Ariete 723 Party Grill – Recensione

Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

Principale vantaggio:

Malgrado le dimensioni contenute è possibile intervenire sul termostato per decidere a che temperatura cucinare i diversi ingredienti, così da regolare la cottura in base alle esigenze dell’alimento e senza rischiare di bruciarlo senza cuocerlo bene.

 

Principale svantaggio:  

La griglia su cui si appoggiano gli alimenti da cucinare è singola, quindi non li fissa alla loro postazione e bisognerà sollevare un ingrediente alla volta per cuocerlo da entrambi i lati.

 

Verdetto: 9.8/10

Una griglia molto economica eppure in grado di regalare grandi soddisfazioni. Fa piacere sapere di poter contare su una notevole potenza di 2,2 kW, dimensioni tutto sommato adatte a una famiglia di medie dimensioni e una certa facilità di trasporto grazie al peso contenuto e ai comodi manici ai lati. Si può anche pensare di portare a tavola la griglia per consentire agli ospiti di cucinare al gusto la propria bistecca.  

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Compatta ma potente

Il barbecue elettrico di Ariete fa al meglio il suo dovere seppure con un peso contenuto e dimensioni leggermente più piccole della media. Si fa apprezzare per la potenza delle griglie che sviluppano parecchio calore grazie ai 2,2 kW effettivi. Il calore, però, si può regolare e decidere di impostarlo su un livello più basso contenendo i consumi, ma soprattutto cuocendo a puntino anche gli ingredienti più delicati che necessitano di cotture lente e a temperatura controllata. Oppure si può scegliere di impostare il termostato perché funzioni alla massima potenza e quindi cucinare senza far “sobbollire” anche i tagli più importanti.

Design inteligente

È realizzata in modo da essere ben compatta e facile da spostare, per questo si apprezza la presenza dei due manici laterali che permettono di afferrarla ancora calda e spostarla dove è più comodo. Se si ha la possibilità di collegarla alla presa di corrente più vicina, è possibile portarla a tavola e permettere ai commensali di arrostire a puntino gli ingredienti da portare immediatamente sul proprio piatto. Una trovata interessante per rendere più gradevole una cena in compagnia o in famiglia.

Il peso molto contenuto, di poco superiore a un chilo, rende ancora più semplice realizzare questo tipo di utilizzo. Quel che conta è assicurarsi che la base al di sotto sia ben stabile e che i quattro piedini della piastra possano appoggiare in equilibrio.

 

Con vassoio per la raccolta dei liquidi

Il grasso che cola dagli alimenti viene raccolto nell’ampia vaschetta sottostante. Si può aggiungere un po’ d’acqua, giusto quella che serve per intrappolare il grasso ed evitare che, bruciandosi, provochi cattivo odore. La piastra, infatti non emette quasi per niente fumo e può essere utilizzata anche in contesti difficili, come quelli condominiali in cui è essenziale evitare che gli odori della cucina invadano gli spazi comuni.

Il vassoio si può estrarre dal suo alloggiamento, questa è una gran comodità perché permette di pulire per bene la piastra ed evitare che residui di cibo e grasso rimangano a sporcarla. Anche la griglia si rimuove completamente e non resta ancorata alla resistenza. Così la manutenzione dell’elettrodomestico è semplice e molto intuitiva.

 

Temperatura facile da regolare

Seppure si possa impostare la temperatura di cottura su soli due livelli, la piastra è adatta a cuocere ingredienti diversi perché si può optare per una cottura lenta o una più rapida. Così le verdure o il pesce che hanno bisogno di tempi più lunghi a temperature non eccessive, possono essere cotti con buoni risultati senza dover di continuo rigirare gli alimenti per evitare che si brucino. 

Al contrario, i tagli di carne rossa che hanno bisogno di temperature elevate per una chiusura perfetta dei pori e una cottura esterna rapida contro una interna al sangue, se si desidera, possono cuocere a temperature più elevate una volta che il termostato raggiunge il livello idoneo. Per questo è utile la presenza della spia che segnala il raggiungimento della temperatura massima in base alle impostazioni scelte.

Si trovano sullo stesso blocco della resistenza anche le due manopole per regolare temperatura di cottura e impostazione utile per l’utilizzo. Così è facile smontare del tutto la piastra e rimuovere le parti che sono direttamente collegate alla corrente, e che per questo non vanno bagnate con acqua. In questo modo si semplifica in maniera netta l’operazione di pulizia di tutte le parti della piastra.

  

Clicca qui per vedere il prezzo

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS