Perché la lavastoviglie non scarica tutta l’acqua? Ecco come risolvere

Ultimo aggiornamento: 02.12.22

 

La tua lavastoviglie, all’improvviso, non scarica più l’acqua? Niente panico: vediamo insieme quali possono essere le cause e come risolvere

 

Può succedere che, di colpo, la lavastoviglie non scarica l’acqua caricata: no bisogna lasciarsi prendere dal panico, perché le cause possono essere molteplici e sono tutte ben risolvibili. 

Prima di tutto dobbiamo verificare se la nostra lavastoviglie ha una scheda elettronica: in questo caso sarà visualizzato sul display un segnale d’allarme, che potrà essere tanto una scritta quanto una spia che si illumina.

Come accade per tutti gli elettrodomestici, la prima cosa da fare è sempre staccare la corrente, aspettare qualche minuto e poi riattaccarla. Questo già dovrebbe risolvere il problema: se così non è, il passo successivo è quello di resettare la scheda.

I modi per farlo sono diversi in base al modello posseduto: resettare lavastoviglie smeg, fare il reset lavastoviglie whirlpool e così via, sono procedimenti differenti, che potrete però seguire facilmente se avete alla mano il libretto di istruzioni.

Se la lavastoviglie non scarica o interrompe il procedimento di lavaggio durante la fase finale, quella dell’asciugatura, il primo passo da fare è sempre quello di resettare la scheda, in quanto spesso si risolve tutto senza dover chiamare un tecnico.

Se, però, fatto anche questo, avviate un programma qualsiasi e la lavastoviglie non scarica acqua, allora c’è davvero qualcosa che non va ed è necessario approfondire la questione. 

 

Scarico lavastoviglie

In questo caso potrete scollegare il tubo di scarico: la parte terminale si trova sotto il lavello della cucina, se il modello da voi posseduto è da incasso. Quando lo avrete scollegato, dovrete procurarvi un secchio, che raccolga eventualmente l’acqua, e far partire un lavaggio. 

All’inizio di ogni programma, la pompa scarico lavastoviglie si attiva: se l’acqua, anche in questo caso, non esce allora non è questa parte a essere ostruita. Se, al contrario, dal tubo di scarico lavastoviglie l’acqua esce, vuol dire che il problema si trova nello scarico del lavello e non dell’elettrodomestico.

L’unica persona che potrà risolvere il problema allora sarà l’idraulico: se siete avvezzi al fai da te in casa, però, potrete smontare il sifone e pulirlo da soli. 

 

Pompa di scarico lavastoviglie bloccata

La pompa lavastoviglie può creare non pochi problemi: può infatti rompersi o anche bloccarsi, a causa dei residui di cibo che possono andare oltre il filtro e raggiungerla, creando un’ostruzione.

In casi del genere il primo passo da fare è quello di svuotare la vasca, eliminando tutta l’acqua residua. Bisogna sempre avere a portata di mano un bel po’ di stracci o panni per lavare a terra, visto che, in ogni caso, quando andrete a smontare la pompa uscirà un bel po’ di acqua.

Anche se questo procedimento cambia di lavastoviglie in lavastoviglie, diciamo che il metodo classico è quello di smontare il fondo della macchina e metterla su di un fianco, proprio come accade anche con le lavatrici. 

In altri casi si deve invece smontare uno zoccolo che è posizionato davanti: consultate per questo il manuale di istruzioni, l’unico che può darvi la certezza di come agire. Quando avrete sganciato la pompa potrete verificare se ci sono ostruzioni: solitamente si tratta di elementi piccoli, come i semi di limone e così via.

A questo punto dovrete procedere alla rimozione di tutti i corpi estranei e poi avviare un ciclo di lavaggio. Quando la lavastoviglie finisce di caricare l’acqua e parte, dovrete resettarla e avviarla di nuovo: questo infatti è l’unico modo per verificare se la pompa di scarico ha ripreso a funzionare in maniera corretta. 

A questo punto dovrete anche verificare che non ci siano eventuali perdite di acqua prima di procedere a rimontare tutto.

Se la pompa è difettosa

Se, quando avete aperto tutto, avete verificato che non ci sono residui di cibo, il problema potrebbe essere proprio la pompa. In questo caso è possibile verificare se ci siano problemi smontandola e collegandola a un cavo elettrico. Mandandole corrente potrete vedere se gira o meno e capire dove sia l’inghippo.

Fate attenzione a non toccare la pompa mentre lo fate, perché potrebbe essere pericoloso. Ma cosa succede se, quando fate la prova, la pompa funziona e, una volta montata nuovamente, non funziona più? Questo vuol dire che è abbastanza usurata per cui non riesce ad avviarsi quando c’è il peso dell’acqua: in questo caso sarete costretti a sostituirla. 

 

Se il problema è la scheda

Se avete fatto tutte le prove di cui abbiamo parlato sopra, ma la pompa funziona e la lavastoviglie continua a non scaricare acqua, dovrete verificare se, in questa fase, la corrente arriva dove deve.

Dovrete quindi procurarvi un tester e verificare se arrivano 220V fino ai contatti della pompa: qualora ciò non accada il problema sta nel cablaggio oppure proprio nella scheda elettronica. C’è anche da dire che, se avete provato in precedenza ad alimentarla direttamente e funziona, eppure quando la montate non va, non ci sarà bisogno di fare verifiche con il tester, visto che sarà già ampiamente dimostrato che la corrente non la raggiunge adeguatamente.

In conclusione, potrete fare tutto da soli, se siete esperti, ma se non lo siete o non vi sentite sicuri, è preferibile contattare un tecnico: anche se questo implicherà spendere qualcosa, non correrete inutili rischi.

Se, invece, cercate un modello valido e non troppo costoso, vi suggeriamo di dare un’occhiata alle lavastoviglie Beko che uniscono un buon prezzo a performance soddisfacenti.

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS