Come sterilizzare i vasetti col microonde

Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

Mantenere una perfetta igiene in cucina è fondamentale per la sicurezza e salute di tutta la famiglia. Questa regola vale anche per i vasetti di vetro e i biberon, che si possono sterilizzare facilmente anche con il microonde. Vediamo come fare.

 

Da quando ha fatto la sua comparsa nel 1947, il forno a microonde è diventato un elettrodomestico sempre più presente nelle cucine di tutto il mondo. Efficiente, veloce e con un dispendio energetico contenuto, questo metodo di riscaldamento e cottura dei cibi ha totalmente rivoluzionato il modo di cucinare, rendendo possibile la preparazione di piatti gustosi e leggeri anche da parte di chi non è propriamente un fenomeno ai fornelli, complice la sua particolare praticità d’uso.

Da che si poteva considerare un semplice optional, è via via diventato sempre più fondamentale nella quotidianità domestica, utile non solo per scongelare, riscaldare e cucinare le pietanze, ma anche per sterilizzare barattoli, biberon e oggetti in vetro, così da mantenere tutto perfettamente pulito e in ordine senza essere costretti a riempirsi la casa di prodotti chimici inquinanti e costosi.

La sterilizzazione in microonde è infatti facile e veloce: basta rispettare le poche e semplici regole di base per garantire un’impeccabile igiene dei vasetti di vetro, impedendo lo sviluppo di muffe e microrganismi pericolosi per la salute. In questo articolo vedremo come sterilizzare i barattoli di vetro nel microonde per un risultato perfetto.

Alcune accortezze prima di cominciare

Come già anticipato, sanificare i barattoli è un’operazione piuttosto semplice e che va necessariamente eseguita sia sui contenitori nuovi sia su quelli già usati in precedenza per realizzare le proprie preparazioni culinarie in modo sano e sicuro. Prima di iniziare occorre, però, assicurarsi che i contenitori di vetro siano integri, senza scheggiature e perfettamente puliti. Quindi, la prima cosa da fare è lavarli con acqua calda per rimuovere eventuali residui di cibo e polvere, prestando attenzione a pulire anche guarnizioni e coperchi.

Se si vogliono riutilizzare i classici barattoli di vetro acquistati al supermercato per la conservazione degli alimenti, bisognerà rimuovere anche eventuali etichette e residui di colla prima di inserirli in microonde. Per non rovinare il recipiente si può lasciarlo in ammollo per una trentina di minuti in una bacinella riempita con acqua calda e aceto diluiti in parti uguali oppure inumidire la carta passandoci sopra un po’ di olio alimentare in modo da ammorbidire la colla e rendere più semplice la rimozione dell’etichetta.

Per quanto riguarda i vasetti di vetro con il coperchio, se quest’ultimo è realizzato in acciaio, alluminio o rame bisognerà sterilizzarlo a parte per evitare che i metalli provochino scariche elettriche potenzialmente pericolose all’interno del forno.

 

Come sterilizzare i vasetti di vetro nel microonde

Dunque ancora una volta il nostro bel forno a microonde ci torna utile, ma questa volta non per cucinare bensì per igienizzare utensili e contenitori. Ma davvero il forno a microonde sterilizza? Tecnicamente le onde elettromagnetiche non sterilizzano i recipienti, ma sono comunque in grado di riscaldare l’acqua fino a farle raggiungere temperature elevatissime che renderanno l’ambiente ostile per la proliferazione di germi, batteri e muffe.

Certo, non è una scoperta che l’acqua bollente igienizza: le nostre nonne, infatti, la utilizzavano per sterilizzare i barattoli per le conserve, e prima ancora nelle strutture ospedaliere venivano impiegati appositi bollitori per disinfettare le siringhe.

Ed ecco quindi la geniale intuizione di sfruttare il microonde da incasso o free standing come uno sterilizzatore: non occorre armeggiare con attrezzi particolari o rendere la cucina una sauna, basta solo seguire quattro semplici passaggi.

♦ Riempite i barattoli che volete sterilizzare per ¾ con acqua e riponeteli nel microonde senza il coperchio;

♦ Accendete l’elettrodomestico a 800 W e lasciate scaldare i contenitori per 2-3 minuti, fino a quando l’acqua al loro interno non inizia a bollire;

♦ Prelevate i vasetti con l’aiuto di un canovaccio o un guanto da forno per non scottarvi e rimuovete l’acqua;

♦ Metteteli ad asciugare capovolti su un panno pulito.

Se volete utilizzare i barattoli per conservare marmellate o altri alimenti caldi, potete riempirli con le conserve bollenti subito dopo averli estratti dal microonde, capovolgendoli con il coperchio e lasciandoli così fino al raffreddamento.

 

Come sterilizzare il biberon in microonde

Il metodo della sterilizzazione con il microonde si rivela molto efficace anche quando si tratta di igienizzare biberon, ciucci e altri oggetti con cui i bambini entrano in contatto. Prima di procedere, però, è necessario controllare che il contenitore sia in grado di sopportare le alte temperature, verificando che sulla confezione venga indicata l’idoneità dell’oggetto a essere inserito nell’elettrodomestico, soprattutto se realizzato in plastica o materiali diversi dal vetro.

Se il biberon presenta le caratteristiche necessarie, si può quindi procedere con la sanificazione in microonde riempiendolo con circa 200 ml di acqua e riponendolo in un apposito contenitore per la sterilizzazione, facilmente reperibile nei negozi di articoli per l’infanzia o su internet.

Fatto questo, non resta che impostare l’elettrodomestico alla temperatura massima e attendere che faccia il suo lavoro. Quanto alle tempistiche per una sterilizzazione accurata, se il forno ha una potenza di 850 Watt bisognerà attendere dagli otto ai dieci minuti al massimo, mentre per quelli da 1.000 W saranno sufficienti cinque minuti. Una volta terminato il processo di sterilizzazione, lasciate il contenitore nel forno per almeno un paio di minuti prima di rimuoverlo, in modo da farlo raffreddare ed estrarlo in sicurezza.

 

Altri metodi per sterilizzare i vasetti

Se non si dispone di un microonde o semplicemente si vuole utilizzare un metodo alternativo, si possono sterilizzare barattoli e vasetti di vetro anche nel forno tradizionale, ponendoli sulla gratella e impostando la temperatura a 100°C. Trascorsi cinque minuti, spegnete l’elettrodomestico e lasciate raffreddare i contenitori nella camera di cottura con lo sportello chiuso per mezz’ora, aggiungendo anche i coperchi quando la temperatura inizia a calare.

Un’altra soluzione rapida ed efficace per la sterilizzazione dei barattoli è la lavastoviglie: basta, infatti, inserire i vasetti e i relativi coperchi, precedentemente puliti e lavati con acqua e aceto, nel cestello dell’elettrodomestico a testa in giù (senza altre stoviglie) e selezionare un ciclo di lavaggio ad alte temperature. Trascorso il tempo necessario, tirateli fuori e lasciateli asciugare capovolti su un canovaccio pulito.

Se, invece, preferite il metodo classico della sterilizzazione in pentola, dopo averla foderata con un panno di cotone pulito, appoggiatevi sopra i barattoli, con il lato aperto rivolto verso l’alto, e mettete un altro canovaccio tra i vasetti per impedire che urtino tra loro; quindi, riempite la pentola con acqua fredda e lasciate bollire per una trentina di minuti, avendo premura di immergere anche i coperchi dopo venti minuti dall’inizio del bollore. Una volta spento il fuoco, prelevate i contenitori con l’aiuto di una pinza e fateli scolare a testa in giù, appoggiandoli sempre su uno straccio pulito.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS