Gli 8 migliori fornetti elettrici del 2022

Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

Fornetto elettrico – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Un fornetto elettrico può essere un degno sostituto del modello che tradizionalmente trova posto in cucina. Si tratta di una soluzione che può rivelarsi preziosa per preparare piatti diversi e non si limita ad abbrustolire il pane. Se scelto con cura, il fornetto può rivelarsi all’altezza delle aspettative e dare quella marcia in più a una piccola cucina. Bisogna sapere bene cosa ha da offrire il mercato, che tipo di prodotti ci sono in commercio e quale risponde al meglio alle proprie necessità. Scegliere con cura un fornetto elettrico è più difficile che sceglierne uno tradizionale. Esistono tante varianti, con funzioni e dimensioni distinte e che appartengono a fasce di prezzo diverse. Con questa classifica vogliamo darvi una mano a trovare la soluzione più adatta e che non ecceda il budget previsto. In particolare vi suggeriamo di prestare attenzione alle caratteristiche dei primi due modelli che la nostra redazione ha individuato tra i migliori in circolazione. De’Longhi Sfornatutto MOD EO14902.W, è uno tra gli elettrodomestici di punta di questa azienda, anche grazie all’ottimo rapporto tra qualità e prezzo. Ariete Bon Cuisine 300 MOD 985 arriva dal diretto competitor di De’Longhi nel nostro Paese come all’estero, ed è un modello che promette di rispondere bene alle aspettative più stringenti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori fornetti elettrici – Classifica 2022

 

Se siete alla ricerca del miglior fornetto elettrico in circolazione, siamo certi che lo troverete tra gli otto che la nostra redazione ha scovato per voi.

 

 

Fornetto elettrico De’Longhi

 

1. De’Longhi Sfornatutto forno elettrico MOD EO14902.W

 

De’Longhi produce lo Sfornatutto da decenni ormai eppure non accenna a subire un calo negli apprezzamenti. La ragione sta tutta nelle numerose possibilità d’uso cui si presta questo piccolo elettrodomestico che in parte si può equiparare a un forno tradizionale. Malgrado le dimensioni ridotte, il forno consente di raggiungere temperature da 100 a 220° C, quindi si può usare per gran parte delle preparazioni della tradizione.

Le modalità di cottura sono le classiche: statica, ventilata, grill e mantenimento in caldo. È possibile usare il fornetto anche per scongelare, quindi si possono preparare le colazioni e portare i prodotti da forno dal freezer alla tavola in pochi passaggi.

Lo troviamo in cima alla lista dei migliori fornetti elettrici del 2022 per via del buon prezzo a cui corrispondono buone qualità progettuali e realizzative. Il forno è antiaderente all’interno, così è più facile pulirlo dopo l’uso con una semplice passata. Il funzionamento si regola con semplicità grazie alle tre manopole, intuitive e facili da impostare, per usare il forno esattamente come serve per esaltare il gusto delle pietanze.

 

Pro

14 litri: Le dimensioni ridotte lo rendono perfetto per una coppia o per trovare posto anche in una piccola cucina.

Uso intuitivo: L’utilizzo del forno è reso semplice dalla presenza delle tre manopole che permettono di impostare timer, temperatura e modalità di cottura, cioè ventilato, statico, grill e mantenimento in caldo.

Facile da pulire: Il rivestimento antiaderente all’interno è utile per semplificarne la pulizia alla fine di ogni utilizzo con una semplice passata di un panno umido.

 

Contro

Timer: Questo particolare stona con il resto del forno, infatti non è progettato al meglio e più di un utente ne lamenta il funzionamento molto rudimentale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fornetto elettrico Ariete

 

2. Ariete Bon Cuisine 300 Forno elettrico ventilato MOD 985

 

Ariete propone un fornetto che merita grande attenzione per via della buona qualità costruttiva e il gran numero di funzioni cui dà accesso. Si può scegliere la versione da 25 o da 30 litri, quindi adattando il forno alle esigenze della cucina e non viceversa.

Ha numerose funzioni di cottura che meritano di essere valutate con attenzione quando si deve stabilire quale fornetto elettrico comprare. Per esempio, i materiali di costruzione sono tra i più robusti in circolazione. Il doppio vetro è perfetto per disperdere il calore interno prima che renda incandescente la parte frontale.

Intuitivo nell’utilizzo, permette di realizzare preparazioni diverse e con ottimi risultati. Non si usa di certo solo per scaldare o scongelare il pane, ma si presta bene a essere usato per preparare dolci o pietanze salate con gli stessi risultati che nel forno tradizionale.

È dotato di tre manopole che permettono di regolare la funzione d’uso in maniera specifica in base al tipo di preparazione. Si può decidere si spegnere una resistenza, sopra o sotto, se non si vuole lavorare al massimo della potenza. Il range di temperature è ampio e va da 90 a 230° per realizzare ogni tipo di preparazione.

 

Pro

Potente: Sono 1,5 kW che permettono di raggiungere temperature elevate fino a 230°, quasi come un forno tradizionale.

Regolabile: Si può decidere di spegnere la resistenza di sopra o di sotto in base alle esigenze di cottura, se attivare il grill o la funzione ventilata.

Grande: La capacità è notevole e si può scegliere tra la versione da 25 o quella da 30 litri in base alle necessità e allo spazio in cucina.

 

Contro

Interno scarsamente visibile: Manca la luce interna e intorno allo sportello il bordo nero è parecchio spesso, così è difficile seguire l’avanzamento della cottura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fornetto elettrico da 60 litri

 

3. Ardes Gustavo Forno elettrico ventilato MOD AR6260B

 

Questo modello da 60 litri colpisce per via del costo molto contenuto, cui corrispondono materiali non troppo robusti. Si rivela però all’altezza delle aspettative e adatto a un uso moderato e con una certa accortezza.

Si fa apprezzare anche l’ampia scelta di modalità di cottura per poter realizzare preparazioni diverse e seguire con attenzione durante la cottura. Oltre alla ventilazione è possibile scegliere se accendere entrambe le resistenze o se limitarsi a una delle due.

Quando si deve stabilire come scegliere un buon fornetto elettrico, il tipo di utilizzo e il numero di portate da sfornare ha una certa importanza. In questo caso è possibile servire una famiglia di medie dimensioni anche grazie alle griglie di dimensioni generose che permettono l’uso di pirofile medie.

È dotato di spia luminosa che avvisa una volta che è stata raggiunta la temperatura impostata. Il timer avverte con un segnale acustico la fine cottura, ma non spegne automaticamente il forno. Degna di menzione la luce interna, gadget che stranamente non è sempre presente in questo genere di elettrodomestici.

 

Pro

Tante funzioni di cottura: Il fornetto può raggiungere i 230° e si può impostare l’accensione indipendente o contemporanea delle due resistenze.

Dimensioni generose: Sono 60 litri in totale, anche se la ditta produce diversi modelli anche di formato più piccolo.

Con luce: La piccola lampadina all’interno permette di illuminare la preparazione e verificare che la cottura prosegua in maniera ottimale.

 

Contro

Materiali non eccellenti: Il prezzo esiguo si ripaga con materiali non perfetti, specie negli elementi di giuntura come le cerniere o la lamiera usata che non ha uno spessore notevole.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fornetto elettrico per pizza

 

4. Ariete 909 Forno per pizza in 4 minuti

 

Ariete propone il proprio fornetto per pizza con caratteristiche che convincono i professionisti. Viste le dimensioni estremamente ridotte, raggiunge le temperature molto elevate che permettono di cucinare la pizza in appena quattro minuti. Un dettaglio essenziale è la presenza della pietra refrattaria alla base e la serpentina sulla parte superiore. Così la cottura è omogenea e investe sia sopra che sotto la pizza o gli altri alimenti che si desidera cucinare.

Considerando quanto costa una pizza al ristorante, si capisce come il prezzo del forno si ripaghi in fretta. Non serve aspettare le offerte per acquistarlo, basta fare un calcolo rapido sull’entità del risparmio che si può ottenere.

La velocità con cui raggiunge la temperatura e riesce a riscaldare la pietra refrattaria è tale da non rendere troppo impattanti i consumi necessari per raggiungere la temperatura di 400°. In comparazione con altri modelli visti in questa classifica, va detto che questo fornetto ha una capacità ridotta e che sono poche le altre preparazioni che si possono realizzare.

 

Pro

Fino a 400°: Sono cinque i livelli di temperatura che si possono impostare per realizzare preparazioni diverse che non necessitano di temperature così alte.

Con resistenza nel cielo: Non si scalda solo la base, la serpentina si trova nella parte superiore e così può scaldare la pietra che assicura una cottura uniforme sopra e sotto la pizza.

Pronto in 4 minuti: La vera pizza al piatto si cucina in pochissimo tempo e a temperature elevate, proprio come permette di fare questo fornetto.

 

Contro

Istruzioni scarne: Al massimo della sua potenza, il forno raggiunge la temperatura di 400° e non è ben chiaro a quale arrivino quando il forno non è alla massima potenza, su una scala da uno a cinque.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fornetto elettrico Moulinex

 

5. Moulinex Optimo Forno elettrico con capacità di 19L

 

Moulinex propone un buon fornetto che punta a superare le prestazioni di quello tradizionale, ma in versione ridotta. Infatti è molto potente, ben 2 kilowatt. È vero che questo aspetto può interferire negativamente sui consumi elettrici. Va sottolineato però che le preparazioni sono più veloci e il risultato più soddisfacente perché gli alimenti sono esposti da subito e durante tutta la cottura alla giusta temperatura.

Tra i fornetti venduti online, questo è forse quello che costa un po’ di più ma è anche uno tra quelli che conquista il maggior numero di pareri positivi tra gli acquirenti. Può arrivare a una temperatura massima di 240° a riprova della notevole potenza complessiva nonostante l’ingombro minimo.

Ha il timer che si collega direttamente alle funzioni di accensione e spegnimento della resistenza. Una volta completato il tempo di cottura impostato, il forno si spegne e si può gustare la colazione calda o evitare che le lasagne si brucino per colpa di una distrazione.

 

Pro

Molto potente: La temperatura massima che può raggiungere il forno è di 230°, una rarità per questo tipo di accessori e ne dimostra la buona fattura.

Con accessori: Sono incluse la teglia e la griglia per realizzare diverse preparazioni e sfruttare il forno al massimo del suo potenziale.

Facile da usare: Le manopole laterali permettono di impostare la temperatura e la modalità di cottura, il timer funziona anche come accensione e spegnimento automatico del forno.

 

Contro

Dettagli poco curati: Come per esempio la cerniera dello sportello che non ha una chiusura soft, si sente la mancanza di una luce interna.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fornetto elettrico Girmi

 

6. Girmi Forno elettrico 2000 W stainless steel MOD FE42

 

Girmi propone un fornetto dalle linee semplici, molto nette e che si caratterizza per il prezzo contenuto malgrado la potenza notevole. Non stupisce trovarlo tra i più venduti di quest’anno viste le caratteristiche notevoli che sfodera già a un primo sguardo. Ha una notevole capacità di 42 litri, funziona in modalità statica o ventilata e può raggiungere temperature importanti, fino a 230°. 

La ragione è facilmente intuibile: ha una potenza di 2 kilowatt che lo rendono uno tra i più performanti nella sua categoria. Riscalda, cucina e scongela in fretta e con una notevole efficacia. I piatti realizzati con il fornetto Girmi piacciono per la loro consistenza croccante e caratterizzati da una cottura a puntino.

L’interno è illuminato dalla lampadina e così è facile monitorare lo stato della cottura senza aprire lo sportello e far disperdere il calore all’interno. Interessante anche la dotazione di ben quattro resistenze che permettono una cottura uniforme e che si possono regolare autonomamente per impostare la modalità di distribuzione del calore ottimale.

 

Pro

Dimensioni generose: Può contenere un piatto dalla circonferenza di ben 32 cm, del resto la capacità di 60 litri permette di infornare anche pirofile di media grandezza.

Potente: Raggiunge al massimo 230° anche grazie all’assorbimento fino a 2 kilowatt di energia elettrica. I tempi di cottura sono simili a quelli di un forno tradizionale e per questo i consumi complessivi non sono troppo alti.

Uso intuitivo: La presenza delle tre manopole laterali è un elemento che rende facile usare il fornetto in base alle specifiche di cottura delle pietanze che si vogliono preparare.

 

Contro

Griglia fragile: Non è all’altezza delle aspettative ed è anche difficile da sostituire, visto che le misure del forno sono uno standard poco comune.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fornetto elettrico da 10 litri

 

7. Cecotec Bake&Toast Forno elettrico da tavolo MOD 490

 

Il fornetto da 10 litri è piccolo ma perfettamente adatto al suo scopo. Si può anche usare direttamente a tavola, dove è possibile servirsi per avere il pane ben croccante e tostato al momento. Non è facile trovare dove acquistare un modello così interessante e a un prezzo così contenuto. Compatto, semplice da usare e parco nei consumi, ha una resistenza che assorbe 1 kW l’ora. Il calore viene sviluppato attraverso le resistenze alogene che sono protette per migliorarne la resa e isolarle dalla cottura degli alimenti.

Nella sua categoria è forse il più economico ma anche quello in grado di riservare piacevoli sorprese. Malgrado le dimensioni estremamente ridotte, permette di realizzare preparazioni diverse, in particolare i prodotti da forno che qui possono essere scongelati e cotti, oppure cotti da fresco ed essere gustati fragranti e appena sfornati.

Ha un timer che si può impostare perché il fornetto funzioni fino a 60 minuti di seguito. Le dimensioni ridotte permettono al forno di raggiungere temperature elevate, fino a 230° circa. È consigliabile non esagerare con i tempi di uso, perché tende a surriscaldarsi anche all’esterno e potrebbe essere pericoloso.

 

Pro

Da tavolo: Le dimensioni compatte permettono di portarlo direttamente a tavola o di usarlo per completare il servizio della colazione in un B&B offrendo ai clienti una coccola speciale.

Finiture in acciaio: Inox all’interno per assicurare la perfetta igiene e anche una certa facilità nella pulizia del fornetto in ogni sua parte dopo l’uso.

1 kW: Potente perché raggiunge fino a 230° ma anche parco nei consumi perché funziona con resistenze alogene e le dimensioni ridotte concentrano il calore.

 

Contro

Tende a surriscaldarsi: Le dimensioni contenute sono in parte la causa di questo fenomeno, per cui è importante prestare attenzione a non urtarlo durante l’uso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fornetto elettrico da 25 litri

 

8. Klarstein Fornetto elettrico statico e ventilato 

 

Il fornetto da 25 litri di Klarstein piace perché può funzionare in modalità statica o ventilata e non eccede nei consumi complessivi. Infatti ha una potenza di 1.300 watt e può raggiungere temperature notevoli grazie alle dimensioni compatte. È proposto a prezzi bassi e per questo rappresenta la scelta di tanti acquirenti che hanno bisogno di un nuovo fornetto per la propria cucina.

Anche se non brilla per la qualità complessiva dei materiali utilizzati, piace perché è versatile e funzionale. È dotato di timer che permette di impostare i tempi di cottura e lo spegnimento automatico fino a 60 minuti.

Alcuni particolari lo rendono più sicuro di altri proposti a prezzi molto contenuti. Per esempio, la la maniglia è termoisolata. Questo significa che non tende ad accumulare calore nella parte esterna e in particolare nella parte da toccare con i guanti quando si deve aprire lo sportello. Immancabili le tre manopole per impostare le funzioni di cottura ottimale, decidere la giusta temperatura e stabilire quale delle resistenze accendere se quella di sopra o quella di sotto.  

 

Pro

Statico o ventilato: Il fornetto si può usare nella maniera preferita in modo da rispettare le caratteristiche dei lievitati oppure se si preferisce velocizzare i tempi di cottura.

Media potenza: Non assorbe troppa energia elettrica, 1,3 kW, ma può raggiungere temperature elevate fino a 230°.

Manico isolato: Questo dettaglio non è così scontato nei modelli di base proposti a prezzi contenuti, quindi merita di essere messo in evidenza.

 

Contro

Manca la spia della temperatura: Le caratteristiche complessive non sono molto curate nel dettaglio, come si comprende da questa banale mancanza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere un buon fornetto elettrico

 

La scelta del giusto fornetto elettrico va fatta con attenzione. Si può scegliere un modello che rispetti le necessità di una piccola cucina o che integri con praticità quello grande. Contenere i consumi elettrici deve rappresentare una priorità, perché spesso questi elettrodomestici risultano parecchio energivori.

Anche le caratteristiche complessive del forno vanno studiate con cura e grande attenzione, infatti è bene valutare in maniera attenta il tipo di prestazioni che si desidera ottenere. I fornetti più speciali sono quelli che si usano per preparare in casa la pizza al piatto. Devono avere caratteristiche specifiche, altrimenti si rischia una cocente delusione.  

Controllare i consumi

Il forno può stare acceso almeno mezz’ora ma facilmente di più, sceglierne uno a basso consumo è quasi un obbligo verso se stessi. Lo stesso non si può dire per il fornetto che, a scapito delle dimensioni ridotte, può risultare parecchio importante in termini di assorbimento di corrente elettrica. La ragione sta in diversi aspetti tecnici e costruttivi che portano questi elettrodomestici a non eccellere dal punto di vista delle prestazioni a basso impatto sui consumi.

Bisogna scegliere con cura. Infatti non è detto che un fornetto dalla potenza più bassa sia adatto a rispondere alle esigenze di casa. Infatti, se il fornetto deve sostituire un modello tradizionale è auspicabile che abbia una maggiore potenza per non limitarsi a poter solo abbrustolire il pane della colazione.

 

Quali accessori ricercare

Ci sono alcuni forni di piccole dimensioni pensati per realizzare preparazioni specifiche, la pizza è l’esempio perfetto. Questi fornetti hanno una forma speciale, tonda come la pizza al piatto. I migliori hanno la pietra refrattaria all’interno che raggiunge temperature molto elevate. Il bello di questa pietra è di assorbire l’umidità dell’impasto e quindi restituire un prodotto ben cotto ma anche croccante e molto saporito come quella della pizzeria.

Altri elementi importanti che rendono il fornetto un buon acquisto riguardano le finiture. Per esempio, l’interno smaltato è l’ideale per assicurare lunga vita al forno. Facile da pulire e resistente alle incrostazioni, questa finitura è una tra le più facili da manutenere.

Da incasso o libera installazione

Il fornetto è spesso a libera installazione, la ragione è semplice: si tratta di una soluzione che porta il forno dove non è possibile inserirlo all’interno della cucina. Il classico freestanding può essere posto ovunque ci sia spazio e senza sottrarne sul top, se questo è davvero ridotto al minimo.

Ma ci sono modelli di dimensioni ridotte che possono essere abbinati ai mobili delle cucine componibili, adattandosi alle misure della stanza e quindi dei mobili più compatti.

 

 

 

Come utilizzare un fornetto elettrico

 

Per ottenere il massimo da un fornetto è bene comprendere tutto ciò di cui può essere capace e iniziare a metterlo all’opera al meglio. Come tutte le pentole anche il fornetto va pulito con attenzione dopo ogni uso, per farlo al meglio è bene seguire alcune indicazioni. Conoscere il proprio forno, inoltre, permette di ottenere i migliori risultati in base alla preparazione che si vuole realizzare.

Come pulire il fornetto

Il forno autopulente non è esattamente un miraggio, ma una soluzione che strizza l’occhio al marketing. Si tratta di elettrodomestici con un rivestimento antiaderente in cui è facile rimuovere i residui di cottura che schizzano durante la preparazione.

In linea di massima, però, per lavare qualsiasi forno, basta usare il trucchetto del vapore. Lasciare nel forno per una decina di minuti alla massima temperatura una pirofila con dell’acqua dentro permette di ammorbidire le incrostazioni e rimuoverle con facilità. Un accorgimento utile anche con il forno tradizionale o il microonde e che permette di fare a meno di detersivi specifici che potrebbero lasciare dei residui.

 

Cucinare dolci e torte

La regola di base per cucinare i prodotti lievitati è di usare la modalità statica. Il flusso d’aria potrebbe, infatti, rompere le bolle d’aria che si formano sotto la crosta dei dolci compromettendone la lievitazione.

La verità è diversa. Solo dopo aver fatto un po’ di prove, e parecchi fiaschi, si può dire di conoscere bene il proprio forno e di utilizzarlo al meglio delle sue capacità. Quindi potrà capitare di avere degli accesi diverbi con chi le torte le cucina in modalità statica e chi in ventilata. La verità è che ogni forno si adatta al volere di chi lo possiede. E soprattutto ha imparato a comprenderne il funzionamento.

Monitorare i consumi

Non è facile stabilire quanto consuma veramente un forno basandosi solo sui dati dell’etichetta tecnica. Infatti è possibile che un forno consumi di più o di meno in base a parametri diversi. La posizione del fornetto può rendere più o meno facile raggiungere la temperatura ottimale. Anche il numero di volte in cui si apre e chiude lo sportello possono incidere sui reali consumi.

Esistono in commercio dei dispositivi che permettono di monitorare l’assorbimento reale dell’elettrodomestico. Si fissano direttamente alla presa di corrente cui è collegato il dispositivo e mostrano in tempo reale la portata dei consumi. Se le vostre bollette improvvisamente hanno un picco verso l’alto è consigliabile valutarne l’utilizzo.

 

 

 

Domande frequenti

 

Dove mettere il fornetto elettrico?

Per essere certi di usarlo al meglio, il forno dovrebbe essere messo lontano dalle finestre, dove maggiore è la dispersione di calore specie in inverno, e lontano da correnti e punti in cui ci sono spifferi. In generale è sufficiente disporre di un piano stabile su cui appoggiare il fornetto, come il top della cucina o un mobiletto apposito. Alcuni modelli si possono usare direttamente a tavola, magari per completare la postazione per la colazione con un accessorio che dà un gusto speciale anche ai semplici cornetti surgelati.

Come pulire il fornetto elettrico?

La pulizia del forno è più semplice se l’interno è antiaderente, quindi gli schizzi durante la cottura non tendono a incrostarsi. È una buona abitudine ricordarsi di passare un panno umido dopo ogni utilizzo, in questo modo i resti di cibo non hanno tempo di depositarsi in maniera poi difficile da rimuovere.

L’uso del vapore è un ottimo sistema per ammorbidire vecchie macchie stratificate e grattarle via con una retina o un raschietto. Quando l’interno è smaltato è possibile usare sistemi più aggressivi per rimuovere le incrostazioni. Mentre è necessario prestare maggiore attenzione se l’interno è tutto in acciaio inox che potrebbe graffiarsi. 

Per realizzare il vapore all’interno del forno è sufficiente lasciar bollire dell’acqua dentro un pentolino che possa stare in forno. Dopo una decina di minuti il vapore che si sarà formato all’interno avrà anche ammorbidito le macchie più ostinate permettendone una facile rimozione.

 

Cosa si può cucinare col fornetto elettrico?

Un po’ di tutto, anche se questo può variare in base ad alcuni parametri. Per esempio, è bene accertarsi che il forno raggiunga e mantenga la temperatura ottimale per cucinare le lasagne, le torte, le pizze in teglia. Se questa non si mantiene costante, e tende a scendere durante la cottura, il risultato potrebbe essere deludente. Ma se il forno è dotato di una buona resistenza che funziona sotto e sopra, allora è possibile realizzare quasi tutto quello che si può fare in un forno tradizionale senza rischiare l’effetto bollito e cotture estremamente lente.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS