Le migliori ricette per il barbecue pensate per chi ama grigliare

Ultimo aggiornamento: 05.10.22

““Il barbecue è un invito alla buona tavola casalinga, ma a una tavola particolare dove, al piacere di una cucina genuina, che esalta il sapore degli alimenti, si aggiunge la gioia di una giornata all’aria aperta.”

 

 

C’è poco da dire: il barbecue unisce tutti, con la sua cottura uniforme e l’aroma affumicato. Ecco alcune idee originali per sorprendere i vostri amici a cena.

 

Quando c’è amore nell’aria è tutto più bello, ma non può di certo sostituire l’odore di grigliata che si sprigiona ogni estate. Che si tratti di barbecue elettrico, a carbonella o a gas, l’obiettivo di ogni esperto è quello di far godere con il palato i propri commensali. Spesso però capita di essere stufi di proporre sempre le solite cose, ecco perché diventa di fondamentale importanza creare un proprio ricettario e lasciarsi ispirare da soluzioni originali o per cui non si ha mai avuto il coraggio di provare la preparazione.

Il barbecue fai-da-te è, tra l’altro, una delle attività più belle da fare in compagnia, perché unisce proprio tutti: da chi prepara i contorni a chi si occupa della cottura, tra un sorso di birra artigianale e l’altro. Ecco allora che abbiamo pensato alle seguenti ricette per il barbecue da provare il più presto possibile.

 

Pulled pork: ricetta originale americana

Qualsiasi vero appassionato ed esperto di barbecue deve provare almeno una volta nella vita a realizzarlo. Si tratta di un vero banco di prova, che permette di scoprire la vera essenza del BBQ. Il maiale sfilacciato è un piatto tipicamente americano, che prevede una cottura indiretta, lenta e in cui il fumo diventa uno dei protagonisti fondamentali.

L’ingrediente principe è senza dubbio la spalla di maiale, che avrà un peso che parte da circa 2,5 kg. A questo si aggiungono poi le materie prime per la preparazione del cosiddetto rub (lo sfregamento delle spezie), composto da aglio, sale e pepe, senape da spalmare, peperoncino, semi di sedano, cumino, paprika dolce e zucchero di canna.

La prima cosa da fare sarà quella di preparare proprio quest’ultimo, miscelando tutti insieme gli ingredienti in una ciotola; può essere applicato poi sulla carne, sia poco prima della cottura e sia la sera prima, lasciando la spalla di maiale a macerare per più tempo.

Il giorno della cottura, preparate il barbecue e impostate le aperture dell’aria così da raggiungere 150°C all’interno, procedendo poi con l’affumicatura. Cuocete il pezzo di carne con il coperchio per almeno 2 ore, o fino a quando non noterete che si sarà formata la deliziosa crosticina sulla superficie.

A questo punto trasferite tutto in una vaschetta, copritelo con della carta stagnola e mettetelo di nuovo sul barbecue per almeno altre 6 ore, a una temperatura tra 130°C e 150°C. Il pezzo di carne dovrà raggiungere al suo cuore circa 98°C per poter poi essere sfilacciato come si deve.

 

Bombette pugliesi e peperoni imbottiti

Lo sappiamo: ci sono alcune preparazioni tipiche della nostra penisola che non possono essere battute sul campo. Sono spesso e comunque ricette semplici ma proprio per questo indimenticabili, perché nella loro essenza parlano di una tradizione centenaria.

In questo caso ci stiamo riferendo proprio alle bombette pugliesi, un concentrato di sapore e di gusto davvero unico.

Per preparare gli autentici involtini di carne sul barbecue dovete procurarvi delle fette sottilissime di capocollo di maiale, e farcirle con un composto di aglio e prezzemolo tritati, sottili fette di pancetta e caciocavallo. Poi, sono molti quelli che amano anche realizzarne di più particolari, aggiungendo per esempio la granella di pistacchio o il gorgonzola all’interno.

La cottura sarà davvero molto rapida, perciò una volta messi sul barbecue dovrete aspettare giusto qualche minuto: il tempo che si formi la deliziosa e succulenta crosticina esterna e che l’interno diventi morbido e filante.

Alle bombette pugliesi, poi, potrete accompagnare anche altro, come nel caso dei peperoni imbottiti. Questi si possono preparare in maniera semplicissima: arrostite l’ortaggio sul barbecue, quindi eliminate la parte interna e nel frattempo realizzate un composto con aglio, basilico, prezzemolo, sale, olive di gaeta, uova, capperi sotto sale, parmigiano e pane raffermo rammollito.

Riempite i peperoni cotti al barbecue con tutto questo e poi passateli al forno dopo averli spolverati con un po’ di pangrattato e aver messo un filo d’olio extravergine di oliva.

Il risultato ottenuto sarà qualcosa di sconvolgente per il palato.

 

Hamburger fatto in casa

Preparare gli hamburger in casa e con il barbecue è una vera e propria arte, che non va sicuramente presa sotto gamba. Per realizzarne uno “da paura” usate carne trita di manzo con il 70% di parte magra e 30% di parte grassa. Cuocetela sul barbecue, facendo fare quella deliziosa crosticina il cui sapore esploderà poi in bocca.

Prima di togliere l’hamburger dalla griglia, posizionate sopra qualche fetta di formaggio e, mentre si scioglie, rendete il bacon croccantissimo. Una volta pronta, prendete il classico panino morbido, quindi tagliatelo a metà, aggiungete la maionese o una buona salsa barbecue fatta in casa, due fette di pomodoro e qualche foglia di insalata fresca.

Seppie alla griglia 

Per gli amanti del mare, la soluzione migliore è senza dubbio questa: seppie fresche alla griglia accompagnate da patate hasselback. 

Le prime sono semplici da realizzare: basterà solamente disporle sul barbecue e lasciarle cuocere per qualche minuto, senza esagerare, altrimenti diventeranno gommose.

Le patate invece sono un piatti tipico della cucina svedese e si realizzano cuocendole con la buccia, incidendole longitudinalmente e inserendo all’interno di ogni parte un composto di burro, aglio, timo e rosmarino. Il risultato sarà davvero sorprendente e gustoso, sicuramente un po’ pesante per l’estate ma sempre piacevole, un morso dopo l’altro.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS