Gli 8 migliori lavelli da cucina del 2022

Ultimo aggiornamento: 05.10.22

 

Lavello da cucina – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Il lavello da cucina è un elemento del quale non si può fare a meno ma che si può scegliere tra innumerevoli varianti. Materiali, dimensioni, forma, mono o doppia vasca, ce n’è abbastanza da perderci la testa! Eppure fare la scelta giusta premia perché dà alla cucina un aspetto più gradevole e quindi rende tutta la casa più accogliente e bella. Inoltre, il tipo di manutenzione richiesta deve essere in linea con il tempo e le attenzioni che è possibile dedicare, al lavello e a tutto il resto della casa.  In questa guida vogliamo offrirvi un’attenta e accurata selezione dei migliori prodotti, sono stati scelti tenendo conto del buon rapporto tra prezzo e qualità e anche del numero di preferenze ottenute da parte degli acquirenti. Siamo certi che tra questi troverete quello adatto alla vostra cucina o l’ambiente in cui desiderate collocare un rubinetto. Vi suggeriamo di fare particolare caso alle qualità dei primi due modelli nella nostra classifica. Arredobagnoecucine Mobile cucina lavello inox è una soluzione completa per arredare efficacemente una cucina piccola o secondaria. Timbre D’Office Lavello ha uno stile classico che ben si adatta nelle cucine dallo stile rustico.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori lavelli da cucina – Classifica 2022

 

State cercando quale lavello da cucina comprare? Qui vi suggeriamo alcuni tra i modelli più apprezzati quest’anno dagli acquirenti. Le diverse ditte di sanitari e accessori d’arredo hanno proposto novità interessanti che meritano una approfondita considerazione.

 

 

Lavello da cucina con mobile

 

1. Arredobagnoecucine Mobile cucina 2 ante, cassettiera, lavello inox

 

Il bello di questo lavello da cucina con mobile è di essere completo di tutto quello che serve per arredare la cucina in poche battute. Il set è completo di lavello con gli scarichi e il sifone, perfettamente compatibile con il mobiletto con due ante e quattro cassetti laterali. Perfetto per avere tutto quello che serve a portata di mano senza dover cercare soluzioni compatibili per il pezzo d’appoggio.

Quando si tratta di decidere come scegliere un buon lavello da cucina, la qualità dei materiali e il buon rapporto con il prezzo la fanno da padrona. Questo modello, seppure d’aspetto un po’ spartano, riesce a soddisfare le esigenze di base per l’arredo di una piccola cucina.

Non sempre le offerte riescono ad accontentare tutti, questo modello, però, ha la possibilità di essere montato come è più comodo. Quindi si può decidere se i cassetti con lo scolapiatti devono andare a destra o sinistra. È sufficiente comunicarlo per tempo al venditore.

 

Pro

Completo: Oltre al lavello a doppia vasca e scolapiatti, questa soluzione comprende anche il mobile compatibile a doppia anta e con quattro cassetti.

In acciaio inox: Il mobile è in truciolato con il rivestimento laminato resistente all’umidità, mentre il lavello è in lamierino piuttosto spesso.

Economico: Il prezzo finale appare molto vantaggioso, adatto a chi deve arredare una piccola cucina o una seconda casa e non vuole spendere troppo.

 

Contro

Poco profondo: Le dimensioni non sono standard ma quelle che ci si aspetta da una cucina economica. Quindi potrebbe risultare difficile abbinare la lavastoviglie.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lavello da cucina in ceramica

 

2. Timbre D’Office Lavello in ceramica Country

 

Questo lavello da cucina in ceramica è un pezzo unico, molto solido e ben piantato. È necessario appoggiarlo sul ripiano ma può anche essere incassato all’interno, a patto che la struttura portante sia molto stabile.

In comparazione con altri modelli presenti in questa lista di prodotti, si fa apprezzare per l’aspetto rustico che ricorda le cucine di un tempo, con dettagli molto curati e che richiamano il design tipico. Dal momento che è pensato soprattutto per essere appoggiato sul ripiano, la profondità coincide con la notevole altezza del bordo esterno.

Tra i lavelli venduti online, questo appare uno tra i più strutturati e importanti. Infatti il peso raggiunge quasi i 50 chili, è ricavato da un unico stampo e non ci sono elementi che si combinano per ottenere le due vasche e il piccolo scolatoio. Una delle due vasche è più grande e per questo comoda per pulire bene le verdure e gli altri alimenti. Quindi è un valido alleato in cucina.

 

Pro

Doppia vasca: Una più piccola per mettere  in ordine piatti e posate sporchi, e l’altra più grande senza il troppopieno offre spazio per lavare bene le verdure e la frutta.

Con piccolo scolatoio: Sul retro è presente un bordo su cui appoggiare i bicchieri man mano che vengono lavati. Poco spazio ma un bell’effetto scenico.

Con accessori: Insieme al lavello sono forniti gli scarichi e il sifone da collegare a muro.

 

Contro

Pesante: Il lavello, pur non essendo grandissimo, pesa molto e per questo ha bisogno di una struttura solida sulla quale essere appoggiato o incassato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lavello da cucina Franke

 

3. Franke Lavello da incasso in tectonite Orion OID 611-78

 

Il lavello da cucina Franke è compatto e di gran classe. Il colore scuro colpisce per la sua eleganza raffinata pur essendo un accessorio di piccole dimensioni. Con un dettaglio si può rinnovare e dare maggiore prestigio a una cucina di minime dimensioni. Si incassa sul top ed è sufficiente praticare un foro delle dimensioni della vaschetta singola. Lo scolapiatti laterale si appoggia sopra e rimane a filo.

Tanti lo considerano il miglior lavello da cucina e infatti è uno tra i più venduti malgrado il prezzo alto rispetto alle dimensioni effettive e alla sua funzionalità. Si può montare con lo scolapiatti a destra o a sinistra. Sono presenti due fori che possono essere usati in alternativa come attacco per il rubinetto o per il bottone che apre e chiude il tappo del lavandino.  

Non sempre facile trovare dove acquistare questo genere di articoli a buon prezzo, qui è proposto nella versione in tectonite, un materiale innovativo che unisce le performance della pietra alla comodità delle resine.

 

Pro

Elegante: Pochi modelli riescono in così poco spazio a racchiudere tanta raffinatezza e funzionalità.

Scolapiatti regolabile: Si può decidere liberamente se montarlo a destra o sinistra perché i due fori di identiche dimensioni servono al bisogno per fissare il rubinetto oppure il pulsante per aprire e chiudere il tappo dello scarico.

Buon materiale: La tectonite è un materiale di nuova generazione che offre interessanti prestazioni in quanto a durata e resistenza all’usura.

 

Contro

Sifone: Lo standard usato per l’attacco del sifone è da 50, potrebbe essere più grande di quello in uso in gran parte delle nostre case.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lavello da cucina con due vasche e gocciolatoio

 

4. Plados Lavello a due vasche più scolapiatti Spazio 116.20

 

Questo lavello da cucina con due vasche e gocciolatoio ha un bell’aspetto classico, facile da abbinare alle cucine dallo stile rustico. Si fa apprezzare per via dei prezzi bassi, adeguati alla funzionalità. Sono due le vasche, molto capienti, e lo scolapiatti si estende lateralmente offrendo molto spazio per appoggiare i piatti.

Il produttore fornisce le istruzioni chiare e ben leggibili delle misure del foro per l’incasso del lavello. Si tratta di un elemento piuttosto ingombrante che richiede un taglio lungo 114 cm, per una lunghezza complessiva di 160 cm, quindi da abbinare a cucine spaziose.

È realizzato con una mescola nella quale prevale il granito, potrebbe risultare un po’ delicato. È soggetto a macchiarsi se non si prestano le dovute attenzioni ai materiali che entrano in contatto diretto con la sua superficie. È venduto insieme agli scarichi e alla piletta, quindi non serve molto altro per montarlo e iniziare a usarlo, a parte il rubinetto.

 

Pro

Ampio: Le dimensioni sono generose e consentono di sfruttare al meglio lo spazio della cucina contando sulla doppia vasca da 35 cm e l’ampio scolapiatti laterale.

Non forato: Invece del buco dove mettere il rubinetto, viene venduto con lo stampo predisposto per poter essere rotto manualmente con facilità. Perfetto per chi vuole collocare il rubinetto a parete.

Stile country: Si abbina alla perfezione con lo stile rustico delle cucine più accoglienti e tradizionali.

 

Contro

Delicato: Il granito richiede una particolare cura e attenzione durante la sua manutenzione, perché potrebbe macchiarsi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lavello da cucina in pietra

 

5. Festnight Lavello da cucina ovale in pietra di fiume

 

Una soluzione non convenzionale questo modello in pietra di fiume, ma di certo in grado di colpire per via dell’aspetto incantevole. Perfetto per dare un tocco speciale e ricercato all’ambiente, non brilla per comodità ma se ne può fare a meno progettando bene gli spazi e gli altri elementi funzionali della cucina.

Non può di certo mancare nella nostra classifica dei migliori lavelli da cucina del 2022. È realizzato a partire da un vero masso di fiume scavato all’interno fino a ottenere una preziosa finitura liscia e indistruttibile. Al di fuori, invece, i bordi sono ruvidi e volutamente grezzi. Ogni pezzo è diverso dall’altro e anche questo elemento contribuisce a rendere il lavandino unico e inimitabile. Una vera chicca per intenditori. Il prezzo cui è venduto è molto vantaggioso e rappresenta un vero affare, specie in questa categoria di nicchia.

 

Pro

Da appoggio: Per forza di cose deve essere appoggiato sul mobile per poterne apprezzare a pieno tutta la speciale bellezza.

Ovale: Si può decidere come posizionarlo per metterne in mostra il lato più bello e caratteristico giocando con le forme e le insenature che produce la roccia grezza.

Ben rifinito: Anche se la roccia all’esterno è lasciata volutamente grezza, in corrispondenza con lo scarico il foro è omogeneo e permette una perfetta aderenza del tubo.

 

Contro

Pesante: Oltre 30 chili e per questo necessita di un mobile molto stabile e robusto sul quale appoggiarlo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lavello da cucina piccolo

 

6. Iglobalbuy Lavello da cucina in acciaio inossidabile

 

È piccolo ed è anche il più economico di questa classifica, ma è ben fatto e piace perché realizzato in lamierino solido. Spesso ben un millimetro, si presenta indeformabile e ben piantato. È in acciaio inox spazzolato, quindi resiste ai graffi e non teme l’usura. Al di sotto è incollato un comodo tappetino che serve per limitare il rumore provocato dalla vibrazione dell’acqua scrosciante.

Insieme al lavello sono forniti tutti gli accessori utili per il suo montaggio. Quindi comprende lo scarico collegato al sifone da collegare a muro. Interessante il pezzo che filtra l’acqua limitando i residui che vanno spesso a finire dentro i tubi intasandoli.

È poco profondo, questo dettaglio lo rende poco funzionale perché una maggiore altezza avrebbe migliorato la sua funzionalità malgrado le dimensioni ridotte. Si può installare come si preferisce, è predisposto per essere montato in tre modi diversi, per esempio a livello o sotto il bordo del top.

 

Pro

Vasca singola: Le dimensioni compatte lo rendono adatto a contesti in cui serve un rubinetto da appoggio, magari in aggiunta a quello principale.

Acciaio inox: Le dimensioni non sono male, 1 mm per il lamierino, ed è presente il tappetino fonoassorbente alla base per limitare il rumore dell’acqua che scorre sul lavello.

Con accessori: La dotazione comprende lo scarico e i tubi da collegare direttamente a parete senza particolare difficoltà.

 

Contro

Poco profondo: Oltre a essere di dimensioni ridotte è anche poco profondo, quindi si riempie in fretta e potrebbe risultare poco utile per tenere in ordine la cucina.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lavello da cucina in acciaio

 

7. Grohe Lavello in acciaio inox con gocciolatoio K200

 

Bello perché essenziale e ben fatto, il modello di Grohe è in acciaio di alta qualità e resistenza agli strapazzi. Si monta alternativamente con scolapiatti a destra o sinistra perché sono praticati entrambi i fori della stessa dimensione per il rubinetto e il pulsante che apre e chiude lo scarico. Il troppopieno si trova quasi sul bordo così da permettere l’uso della vasca per l’ammollo dei piatti sporchi o per lavare comodamente la frutta e la verdura.

Il nuovo modello del noto marchio tedesco colpisce per la ricercatezza che trapela dai dettagli minimi, capace di dare un aspetto raffinato a un oggetto di tutti i giorni senza nessun fronzolo. Il prezzo è basso, specie se si considerano gli standard di questo marchio, infatti appartiene alla gamma più economica in catalogo.

È fornito di tutti gli accessori utili al montaggio, dai fermi che servono per ancorarlo al piano di lavoro fino agli scarichi e al sifone da collegare a parete. Le indicazioni riguardo il foro da fare sul top sono chiare e ben leggibili, si monta a incastro, quindi è sollevato di circa un centimetro.

 

Pro

Ben fatto: Pur essendo il modello più economico della gamma, è realizzato con buoni materiali che resistono all’usura e mantengono inalterato l’aspetto nel tempo.

Reversibile: Si può scegliere se montare lo scolapiatti a destra o sinistra perché già predisposto dei fori corrispondenti insieme al bottone per azionare il tappo dello scarico.

Completo di tutto: Gli accessori in dotazione servono alla corretta installazione del lavello e al collegamento con gli scarichi a muro.

 

Contro

Di primo prezzo: Malgrado non costi poco, è uno tra i più economici del prestigioso marchio Grohe e lo spessore dell’acciaio non è dei più grossi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lavello da cucina angolare

 

8. Blanco Lavello angolare in silgranit PuraDur Delta II

 

Malgrado il prezzo notevole, questo modello angolare conquista tanti pareri positivi. È con una vasca, un piccolo scolapiatti e lo scolaposate. Una soluzione non convenzionale che permette di sfruttare lo spazio anche dove sembra scarseggiare.

Le finiture scure lo rendono un elemento caratterizzato dalla grande eleganza che riesce a riflettere nella cucina, rendendo il limite del poco spazio un pregio per guadagnare maggiore valore. In dotazione comprende tutti gli accessori per il montaggio e il collegamento agli scarichi. Le indicazioni fornite per praticare correttamente il foro sul top sono chiare e ben comprensibili.

Si monta leggermente al di sopra del livello del piano di lavoro con una finitura molto gradevole e in grado di soddisfare anche i più esigenti. Il materiale usato è molto performante e si apprezza per la particolare robustezza e resistenza ai graffi e l’usura tipica di questa componente dell’arredo della cucina.

 

Pro

Ottimizza lo spazio: La forma angolare è l’ideale per ottenere il massimo anche da poco spazio in un angolo della cucina.

Materiale di punta: Un brevetto dell’impresa che lo produce, il Silgranit PuraDur, molto resistente e in grado di non soffrire l’usura dovuta all’utilizzo frequente e con sostanze diverse più o meno aggressive.

Moderno: Le colorazioni disponibili nei toni del grigio si sposano bene con l’arredo contemporaneo e minimalista.

 

Contro

Prezzo alto: Qualità eccellente ma prezzo di certo sopra la media per questo prodotto di forma non standard e dimensioni molto ridotte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere un buon lavello da cucina

 

Nella scelta del lavello della cucina assume grande rilievo il contesto in cui verrà inserito. È importante scegliere un modello che abbia una certa continuità di stile e aspetto con il resto dell’arredo della cucina. Quindi è bene valutare con attenzione se e come abbinare modelli dal design moderno a una componibile dalle linee classiche. Anche per quanto riguarda i materiali e i colori bisogna fare molta attenzione al resto della casa e dello stile. Si rischia di fare acquisti di cui ci si stanca presto. 

Altro elemento importante è valutare con cura le dimensioni che può avere il lavello. La larghezza dipende dallo spazio realmente disponibile sul piano di lavoro, ma è importante ricordare che il pozzetto deve essere il più possibile profondo per poter ospitare piatti sporchi e pentole senza riempirsi troppo in fretta.

Dimensioni della cucina

Lo spazio che si ha in cucina detta le regole nella scelta dei mobili da acquistare. È una buona idea cercare di ottimizzare il più possibile gli spazi anche quando sembrano essere molto ampi e comodi. Infatti è bene avere sempre una certa continuità quando si posizionano i diversi elementi. Lo scarico e i rubinetti di acqua calda e fredda devono essere vicini a lavello e lavastoviglie. Il piano cottura, invece, deve avere un po’ di distanza per evitare che l’acqua possa schizzarvi sopra.

Una volta prese le misure con accuratezza e grande attenzione, è possibile stabilire se optare per un modello a una o due vasche. Il vantaggio della seconda opzione è indubbio quando si fanno i piatti a mano, ma al contrario potrebbe risultare un ingombro eccessivo di cui poter fare a meno, potrebbe anche essere tondo per dare un tocco in più alla cucina.

Non solo dimensioni, anche la forma ha la sua importanza. In alcuni casi potrebbe risultare utile puntare a un modello angolare per essere incassato tra due pareti e offrire più spazio all’interno ma senza un ingombro eccessivo.  

 

Materiale

La scelta del materiale con cui è realizzato il lavello deve essere fatta con grande attenzione. Valutate con attenzione il tipo di manutenzione richiesta, quali sostanze possono danneggiarlo, la robustezza complessiva. Tra i materiali che sempre più spesso fanno la loro comparsa nei cataloghi ci sono fragranite, granito, pietra e resina, il vantaggio di queste soluzioni è di essere realizzate in colori inconsueti e diversi dal solito grigio dell’acciaio. 

Potrebbero essere difficili da tenere in ordine, più soggetti a graffi e con l’andare del tempo potrebbero perdere il loro fascino. Per questo è importante verificare con attenzione che siano realizzati con attenzione ai particolari e con rivestimenti adatti a resistere agli attacchi quotidiani che subisce questa speciale zona della cucina.

Abbinare colori e stili

Quando si sceglie il lavello, si deve fare attenzione all’aspetto che conferisce all’insieme dell’ambiente. Infatti potrebbe essere lo strumento ideale per dare una sferzata di novità e buon gusto a una stanza che già da tempo ha visto giorni migliori.

La regola che si può tenere a mente è sempre una: cercare un elemento che spezzi la monotonia ma restando coerente con il contesto generale. Per esempio, se i colori predominanti sono chiari, il lavello potrebbe essere scuro e fare da elemento di rottura che cattura lo sguardo. Viceversa, una cucina troppo scura potrebbe aver bisogno di elementi in grado di illuminarla, ancora una volta il lavello potrebbe essere un valido alleato.

 

 

 

Come utilizzare un lavello da cucina

 

L’uso del lavello deve essere attento e rispettare alcune norme, non solo la manutenzione dei materiali ma anche l’igiene devono essere tenuti nella dovuta considerazione. Fessure, elementi in rilievo, sono tanti i punti in cui si può annidare lo sporco. La costante presenza di umidità e il calore prodotto in questa stanza sono gli ingredienti principali per la proliferazione di spore e batteri che dovrebbero invece stare lontani dagli alimenti che si preparano e consumano in casa. È bene valutare con cura come manutenere e prendersi cura del lavello per evitare il ristagno di umidità nei punti più difficili.

Come si lava il lavello da cucina

Si possono usare diversi prodotti per la cura specifica dei materiali, ma è sempre una buona idea evitare il ricorso frequente e sistematico a prodotti chimici. Non è difficile che residui di detersivi restino sulle superfici con cui viene a contatto il cibo o gli utensili per prepararlo. Quindi un buon sistema per l’igiene approfondita di questo ambiente è usare lo stesso sapone che si usa per lavare i piatti. Ha un alto potere sgrassante ed è formulato per non essere troppo aggressivo nei confronti del nostro intestino qualora entri a contatto con delle minime particelle.

Una buona idea per tenere in ordine il lavello e agire nei punti più difficili da raggiungere con una spugna o una spazzola, è usare il vapore. Un getto sottile e mirato è in grado di eliminare le incrostazioni che si formano sui bordi o sotto lo scarico. È il metodo migliore per pulire e igienizzare senza ricorrere ad agenti chimici aggressivi.

 

Manutenzione del lavello da cucina sottotop

Sono sempre più richiesti e hanno un aspetto davvero gradevole, sono realizzati in modo da essere incassati appena sotto il livello del top e non fuoriescono come fanno i modelli tradizionali che si appoggiano sopra. Il vantaggio è che non si vede il silicone usato per isolare le fessure, né tende a scollarsi con il passare del tempo. Altro elemento positivo, sono più facili da pulire perché con una sola passata si raggiunge l’intera superficie del lavello senza perdersi tra sporgenze e rientranze.

Quando si acquista un lavello è sempre utile verificare con attenzione se esistano alcune sostanze in grado di corroderle. Materiali porosi come la pietra, o ottenuti da leghe speciali come le resine, potrebbero essere sensibili a determinate sostanze, anche le più comuni come olio o aceto.

Predisporre l’incasso della lavastoviglie

Una buona strategia per ottimizzare lo spazio della cucina è predisporre gli elementi simili l’uno vicino all’altro. Il lavello si accompagna solitamente alla lavastoviglie perché condividono lo scarico dell’acqua e perché i modelli di nuova generazione prendono l’acqua calda direttamente dal rubinetto e quindi non usano la corrente elettrica per portarla a temperatura. Quindi si può puntare a modelli già dotati di incasso per questo elettrodomestico se necessario.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come sturare il lavello della cucina?

Il lavello si ottura perché qualcosa che non avrebbe dovuto è andato a finire nel tubo di scarico. Per intervenire con successo è utile svitare il fiaschetto che si trova alla base del sifone. Non serve chiudere l’acqua dal rubinetto centrale ma è importante mettere un secchio per raccogliere l’acqua e la sporcizia che qui si accumulano.

Come pulire lo scarico del lavello cucina?

Una manutenzione periodica dello scarico si può usare la reazione dell’aceto con il bicarbonato che “frizzando” scrosta lo sporco dalle pareti e lo aiuta a scorrere lungo le tubature. Basta versare del bicarbonato attraverso lo scarico e quindi aggiungere dell’aceto che reagirà producendo la schiuma tipica. Di per sé questa reazione non ha un’azione pulente, ma aiuta ad ammorbidire la sporcizia. Far scorrere dell’acqua all’interno aiuta a rimuovere lo sporco appena ammorbidito. Ripetendo spesso il procedimento si ottengono buoni risultati.

 

Come sbiancare il lavello della cucina?

Se il lavello è graffiato lo sporco è difficile da togliere, usare prodotti troppo abrasivi potrebbe peggiorare la situazione e rendere complesso il ripristino delle condizioni ottimali. Si può usare il bicarbonato che, grazie alla consistenza granulosa, ha una blanda azione abrasiva che si combina con il detergente per piatti rendendo più efficace e profonda la pulizia. Potrebbe essere necessario richiedere l’intervento di lucidatura e levigatura da parte di professionisti esperti.

 

Come fare se lo scarico è lontano dal lavello?

Esistono delle prolunghe che possono essere utilizzate all’esterno. Ma è sempre utile intervenire con uno scasso per collegare le tubature oppure ridisegnando il progetto della cucina perché i due elementi si trovino a distanza ravvicinata. In questo modo si può anche ottimizzare la spesa per il riscaldamento dell’acqua. Infatti trasportare l’acqua calda da un punto a un altro comporta una certa dispersione di calore e quindi un costo maggiore in termini di consumi. Quando si collega il rubinetto dell’acqua calda direttamente alla lavastoviglie, si può risparmiare molto durante i lavaggi perché l’elettrodomestico non deve attivare la resistenza utile a portare a temperatura l’acqua.

 

Come deve essere un lavello da esterno?

Le caratteristiche di questo elemento devono essere tali da sopportare bene l’azione degli elementi. Acqua, sole e sbalzi di temperatura possono deformare o scolorire alcuni materiali, compreso il metallo. Qui le scelte ricadono spesso sulla ceramica smaltata che offre una buona resistenza unita a un aspetto gradevole e variabile. Si possono ottenere buone prestazioni anche dal classico acciaio, ma è utile proteggerlo dagli agenti atmosferici per proteggerne la bellezza e la funzionalità anche con l’andare del tempo.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS