I consigli su come scongelare il pesce velocemente

Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

Ci sono procedure consolidate per scongelare il pesce da freezer e cuocerlo in padella o al forno. Ecco quali sono, più alcuni suggerimenti che vi torneranno utili.

 

Come si fa a scongelare rapidamente il pesce? Ecco una delle domande che si pone chi ama gustare un merluzzo o una spigola acquistata dal reparto surgelati del proprio supermercato di fiducia. Come potete immaginare, i rischi di uno scongelamento errato non sono zero, ecco perché ci sono alcune procedure fondamentali da seguire per evitare in primis la contaminazione batterica, e in secundis la perdita di qualità fondamentali come il sapore e la consistenza.

Del resto, il pesce surgelato è sicuramente una valida alternativa per chi non può permettersi di acquistare quello fresco quotidianamente o due o tre volte a settimana, perciò sarebbe un peccato rovinarlo.

Possiamo dire fin da subito che, per molti professionisti, il sistema migliore sembra essere quello di lasciarlo scongelare da solo, magari mettendolo in frigorifero la sera prima dell’effettivo giorno di consumazione. Può capitare però di avere fretta, perché si deve tornare al lavoro o si hanno ospiti dell’ultima ora a cena. Ebbene, in questi casi sicuramente torneranno utili due soluzioni: metterlo sotto l’acqua corrente fredda, quindi nel lavello da cucina, oppure cucinarlo ancora congelato nel forno o in padella.

Ma nei prossimi paragrafi approfondiamo le giuste procedure per scongelare il pesce velocemente.

Controlli accurati

Immaginiamo per un attimo che tornate a casa dal lavoro, e che è sera tardi, ma avete una voglia matta di merluzzo intero al forno. Dovete sapere che fare un acquisto giusto, consapevole e migliore bisogna innanzitutto verificare che il pesce che si acquista sia sicuro, ben sigillato e, soprattutto, completamente congelato.

La catena del freddo non deve mai interrompersi, altrimenti c’è il rischio di mangiare un merluzzo con un’alta carica batterica e che quindi potrebbe causare alcuni problemi intestinali.

La scelta del vostro merluzzo deve essere imprescindibilmente accurata, notando che la confezione sia liscia, cioè non ricoperta dal ghiaccio, e che quindi non ci siano residui di brina fuori e dentro.

Questi ultimi sono sinonimo di un prodotto che ha subito sbalzi termici importanti e che per questo motivo può essere pericoloso, perché contaminato o, nella peggiore delle ipotesi, non commestibile.

Scongelare il pesce diventa quindi solo un secondo step, che non può esserci se prima, ossia a monte, non si ha la qualità e la sicurezza necessaria e fondamentale. Ma guardiamo più nel dettaglio le due procedure principali che seguono il controllo accurato e l’acquisto consapevole.

Come scongelare il pesce in frigorifero

Il primo metodo da seguire se si vuole scongelare il pesce è quello classico e consigliato dai professionisti. Ne abbiamo già accennato nell’introduzione di questo articolo, ma qui approfondiremo più nel dettaglio la procedura.

Il prodotto (nel caso del nostro esempio il merluzzo) si scongela evitando sbalzi termici importanti, quindi mantenendolo costantemente in ambienti freddi.

Questo metodo è sicuro e permette anche di godere di alcuni vantaggi da non sottovalutare: il mantenimento della consistenza originale e del sapore.

Qualora il prodotto acquistato sia sottovuoto, non sarà necessario rimuovere la confezione, anche perché il tempo massimo di scongelamento domestico è di 24 ore, quindi un giorno intero. In questo caso però sarà importante evitare di lasciarlo sul ripiano della cucina, ossia fuori dal frigorifero, perché si favorisce la moltiplicazione batterica.

 

Scongelamento rapido del pesce

C’è anche un’altra soluzione quando si vuole scongelare il merluzzo velocemente, ed è metterlo sotto il getto di acqua corrente fredda, dentro la confezione.

Il pesce, infatti, è bene che non si bagni, almeno fino a quando i suoi tessuti non risultano completamente decongelati.

La tempistica in questo caso può variare di molto, a seconda della grandezza effettiva del merluzzo che volete mangiare per cena. 

Sappiamo che potreste essere tentati di utilizzare l’acqua calda, per velocizzare ancora di più il processo, ma meglio evitare, perché ne altererebbe il gusto, il sapore e renderebbe lo scongelamento non uniforme su tutta la superficie.

Piuttosto, se avete i minuti contati, sarà utile utilizzare il microonde, ma nel parleremo nel prossimo paragrafo. 

 

Pesce congelato, pentola a pressione e microonde

La cucina offre un modo di cuocere il pesce sempre diverso, ma poche volte si parla dell’effettiva modalità per scongelarlo in una manciata di minuti.

Infatti, oltre ai due metodi già spiegati (quello del frigorifero e del getto d’acqua corrente fredda), altre due soluzioni sono il microonde e la pentola a pressione.

Parlando di quest’ultima, sappiamo essere un procedimento rapido e comodissimo, solo che bisogna considerare e valutare molto bene le tempistiche, per evitare di rovinare i tessuti del pesce.

Lo scongelamento del pesce in microonde è invece sicuro e altrettanto veloce, nonché ideale e igienico, perché permette di conservare i nutrienti delle pietanze senza troppi problemi. Optando per la classica funzione “defrost”, limiterete la proliferazione batterica sulla superficie del merluzzo che volete per cena.

Bisogna fare attenzione soltanto alla quantità di pesce e quindi se sarà il caso di decongelare piccole parti alla volta, per farlo accuratamente.

Nel frattempo potrete sfruttare il tempo per sbrinare il freezer con il sale, utilizzando una spatola per pulirlo e quindi mantenere sempre in ordine questo pratico elettrodomestico, utilissimo per la vita quotidiana in casa.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS