Le 8 migliori macchine da caffè a capsule del 2022

Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

Macchina da caffè a capsule – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Se state cercando una buona macchina per il caffè a capsule siete capitati nel posto giusto, perché in questa guida vi daremo tutte le informazioni necessarie per effettuare una scelta consapevole sulla base delle vostre specifiche esigenze. Due proposte che vi consigliamo di valutare con maggiore attenzione sono: Nespresso Essenza Mini EN85.B, un modello compatto, ideale per tutte le cucine, anche quelle più piccole, che prepara un espresso o un caffè lungo premendo solo due tasti, e De’Longhi EN80.B, che risulta estremamente facile da usare ed è dotata di una pratica funzione di spegnimento automatico che si attiva dopo nove minuti di inattività.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori macchine da caffè a capsule – Classifica 2022

 

Dopo un’attenta comparazione delle offerte presenti sul mercato, abbiamo stilato una classifica delle otto migliori macchine da caffè a capsule del 2022 per aiutare i nostri lettori a scegliere il modello giusto senza sprecare il proprio denaro.

 

Macchina da caffè a capsule Nespresso

 

1. Nespresso Essenza Mini EN85.B

 

La macchina da caffè a capsule Nespresso Essenza Mini è, come dice il nome stesso, un modello di dimensioni contenute rispetto ad altri, quindi trova il suo posto anche all’interno di una casa o di una cucina non molto spaziose.

Grazie ai tasti incorporati, permette di selezionare una delle due lunghezze del caffè, ovvero espresso o lungo, per godere di un momento di relax non solo al mattino. Il serbatoio dell’acqua che avrete a disposizione è pari a 0,6 L, inoltre al di sotto della tazza è collocata una griglia che potrete rimuovere per una pulizia più veloce dei residui.

Ha anche funzioni di risparmio energetico, visto che entra in modalità Eco dopo circa tre minuti di inattività e si spegne automaticamente dopo nove minuti. Il prezzo è accessibile, ma ciò che non ha incontrato i pareri positivi di tutti gli utenti è la qualità del caffè, che non è pari a quella del bar. 

 

Pro

Compatta: Questo modello ha dalla sua dimensioni ridotte, che permettono di posizionarla bene anche all’interno di un ufficio o un piccolo appartamento.

Tipologie di caffè: Potrete gustare un espresso o un caffè lungo, semplicemente premendo uno dei due tasti posti sulla macchina.

Risparmio energetico: Il prodotto entra in modalità Eco dopo tre minuti di inattività e si spegne in automatico dopo nove minuti.

 

Contro

Qualità caffè: Se vi aspettate un caffè pari a quello del bar, purtroppo non è questa la macchina che fa per voi. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina da caffè a capsule De’Longhi

 

2. De’Longhi Macchina per caffè a capsule EN80.B

 

La De’Longhi EN80.B rappresenta una valida alternativa per tutti coloro che vogliono mantenersi su prezzi bassi, senza però rinunciare a un espresso di buona qualità. Rientra tra i modelli più venduti e apprezzati del momento per le dimensioni abbastanza contenute e il look avveniristico che le permettono di trovare facilmente posto in cucina anche in mancanza di spazio.

Oltre al design, un’altra caratteristica molto apprezzata dai consumatori è la possibilità di poter utilizzare sia le capsule originali sia quelle compatibili, sebbene a generare un po’ di sconcerto sia stata la particolare difficoltà di estrazione del serbatoio, che ne rende più scomoda la pulizia.

A parte questo piccolo inconveniente, per il resto la nostra recensione è molto positiva, soprattutto in virtù della presenza dell’innovativa funzione “Flow Stop” che permette di selezionare la lunghezza della bevanda, scegliendo tra il classico espresso o un caffè più lungo in base ai propri gusti.

Inoltre, la struttura in ABS si è dimostrata molto solida e allo stesso tempo leggera, con un comodo vano per raccogliere le capsule usate e una caldaia Thermoblock che eroga il caffè in soli 25 secondi.

 

Pro

Solida e compatta: Le dimensioni della De’Longhi EN80.B soddisfano le esigenze di chi dispone di poco spazio in cucina, mentre i materiali di costruzione offrono buone garanzie di solidità e resistenza.

Erogazione: Grazie ai due pulsanti posti sulla parte superiore della struttura si potrà ottenere un caffè corto o lungo a seconda delle preferenze.

Sistema Thermoblock: È in grado di raggiungere la temperatura ideale in tempi molto rapidi e dopo nove minuti di mancato utilizzo si spegne automaticamente.

 

Contro

Serbatoio: Alcuni utenti hanno lamentato la difficoltà di rimozione del serbatoio, che risulta molto scomodo da pulire e da riposizionare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina da caffè a capsule Frog

 

3. Didiesse Frog Revolution

 

Probabilmente conoscete anche di nome la macchina da caffè a capsule Frog firmata Didiesse, qui nella versione Revolution, disponibile in vari colori e in combinazione con 60 capsule qui incluse nel prezzo.

Se però non sapete di cosa si tratta, parliamo di un modello che pesa poco, circa 6,5 kg, e che ha la caratteristica di non avere l’alloggiamento con il serbatoio dell’acqua ma di una sezione dedicata all’inserimento di una bottiglia da 2 L e di un termoblocco in alluminio.

Un grande vantaggio è anche il sistema rapido di decalcificazione, che permette di pulire velocemente la macchina. Un altro punto di forza è la cremosità del caffè, che è pronto in poco tempo e permette una buona degustazione.

Il costo non è però dei più bassi, anche se qui sono incluse, come dicevamo, le capsule.

 

Pro

Serbatoio: Manca e al suo posto c’è l’alloggiamento per una bottiglia d’acqua da 2 L, così da non dover pulire nulla.

Decalcificazione: Il sistema qui incluso è rapido e quindi non rischierete che la macchina si rovini a causa di un uso intensivo.

Caffè: Il risultato è una bevanda cremosa e gustosa, proprio come al bar, quindi è un valido acquisto.

 

Contro

Costo: Questo fattore potrebbe scoraggiare dal comprare la macchina, in realtà ci sono anche 60 capsule incluse nel prezzo. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina da caffè a capsule Lavazza

 

4. Lavazza A Modo Mio Macchina per Caffè Espresso Tiny

 

Se vi state chiedendo dove acquistare una macchina per il caffè espresso funzionale e dalle buone prestazioni, la Lavazza a Modo Mio Tiny saprà regalarvi grandi soddisfazioni se chiuderete un occhio sul prezzo. Il motivo per cui non si trova in vendita a un costo economico è da ricercarsi nella buona qualità costruttiva, dal momento che ogni sua componente è realizzata con materiali molto solidi e robusti, che trasmettono una sensazione di durevolezza e resistenza anche in caso di utilizzi intensivi.

Oltre a vantare dimensioni estremamente compatte, dispone di una funzione di spegnimento automatico che provvede a disattivare l’elettrodomestico dopo nove minuti di inattività, e di un sistema Thermoblock integrato che porta l’acqua alla temperatura ideale in soli 25 secondi dall’accensione.

Un’altra caratteristica che in molti hanno apprezzato è la possibilità di poter scegliere la quantità di caffè da erogare premendo un semplice tasto, così da poter decidere se preparare un espresso ristretto oppure lungo, grazie anche al pratico portatazza regolabile in altezza.

 

Pro

Veloce: La Lavazza a Modo Mio è pronta all’uso in soli 25 secondi e si spegne in modo automatico dopo nove minuti di mancato utilizzo.

Solida: I materiali scelti per la sua costruzione si sono dimostrati molto solidi e resistenti per assicurare un utilizzo prolungato nel tempo.

Regolabile: Oltre a decidere l’intensità del caffè da preparare, è possibile posizionare sul poggiatazza anche bicchieri più grandi grazie alla possibilità di poterlo regolare in altezza.

Capsule: La dotazione di 64 capsule Lavazza “qualità rossa” permette di usare fin da subito la macchinetta senza essere costretti ad acquistarle separatamente.

 

Contro

Rumore: Gli unici difetti riscontrati sono l’eccessivo rumore prodotto durante il funzionamento e la mancanza di un vano per la raccolta delle capsule usate.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina da caffè a capsule Philips

 

5. Philips – lm8012/80 – Macchina da caffè capsule 19bar

 

Con i suoi 1450 W e la pressione da 19 bar, la macchina da caffè a capsule Philips ha due alloggiamenti, che permettono di preparare anche due caffè per volta. Potrete scegliere diverse tipologie di bevande, come il lungo, l’espresso e così via, senza dover riempire troppo spesso il serbatoio, che ha la capacità di ben 1 L.

Il beccuccio è regolabile, inoltre ci sono funzioni molto utili, come lo spegnimento automatico che si attiva dopo un certo lasso di tempo, evitando così consumi eccessivi in bolletta. La preparazione del caffè è veloce, in quanto avviene in soli 30 secondi, inoltre gli elementi che la compongono sono anche lavabili in lavastoviglie.

Nella soluzione sono incluse anche nove capsule, un aspetto interessante a fronte del prezzo conveniente, ma chi è più attento all’estetica potrebbe non apprezzare il colore della macchina.

 

Pro

Doppio alloggiamento: Potrete preparare ben due caffè per volta, grazie alla presenza dei due beccucci regolabili.

Veloce: Il caffè sarà pronto in circa 30 secondi, grazie ai 1450 W e alla pressione da 19 bar, che permettono alla macchina di essere molto efficiente.

Rapporto qualità/prezzo: Il costo è decisamente interessante, visto che sono incluse anche nove capsule per iniziare a usarla subito.

 

Contro

Estetica: Il colore un po’ particolare potrebbe non convincere tutti gli utenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina da caffè a capsule Dolce Gusto

 

6. De’Longhi EDG160.A Nescafé Dolce Gusto Infinissima

 

La macchina da caffè a capsule Dolce Gusto è un modello molto compatto ma che ha anche un design interessante, perciò convince chi cerca qualcosa di diverso e originale. Il serbatoio da 1,2 L è removibile e ha il caricamento dall’alto, per maggiore comodità.

La griglia, sulla quale poggiare tazza o tazzina, è sollevata e permette di realizzare ogni tipologia di caffè, dal lungo al macchiato, per un attimo di relax in qualsiasi momento della giornata.

Con i 15 bar di pressione l’erogazione del caffè è veloce e inoltre potrete contare sullo spegnimento automatico, dopo circa cinque minuti di inattività. Gli utenti apprezzano la qualità delle bevande ottenute, ma la macchina non è automatica e questo non soddisfa le esigenze di chi vorrebbe di più da una spesa non proprio esigua.

 

Pro

Design: Questa macchina ha dalla sua una grande compattezza, ma anche uno stile che la rende un oggetto molto bello da mettere in mostra.

Tipologie di caffè: Potrete gustare un normale caffè, un espresso, un macchiato e così via, perché la macchina permette di preparare varie tipologie.

Spegnimento automatico: Per aiutarvi a risparmiare in bolletta, potrete contare su questo elemento, che si avvia dopo cinque minuti di inattività.

 

Contro

Manuale: La spesa non è esigua, per cui c’è chi si sarebbe aspettato un modello automatico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina da caffè a capsule Krups

 

7. Krups Vertuo Next XN910N Nespresso, Macchina del caffè

 

La macchina da caffè a capsule Krups firmata Nespresso sfrutta il sistema di erogazione Centrifusion, che semplifica il modo di preparare le vostre bevande. In questo modo infatti basterà far leggere al prodotto il codice a barre della capsula per farle capire la metodologia di estrazione e quindi anche il tipo di bevanda desiderata.

Così facendo potrete usare l’unico tasto presente per ottenere fino a cinque tipologie di caffè, ovvero l’espresso in tazzina da 40 ml, il doppio espresso da 80 ml, il lungo da 150 ml, la versione mug da 230 ml e infine l’alto da 414 ml.

Grazie al serbatoio di acqua removibile da 1 L sarà possibile ottenere più preparati senza ricaricare spesso e anche lavarlo senza difficoltà. Inclusa la modalità eco, che fa spegnere automaticamente la macchina dopo nove minuti di inattività. 

Il prezzo è nella media ma il sistema di erogazione Vertuo effettua un caffè più lungo, quindi non ideale per chi ama il vero e proprio espresso concentrato. 

 

Pro

Sistema Centrifusion: Questo programma di erogazione permette di imprimere alla macchina il modo di realizzare il caffè semplicemente leggendo il codice a barre presente sulle capsule.

Funzionamento: Si basa su un solo tasto, per cui non dovrete imparare chissà quali impostazioni.

Modalità Eco: Grazie a questa la macchina si spegnerà dopo nove minuti di inattività in modo automatico.

 

Contro

Qualità caffè: Il sistema Vertuo lo produce molto più lungo rispetto a quello classico, per cui potreste non gradirlo se amate quello molto concentrato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina da caffè a capsule Bialetti

 

8. Bialetti Super, Macchina da Caffè Espresso per Capsule in Alluminio

 

La macchina da caffè a capsule Bialetti è un modello completo di tutto, che piace perché disponibile in diversi colori e perché riporta il disegno dell’omino con i baffi, tipico simbolo dell’azienda.

Dotata di un serbatoio da 0,7 L, può erogare una buona quantità di caffè tramite il doppio pulsante, che permette di scegliere la tipologia di bevanda desiderata (se ristretto o lungo). Realizzata in gran parte in alluminio, ha una potenza pari a 1200 W e ha anche un cassetto raccoglitore, che contiene fino a un massimo di otto capsule.

Funziona con capsule in alluminio, che preservano meglio l’aroma, ma non tutti sono soddisfatti dalla quantità di caffè erogata, che sembra essere troppo poca. 

 

Pro

Stile: Disponibile in vari colori, riporta l’immagine dell’omino con i baffi, diventando un oggetto iconico da esibire in ufficio o in cucina.

Funzionamento: Il pulsante doppio consente di far erogare un caffè ristretto o lungo, con un solo gesto.

Cassetto: Quello raccoglitore qui integrato può contenere fino a otto capsule, per cui non dovrete preoccuparvi subito di gettarle.

 

Contro

Quantità caffè: Quella erogata non sembra essere sufficiente, perciò potreste non ritenervene totalmente soddisfatti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere una buona macchina da caffè a capsule

 

Il mercato delle macchine per il caffè espresso propone un’ampia gamma di modelli per rispondere all’esigenza di preparare comodamente a casa un espresso buono come quello del bar. Date una scorsa veloce alla nostra guida qui di seguito per avere informazioni e suggerimenti utili a stabilire quale macchina da caffè a capsule comprare.

Design e praticità d’uso

Da quando sono state inventate, le macchine per il caffè a capsule hanno conosciuto un periodo di grande espansione in virtù dell’elevata praticità d’uso che permette di ottenere in pochi semplici passaggi un espresso perfetto e dal gusto equilibrato.

Per chi non lo sapesse, questo genere di elettrodomestici si caratterizza per il funzionamento estremamente intuitivo e semplice per chiunque, poiché basta inserire la capsula nell’apposito vano, premere il pulsante di avvio e attendere che la bevanda venga erogata.

Per capire come scegliere una buona macchina da caffè a capsule, oltre alla comodità di utilizzo, occorre valutare anche il design e l’ingombro della struttura, soprattutto se l’intenzione è quella di lasciarla a vista su un ripiano della propria cucina senza, però, occupare uno spazio eccessivo.

Fortunatamente, sul mercato sono disponibili prodotti capaci di raggiungere un perfetto compromesso tra funzionalità ed estetica per adattarsi a qualsiasi tipo di esigenza, con l’ulteriore possibilità di poter selezionare il modello corrispondente ai propri gusti personali o che più si addica allo stile dell’ambiente in cui verrà posizionato.

Dal punto di vista strutturale, però, occorre effettuare un’ulteriore distinzione tra le macchine pensate esclusivamente per l’erogazione dell’espresso, che risultano più compatte, e quelle che invece prevedono la preparazione di altre bevande (come il cappuccino e le tisane), che sono in genere caratterizzate da un design più voluminoso e “invadente”.

Infine, qualora si opti per una macchina della migliore marca dotata di un apposito sistema di espulsione automatica delle capsule usate, si dovrà valutare anche l’ampiezza del relativo contenitore, in modo da non essere costretti a svuotarlo continuamente per poter utilizzare di nuovo l’elettrodomestico.

 

Le funzioni

Per scegliere la migliore macchina da caffè a capsule per le proprie esigenze bisogna considerare anche le funzioni in dotazione all’apparecchio, che andranno a incidere inevitabilmente anche sulla spesa finale. Chi è solito confrontare i prezzi dei modelli venduti online per risparmiare sull’acquisto, dovrebbe puntare su un elettrodomestico utilizzabile anche con capsule compatibili, che spesso si trovano in un range di prezzo più economico rispetto a quelle originali.

Per quanto riguarda, invece, il meccanismo di funzionamento, una funzione molto utile in termini di praticità d’uso è l’autospegnimento, che permette di ridurre i consumi energetici e di rimediare all’eventuale dimenticanza della macchinetta accesa. Alcuni modelli, inoltre, sono dotati di un selettore che permette di preparare bevande con acqua calda o fredda, e di un cappuccinatore per produrre la schiuma per il cappuccino.

Altri optional interessanti sono: il serbatoio estraibile, che facilita le successive operazioni di pulizia e manutenzione dell’apparecchio, il poggiatazza con diversi livelli regolabili in altezza, il vassoio raccogligocce rimovibile e la memoria interna, che memorizza la lunghezza e la quantità di caffè erogato in precedenza, in modo da non essere costretti a dover settare le relative impostazioni prima di ogni utilizzo.

Prezzi e materiali

Sebbene la maggior parte delle macchine per il caffè a capsule presenti un design moderno e accattivante, in fase di scelta non bisogna considerare solo l’estetica e l’ingombro del prodotto, ma occorre prestare attenzione anche alla qualità dei materiali impiegati per la sua costruzione.

I modelli più solidi e robusti hanno una struttura esterna in lega metallica per assicurare una maggiore durata nel tempo anche in caso di utilizzi intensivi, mentre le versioni più economiche vedono l’impiego di materiali plastici meno resistenti e soggetti a usurarsi più rapidamente rispetto all’acciaio.

A incidere sulla scelta della macchina da caffè, però, dovrebbe essere anche l’affidabilità del marchio che la produce, visto che le aziende più quotate del settore (come Nestlé, Nespresso e De’Longhi) propongono elettrodomestici più efficienti e realizzati con materiali di qualità superiore, senza contare il fatto che affidarsi a un brand serio e rinomato renderà anche più facile ricevere l’assistenza tecnica necessaria in caso di guasti o malfunzionamenti.

 

 

 

Come utilizzare una macchina da caffè a capsule

 

Le macchine per il caffè in capsule a uso domestico hanno ormai conquistato il mercato nazionale, tanto è vero che negli ultimi tempi le troviamo in pianta stabile in molte cucine italiane. Da molti considerate una valida alternativa all’espresso del bar, permettono di preparare a casa un caffè gustoso e con il giusto grado di cremosità, premesso ovviamente un corretto utilizzo dell’elettrodomestico, s’intende!

Il primo utilizzo

Per settare al meglio una macchine per il caffè in capsule appena acquistata è necessario pulirla in maniera adeguata per ottenere fin da subito un espresso all’altezza delle aspettative. Il primo passaggio, quindi, consiste nello smontare le componenti removibili e lavarle con acqua tiepida, in modo da eliminare i cattivi odori ed eventuali residui della lavorazione industriale.

Fatto questo, occorre riempire il serbatoio con acqua, senza però inserire la capsula nel relativo vano della macchinetta, e farle fare un primo giro a vuoto per rimuovere lo sporco e potenziali cariche batteriche. Una volta svuotato il contenitore, potrete preparare il vostro primo caffè, che non dovrà essere bevuto ma buttato, perché probabilmente sarà di gusto scadente.

 

Come tarare la macchina

Per utilizzare in modo corretto la macchina per il caffè espresso, dopo la pulizia e la preparazione del primo espresso a “perdere”, bisogna settare l’apparecchio seguendo le istruzioni riportate sul manuale d’uso a corredo.

In genere, i parametri di funzionamento da rispettare riguardano: la pressione della caldaia, che dovrebbe essere compresa tra i 15 e i 18 bar, la regolazione della temperatura e il tempo di estrazione.

Alcuni modelli, inoltre, permettono di decidere la quantità di caffè che si desidera ottenere nella tazza, con la possibilità di poter interrompere manualmente l’erogazione della bevanda in preparazione per ottenere un espresso più lungo o concentrato.

La scelta delle capsule

La qualità del caffè erogato non dipende solo dalla macchina scelta, ma anche dal tipo di capsule utilizzate. Molte aziende propongono un’ampia selezione di prodotti che vanno dalle miscele tradizionali a quelle aromatizzate, fino ad arrivare agli infusi più particolari e costosi.

Per chi è particolarmente attento al risparmio, il mercato offre anche capsule “non originali” ma perfettamente compatibili con la maggior parte dei modelli disponibili in commercio, anche se in questi casi bisognerà valutare con maggior attenzione l’adattabilità del prodotto con l’elettrodomestico in proprio possesso per evitare problemi di sorta.

Se, poi, siete alla ricerca di un modello particolarmente versatile e performante, in vendita si possono trovare anche macchine che funzionano sia con le tradizionali capsule sia con il caffè macinato, così da poter scegliere di volta in volta la miscela da utilizzare per ottenere un espresso corrispondente ai propri gusti.

Infine, se avete a cuore il delicato problema della sostenibilità ambientale, alcune torrefazioni (come Borbone e Vergnano) propongono capsule da caffè ecologiche e biodegradabili i cui involucri sono realizzati con materiali 100% naturali e completamente riciclabili nell’umido.

Nespresso, invece, propone ai suoi clienti la possibilità di poter consegnare le capsule usate ai relativi punti vendita, per recuperare l’alluminio e riutilizzarlo per la produzione di nuovi prodotti.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come è fatta una macchina da caffè a capsule?

Le macchine da caffè a capsule sono generalmente costituite da un serbatoio dove inserire l’acqua necessaria per la preparazione dell’espresso, una resistenza elettrica che permette il raggiungimento della temperatura ideale e un gruppo di erogazione.

I modelli più completi e versatili sono, inoltre, provvisti di una lancia per il vapore dedicata alla montatura del latte per il cappuccino e un vano che raccoglie le capsule usate, così da non doverle rimuovere manualmente dopo ogni utilizzo.

Come funziona la macchina per il caffè a capsule?

Come già anticipato, il funzionamento di questi elettrodomestici risulta semplice e intuitivo per chiunque, poiché basta riempire il serbatoio con acqua, inserire la capsula nell’apposito vano e premere il pulsante dedicato per ottenere un espresso caldo e della giusta consistenza.

Una volta acceso l’elettrodomestico, l’acqua viene riscaldata da una resistenza elettrica e prelevata attraverso un tubo posizionato sul fondo del serbatoio, in modo da raggiungere la miscela ed erogare in pochi minuti l’infuso, che verrà raccolto nella tazzina posizionata sul poggiatazza in dotazione.

 

Come pulire la macchina del caffè a capsule?

Provvedere a una regolare pulizia della propria macchina per il caffè a capsule è fondamentale per mantenerne elevata l’efficienza nel corso del tempo. La prima cosa da fare, quindi, è rimuovere con cadenza periodica il filtro anticalcare, il serbatoio e le altre componenti smontabili per lavarle sotto il getto dell’acqua corrente, aiutandosi magari con una spazzola a setole morbide per rimuovere eventuali residui di sporco e calcare.

Inoltre, ogni trecento caffè erogati (o almeno una volta ogni tre-quattro mesi) si dovrà procedere con la decalcificazione, utilizzando un prodotto specifico oppure una miscela a base di acqua e acido citrico.

 

Quanti bar deve avere una buona macchina da caffè?

Per ottenere un buon caffè è necessario che la pressione esercitata dalla pompa sia compresa tra i 15 e i 18 bar, anche se in commercio sono disponibili modelli più professionali e performanti capaci di raggiungere i 20 bar di pressione, ma in questo si dovrà essere disposti a spendere qualcosina in più per ottenere un espresso di qualità elevata.

 

Quali capsule usare per la macchina da caffè espresso?

La maggior parte delle macchine da caffè a capsule funziona solo con prodotti specifici, consigliati dall’azienda nella scheda tecnica. Questa caratteristica, ovviamente, potrebbe rappresentare una limitazione per quanti non vogliono comprare solo le capsule di quella marca nella prospettiva di risparmiare.

Per loro fortuna, in vendita esistono anche modelli che, a parità di funzioni e costo, permettono l’utilizzo di capsule compatibili acquistabili a un prezzo nettamente inferiore, così da avere una più ampia scelta di miscele e semplificare, al contempo, la gestione dell’elettrodomestico.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS