di un litro, che permette di preparare fino a dieci tazze di caffè, e una cartuccia Brita che si propone di ridurre le incrostazioni di calcare per mantenere inalterato l’aroma e il gusto dell’infuso. Il design sobrio ed elegante al tempo stesso saprà valorizzare lo stile di qualsiasi cucina ed è disponibile nel colore nero e bianco per adattarsi a qualsiasi tipo di arredamento.

Oltre alla pratica funzione di spegnimento automatico, che provvede a disattivare l’elettrodomestico dopo 40 minuti dall’erogazione della bevanda, troviamo altri accorgimenti costruttivi che contribuiscono a rendere la preparazione del caffè più funzionale e agevole, come il sistema automatico di rilascio del filtro, l’impugnatura antiscivolo della caraffa e la modalità fermagocce.

 

Pro

Cartuccia Brita: Tra le particolarità di questa macchina da caffè, gli utenti hanno apprezzato in modo particolare la presenza di una cartuccia Brita che riduce i sedimenti di calcare per mantenere sempre elevata l’efficienza dell’elettrodomestico.

Design: Grazie alle sue dimensioni estremamente compatte, trovarle un posto in cucina non sarà di certo un problema, anche qualora lo spazio a disposizione fosse limitato.

Manico: La caraffa dalla capacità di un litro è provvista di un comodo manico con impugnatura antiscivolo che rende più agevole la preparazione e il consumo del caffè.

 

Contro

Timer: Dal momento che non si tratta di un elettrodomestico dal costo economico, la mancanza di questo elemento si fa sentire.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Philips Macchina da caffè Americano Daily HD 7462/20

 

La Daily HD 7462/20 di Philips è una macchina per il caffè americano dall’utilizzo flessibile e intuitivo, in quanto dotata dell’esclusiva funzione “Aroma Twister” che sfrutta un ugello intelligente per mescolare l’infuso in modo uniforme all’interno della caraffa e conferirgli un gusto e un aroma eccezionali.

Completa di sistema antigoccia e della modalità di autospegnimento dopo trenta minuti dalla fine dell’erogazione, è provvista di un indicatore del livello dell’acqua che permette di controllare il quantitativo residuo nel serbatoio. Altra nota positiva è la presenza di una piastra riscaldante che mantiene il caffè caldo per circa due ore, così da poterlo lasciare all’interno della brocca e gustarlo in un secondo momento.

Purtroppo, non dispone di un filtro permanente, il che significa che sarà necessario acquistare dei ricambi per poter utilizzare l’apparecchio, che risulta comunque compatibile con la maggior parte di quelli usa e getta reperibili in commercio. Inoltre, nella dotazione manca un misurino che sicuramente avrebbe facilitato il dosaggio della miscela, evitando inutili sprechi.

 

Pro

Aroma Twister: A differenza di altri modelli simili, la Daily HD 7462/20 di Philips dispone di un ugello intelligente che mescola l’infuso in modo uniforme all’interno della brocca per garantire l’uniformità dell’aroma.

Sistema anti-goccia: Permette di versare una tazza di caffè senza essere costretti ad aspettare che l’intero ciclo di erogazione sia terminato.

Pulizia: Il prodotto si fa apprezzare anche per la notevole praticità di manutenzione, visto che la caraffa in vetro e il portafiltro si possono rimuovere facilmente all’occorrenza per lavarli sotto il getto dell’acqua corrente o direttamente in lavastoviglie.

 

Contro

Filtri: Sebbene l’apparecchio sia compatibile con la maggior parte dei filtri di carta usa e getta disponibili in commercio, chi vuole contenere le spese dovrebbe optare per un modello dotato di un filtro permanente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. De’Longhi Macchina per Caffè ICM 14011

 

L’ultimo modello che vi proponiamo è la macchina per il caffè americano ICM 14011 a marchio De’Longhi, ideale per chi dispone di uno spazio limitato in cucina grazie alle sue dimensioni contenute di soli 17 x 22 x 26 cm. A differenza dei modelli precedenti, è dotata di un filtro in nylon riutilizzabile che non costringe ad acquistare dei ricambi per poter preparare un caffè americano dal gusto pieno e senza fastidiosi residui di polvere.

A tal proposito, però, alcuni utenti segnalano che sul manuale di istruzioni non viene spiegato come posizionare correttamente il filtro nell’apposito alloggiamento, per cui sarà necessario fare un po’ di pratica per non rischiare di compromettere il buon funzionamento della valvola od ostruire la fuoriuscita del caffè.

La caraffa dalla capienza di 0,65 litri permette di preparare da due a cinque tazze di caffè e quale ultima nota positiva si evidenzia la presenza di tre avvisi sonori che segnalano la mancanza di acqua all’interno del serbatoio e quando il caffè è pronto.

 

Pro

Filtro in nylon: A differenza della maggior parte dei modelli di fascia economica, quello di De’Longhi è provvisto di un filtro in nylon riutilizzabile che assicura un notevole risparmio sull’acquisto dei ricambi.

Praticità: Al termine dell’erogazione un segnale acustico avvisa che il caffè è pronto e si potrà anche lasciarlo nella caraffa per gustarlo in un momento successivo come se fosse stato appena preparato.

Dimensioni: Piccola e compatta, trova facilmente posto in cucina e, grazie al design esteticamente gradevole, funge anche da affascinante complemento d’arredo.

 

Contro

Assemblaggio: Il manuale di istruzioni a corredo non offre indicazioni chiare e precise su come posizionare il filtro all’interno del relativo alloggiamento in modo corretto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere una buona macchina per caffè americano

 

Sebbene nel nostro Paese la tradizione del caffè napoletano sia ormai consolidata da tempo immemore, ci sono molte persone che preferiscono sostituire il classico espresso italiano con una miscela più leggera in termini di quantitativo di caffeina.

La differenza tra le due bevande riguarda soprattutto il tipo di macinazione dei chicchi, l’aroma e le modalità di preparazione, il che ci porta alla conclusione che per preparare un buon caffè americano sia necessario disporre di un elettrodomestico apposito.

Dal momento, però, che la maggior parte degli utenti non ha molta dimestichezza con questo genere di apparecchi, ancora poco diffusi nelle cucine italiane, per scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze e possibilità di spesa occorre informarsi sulle caratteristiche e le funzioni messe in campo dalle migliori marche del settore.

Per aiutarvi a fare una valida comparazione tra i numerosi prodotti venduti online, qui di seguito vi proponiamo una guida di facile consultazione che mette in luce i tre aspetti chiave da considerare in fase d’acquisto.

Potenza e prestazioni

Il primo elemento da valutare per stabilire come scegliere una buona macchina per caffè americano riguarda la potenza del motore, da cui dipenderanno le prestazioni dell’elettrodomestico e i consumi in termini energetici. In genere, un apparecchio di grandi dimensioni può assorbire fino a 2.000 watt, ma ci sono anche modelli più piccoli e meno costosi che hanno una potenza pari o inferiore a 600 W.

Da qui appare evidente come la valutazione di questo fattore dipenda principalmente dalle proprie esigenze: se, per esempio, si vogliano preparare più tazze di caffè per soddisfare le necessità di una famiglia numerosa, sarebbe preferibile orientarsi su un modello dal wattaggio maggiore per ridurre i tempi di erogazione della bevanda.

Al contrario, chi è alla ricerca di un modello economico che non comporti un eccessivo rincaro sugli importi in bolletta, potrà acquistare una macchina meno potente nella prospettiva di risparmiare sulla spesa finale.

A ogni modo, tenete presente che a parità di funzioni e costo, è sempre meglio orientarsi su un elettrodomestico di ultima generazione per ottimizzare i consumi energetici e massimizzare l’efficienza.

 

Capacità e dimensioni

La seconda variabile da considerare per stabilire quale macchina per caffè americano comprare è la capacità, ossia la quantità di caffè che l’elettrodomestico è in grado di erogare a ogni utilizzo.

A tal proposito, ci teniamo a precisare che il fattore capienza riguarda sia l’ampiezza della caraffa sia le dimensioni del serbatoio, al cui interno va inserita l’acqua necessaria per la preparazione della bevanda. Nel primo caso, la capacità della brocca può essere misurata in litri oppure in tazze, proprio come accade per le caffettiere tradizionali.

Pertanto, per ottenere quantità elevate di caffè ci si dovrà orientare su modelli dotati di un raccoglitore da 10/12 tazze, che in termini pratici corrispondono a circa 2,1 litri; mentre chi ha la necessità di preparare solo due o tre caffè al giorno, dovrebbe preferire una macchina dotata di una caraffa dalla capienza di 0,6 litri o poco più.

Per quanto riguarda, invece, le dimensioni del serbatoio, il criterio da seguire è più o lo stesso, ma dal momento che questa componente può essere fissa – ossia unita al corpo macchina – oppure estraibile, bisognerà considerare anche il design dell’elettrodomestico.

I modelli dotati di serbatoio incorporato sono, in genere, più voluminosi e ingombranti rispetto a quelli muniti di serbatoio estraibile, per cui potrebbero non essere indicati per quanti dispongono di uno spazio limitato in cucina o hanno la necessità di portare l’elettrodomestico con sé in viaggio o fuori casa.

Funzioni e praticità di utilizzo

L’ultimo fattore da prendere in considerazione ai fini di una scelta lungimirante riguarda la praticità di utilizzo della macchina, una caratteristica che dipende principalmente dalle funzioni integrate all’apparecchio.

La più comune è sicuramente il timer, che oltre a permettere di programmare l’avvio dell’elettrodomestico a seconda delle esigenze, offre la possibilità di ottenere il caffè all’orario desiderato senza essere costretti ad accendere o spegnere la macchina manualmente.

Altre funzioni utili sono: lo spegnimento automatico, che provvede a disattivare l’apparecchio una volta terminata l’erogazione della bevanda; il sistema autopulente, ossia un programma ad hoc che avvia un ciclo autonomo di pulizia del serbatoio per eliminare eventuali residui di caffè o calcare; e il sistema antigoccia, che consente di interrompere l’erogazione della bevanda nel momento desiderato.

 

 

 

Come utilizzare una macchina per caffè americano

 

Se non avete mai utilizzato una macchina per il caffè americano prima d’ora, sappiate che il procedimento di preparazione potrebbe non essere così facile e intuitivo come sembra. Per aiutarvi a sfruttare al meglio tutte le potenzialità del vostro nuovo elettrodomestico, nelle righe che seguono vi daremo alcuni utili consigli su come ottenere un caffè americano perfetto e della giusta consistenza.

La scelta della miscela

La regola più importante da seguire per preparare un caffè corrispondente ai propri gusti personali è usare la miscela giusta. Tuttavia, nel caso delle caffettiere americane non sarà possibile utilizzare quelle tradizionali per la moka, ma bisognerà acquistarne una specifica adatta per questo tipo di elettrodomestici. Per essere certi di non sbagliare, vi consigliamo di scegliere una miscela leggera e non troppo amara, meglio se di varietà arabica o robusta.

Un altro aspetto da considerare è il tipo di macinatura dei chicchi, la cui grana dovrà essere medio-grossa per permettere alla bevanda di scendere lentamente in tazza, formando una crema scura e corposa in superficie.

 

Il filtro

Per la preparazione del caffè, le caffettiere americane necessitano di appositi filtri che si propongono di eliminare i residui oleosi ed eventuali sedimenti minerali che potrebbero alterare il gusto e l’aroma della bevanda.

Se il modello in proprio possesso non fosse provvisto di questi accessori, sul mercato sono disponibili numerosi filtri di carta usa e getta o realizzati in metallo che si adattano perfettamente allo scopo.

 

Misurare la quantità di caffè

Una volta scelta la miscela giusta, bisogna considerare il quantitativo di caffè da inserire nell’apposito filtro, rapportando alla quantità di acqua che si vuole utilizzare. Ora, premesso che il rapporto acqua/caffè tende a variare a seconda del tipo di macchina in proprio possesso, è opportuno leggere con attenzione il manuale di istruzioni in dotazione all’elettrodomestico e attenersi alle dosi consigliate per preparare un caffè della giusta intensità.

A ogni modo, la regola di base prevede che per ogni 60 grammi di miscela si debbano utilizzare all’incirca 180 ml di acqua, e in caso di dubbi sarà possibile fare affidamento sulle istruzioni riportate sulla confezione del caffè.

Preparare il caffè

Una volta eseguiti tutti i passaggi necessari, non resta che collegare l’apparecchio alla presa elettrica e accenderlo. Alcuni modelli iniziano a preparare il caffè automaticamente una volta inserito il contenitore con la miscela nell’apposito alloggiamento, altri invece devono essere impostati manualmente.

Il tempo di erogazione può variare dai cinque ai dieci minuti al massimo, ma se si dispone di un prodotto di ultima generazione sarà anche possibile mettere in pausa il procedimento di infusione per ottenere solo il quantitativo di caffè che si vuole servire.

Infine, come tutti gli elettrodomestici che utilizzano l’acqua calda, anche le caffettiere americane tendono ad accumulare sedimenti minerali; per cui, se non volete gustare un caffè dal sapore sgradevole o addirittura rancido, è sempre buona norma pulire periodicamente l’apparecchio per mantenerne intatta l’efficienza più a lungo nel tempo.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come funziona la macchina per caffè americano?

Per preparare un buon caffè americano bisogna dotarsi di un’apposita macchina che usa dei filtri di forma conica per avviare un processo di infusione “pour over” molto simile a quello del tè e delle tisane.

Come la maggior parte delle caffettiere, anche in quelle americane è necessario aggiungere acqua nel serbatoio – prestando attenzione a non superare il limite massimo consentito – e inserire all’interno del filtro il quantitativo di caffè in polvere consigliato.

Una volta azionato l’elettrodomestico, l’acqua verrà riscaldata da una resistenza elettrica, per poi raggiungere la miscela ed erogare in pochi minuti l’infuso, che verrà raccolto nella brocca in dotazione.

Come fare il caffè americano con la macchina?

La preparazione del caffè passa attraverso un’attenta misurazione del quantitativo di miscela da inserire all’interno del filtro, che non dovrà mai superare le dosi consigliate per evitare di alterare il sapore e il gusto della bevanda. Una volta riempiti filtro e serbatoio, non dovrete far altro che accendere la macchinetta e attendere fino a quando il procedimento di erogazione non sarà terminato.

 

Come fare il caffè americano senza macchina?

Basta versare un cucchiaio di caffè in polvere (sette grammi circa) in una tazza e mescolarlo con 100 ml di acqua calda; fatto questo, bisognerà lasciarlo in infusione per almeno cinque minuti, avendo premura di mescolare l’infuso di tanto in tanto per evitare che la polvere si depositi sul fondo.

Una volta trascorso il tempo necessario, filtrate il caffè con un colino o un setaccio a maglie strette, zuccherate a piacere e servite.

 

Quanto costa una macchina per il caffè americano?

Dipende dal modello e dalle funzioni offerte, oltre che dai materiali di costruzione, dalla capienza e da eventuali accessori in dotazione. Sarà quindi possibile spendere poco – anche sotto i 50 € – per una macchina essenziale e sprovvista di funzioni aggiuntive, come il timer, lo spegnimento automatico e la modalità di mantenimento in caldo; mentre un elettrodomestico di ultima generazione dalla potenza elevata e dalle prestazioni professionali si troverà in una fascia di prezzo nettamente superiore.

 

Dove acquistare una macchina per il caffè americano?

In genere, questi apparecchi si possono acquistare presso i negozi di elettrodomestici o nei punti vendita autorizzati, ma è possibile trovare degli ottimi modelli a prezzi molto convenienti anche sugli store online.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS