RGV 110851 – Recensione

Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

Principale vantaggio

Molto economico e intuitivo nel funzionamento, questo modello di base è un ottimo sistema per introdursi al mondo degli estratti e scoprirne il grande potenziale.

 

Principale svantaggio

Versatile e adatto a estrarre il succo dalla frutta e la verdura meno fibrosa, di fatto non offre molti margini d’azione con gli ingredienti più duri come le carote. Del tutto esclusa la possibilità di estrarre il succo dalla frutta secca.

 

Verdetto: 9.8/10

Non serve spendere molto per concedersi un estratto di frutta e verdura ricco di vitamine e minerali. Qui con una spesa molto bassa, è possibile processare la maggior parte degli ingredienti in pochi minuti e senza alcuna difficoltà. Alcune funzioni base possono essere selezionate dal pannello frontale per offrire una più ampia panoramica delle possibilità offerte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Estrattore RGV, economico ma di carattere

Gli estrattori di succo economici o costosi cambiano prestazioni in base alle loro caratteristiche costruttive. Non si guarda solo alla potenza del motore, per esempio. Serve tenere in considerazione quali materiali sono stati usati per realizzare le parti sottoposte a maggiore stress. In questo caso, il modello base è meno performante e non offre la stabilità che ci si aspetta da un modello più complesso. Infatti non è indicato per la realizzazione di estratti da frutta secca o molto fibrosa.

Si può usare con successo con la frutta ben matura e ricca di succo al suo interno che consente di ottenere un risultato finale molto gradevole. Simile a quello dei succhi di frutta confezionati, ma ricco di nutrienti che la pastorizzazione e il processo industriale azzera.

Caratteristiche tecniche

La presenza del motore da 200 watt non dovrebbe illudere sulla particolare potenza del dispositivo. Si rivela adatto a processare alimenti morbidi e succosi, ma non conviene stressare i meccanismi e gli ingranaggi con altri che oppongono maggiore resistenza.

Quindi la sua migliore applicazione è la realizzazione di succhi di frutta con l’aggiunta di qualche verdura in piccoli pezzi. Altro accorgimento utile da adottare riguarda la possibilità di alternare pezzi di alimenti con più fibre a quelli con più succo per evitare di intasare i filtri.

Il peso è contenuto, ma assicura la dovuta stabilità durante il processo di estrazione del succo. Una buona macchina in grado di regalare gradevoli soddisfazioni per la colazione e la merenda di ogni giorno.

 

Design semplice ma funzionale

Come la maggior parte degli estrattori, anche questo è dotato di un imboccatura dalla quale far scivolare i pezzi da processare. Non è troppo grande e questo implica la necessità di ridurli in parti più piccole, col vantaggio di non intasare il filtro.

La separazione tra fibra e succo avviene all’interno e la prima viene destinata al cestello per lo scarto, mentre il secondo viene versato attraverso il boccaglio con tappo antigoccia. Entrambi i contenitori hanno una capacità di un litro. Quindi sono molto capienti e permettono di processare grandi quantità di prodotto per tutta la famiglia.

Il contenitore interno che raccoglie la frutta da processare è graduato, così è possibile controllare l’andamento dell’estrazione. Senza esagerare né sottoporre a troppo stress il motore, è possibile controllare in dettaglio l’andamento del lavoro.

 

Dotazione

Non particolarmente ricca la dotazione, che prevede solo i pezzi utili per processare la frutta e la verdura insieme ai due contenitori. Quindi il filtro è solo uno e il risultato dell’estrazione non varia in base alla quantità di fibra desiderata.

È possibile, però interagire con la macchina dal pannello di comando che offre alcune funzioni utili che si possono governare facilmente. La velocità di rotazione della coclea, per esempio, si può regolare manualmente rallentandola quando si vogliono processare gli alimenti più duri e che richiedono di procedere per gradi. La coclea, infatti, non è in ultem e potrebbe subire danni se sottoposta a eccessivo stress.

 

Pulizia e manutenzione

Dato che è composta da pochi pezzi, la macchina si smonta e si sciacqua in poche mosse. In più è presente tra le varie funzioni quella di risciacquo. Si procede aggiungendo dell’acqua pulita e attivando questo specifico programma. Quindi la maggior parte del residuo fibroso viene rimossa in poco tempo e senza sforzo.

La pulizia accurata e approfondita delle parti a contatto con i cibi è fortemente raccomandata. Una volta completato il prelavaggio, si completa lavando a mano e con l’aiuto dell’apposita spatolina. Mantenere umide le fibre aiuta a evitare incrostazioni, difficili da trattare in seguito vista la superficie irregolare dei diversi elementi.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS