Le 7 migliori affettatrici del 2022

Ultimo aggiornamento: 05.10.22

 

Affettatrice – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

L’affettatrice in casa può essere di grande aiuto per consumare salumi freschi e dare quel tocco in più alla cucina di ogni giorno. Non basta acquistare un modello qualsiasi. È importante sceglierla ben proporzionata all’uso che se ne intende fare. Non tutte sono adatte ad affettare salumi o formaggi, a volte vanno bene solo per le verdure. Altre volte possono essere troppo potenti per l’uso domestico e quindi costare troppo rispetto al reale utilizzo che se ne fa in casa. Una buona idea è comparare i modelli preferiti dai consumatori e comprendere le ragioni della loro preferenza. Un’operazione lunga e a volte complessa, che la nostra redazione ha svolto per voi. Così potrete ridurre le opzioni solo ai modelli che vale la pena prendere in considerazione. Per esempio, vi suggeriamo di valutare la Sirge Affettatrice Professionale Semi Automatica a gravità MOD AFFPROF30, un modello adatto a chi ha esigenze semiprofessionali e che intende metterla a lavorare spesso e volentieri. Berkel Home Line Affettatrice MOD HSBGS01000000 un altro apparecchio che vale la pena prendere in considerazione, specie se si vuole fare il miglior investimento che massimizza il rapporto tra prezzo e qualità. 

 

 

Tabella Comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 7 migliori affettatrici – Classifica 2022

 

La classifica che segue vi dà alcuni suggerimenti su come scegliere una buona affettatrice tenendo a mente le caratteristiche attese e il budget che si è disposti a spendere. Buona lettura.

 

Affettatrice professionale

 

1. Sirge Affettatrice Professionale Semi Automatica a gravità MOD AFFPROF30

 

Sirge propone una serie completa di modelli, compresa questa affettatrice professionale di dimensioni compatte che si adatta bene all’uso domestico. Specie in questo contesto, molti la considerano la migliore affettatrice soprattutto considerando il vantaggioso rapporto tra costo e qualità complessiva della macchina.

La lama è in acciaio inox, così come il resto della macchina è realizzata in metallo per una maggiore solidità complessiva e facilità nel pulirla. I 30cm di diametro della lama consentono di lavorare su salumi di dimensioni medio piccole.

È semiautomatica, questo significa che la lama gira autonomamente mentre il carrello va spostato avanti e indietro con la mano. Si può regolare al millimetro lo spessore della fetta, così è possibile tagliare diversi salumi per gustarli al massimo delle loro caratteristiche. Di certo rappresenta una delle offerte da non farsi scappare: il prezzo è contenuto e il prodotto si presta a durare negli anni e a rispondere a un uso domestico anche quotidiano.

 

Pro

Semiautomatica: Si può regolare la velocità di rotazione della lama, mentre il carrello che regge il salume da tagliare si muove avanti e indietro a spinta manuale.

Lama da 30 in acciaio inox: Il materiale inossidabile delle parti a diretto contatto con gli alimenti assicura la maggiore durata dell’affettatrice nel corso del tempo.

Potente e silenziosa: Il motore è dotato di cinghia di distribuzione che assicura il miglior funzionamento, fluido e leggero della lama, con una potenza di 420 W e particolare silenziosità.

 

Contro

Fermo non facile da gestire: Il blocco dentato che tiene in posizione i pezzi da tagliare potrebbe essere progettato con più accuratezza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Affettatrice Berkel 

 

2. Berkel Home Line Affettatrice MOD HSBGS01000000

 

Berkel è un marchio ben noto tra gli appassionati che preferiscono affettare in casa salumi e formaggi. Opera da tanto tempo in questo settore e produce articoli di qualità che stupiscono per la cura dei dettagli. La macchina che vediamo qui è ben fatta ma soprattutto ha un design invidiabile che promette di fare un figurone messa in bella vista sul piano di lavoro.

Il peso complessivo non è eccessivo, 13 chili, ma non è il caso di spostarla dopo l’uso. È possibile acquistare a parte un pratico coprilama che evita l’accumulo di polvere nelle parti a contatto con gli alimenti. Figura tra le migliori affettatrici del 2022 soprattutto per via delle caratteristiche tecniche che la rendono facile da usare. Ha un buon sistema di protezione che assicura un’affilatura perfetta ma senza rischi per l’incolumità di chi la usa. 

Si attiva con facilità, il pulsante on/off è grande e facile da individuare. In comparazione coi modelli professionali, questa affettatrice Berkel aggiunge una particolare inclinazione del piano di lavoro per sfruttare la forza di gravità e alleggerire il carico da spostare manualmente.

 

Pro

Design arrotondato molto elegante: Lo stile che richiama il gusto vintage colpisce per l’accuratezza nei particolari che fanno pensare ai vecchi modelli usati dai salumieri della metà del secolo scorso.

Con coprilama: In dotazione è fornito il sistema di protezione in alluminio adatto al contatto con alimenti per schermare la lama e rendere l’affettatrice sicura.

Facile da usare: È dotata di leva per regolare lo spessore del taglio che si regola facilmente, ha una manopola apposita per pressare il pezzo da tagliare e tenerlo nella posizione corretta e i Led luminosi indicano se la macchina è accesa o spenta.

 

Contro

Carrello rigido: Non scorre perfettamente fluido il piatto che regge i salumi in posizione per essere affettati. Bisogna fare un po’ di pratica per trovare il giusto ritmo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Affettatrice RGV

 

3. RGV Affettatrice Special Edition Red, 140 W, Alluminio MOD 25

 

RGV è un marchio di riferimento quando si tratta di cercare elettrodomestici con performance elevate e prezzi competitivi. Anche nel caso di questa affettatrice le aspettative non sono deluse, tanto sul piano estetico come su quello funzionale.

Se non sapete quale affettatrice comprare probabilmente è perché intendete farne un uso sporadico. Il modello che vediamo in questa recensione risponde perfettamente alle necessità familiari o di piccole gastronomie. Ha una lama molto affilata, il suo asse si regola intervenendo manualmente sul suo assetto allentando e poi riavvitando le viti di supporto. In questo modo si è certi di avere sempre un taglio perfetto e uniforme.

Lo spessore si regola grazie a una manopola, anche se non è facile distinguere lo spessore reale perché manca un segnalatore. Bisogna fare delle prove. Questo è decisamente uno dei modelli venduti online che maggiore successo riscuote tra gli amatori.

Il motore meno potente rispetto ad altre soluzioni domestiche non implica particolari rinunce. Anche i formaggi e i salumi più duri possono essere tagliati bene e con precisione con questa affettatrice RGV regolando la velocità di scorrimento del carrello.

 

Pro

Efficace e silenziosa: Taglia in maniera pulita e senza intoppi anche gli ingredienti più duri e la lama scorre senza emettere suono.

In metallo: La struttura è interamente in alluminio pressofuso, quindi solido, robusto e idoneo al contatto con gli alimenti. Mentre la lama è in acciaio inox per non subire l’usura col passare del tempo.

Potenza di 140W: Non la più potente in circolazione, nemmeno tra i modelli per uso familiare, ma dalla resa soddisfacente e in grado di rispondere bene alle esigenze domestiche.

 

Contro

Manca il parafette: Un dettaglio non insormontabile, ma di cui bisogna tenere conto perché senza un blocco alla base le fette dei salumi possono schizzare fuori dall’orbita della lama.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Affettatrice manuale

 

4. So Apéro! Affetta Insaccati di Precisione con Movimento a Ghigliottina

 

Questo modello manuale figura senza dubbio tra i più venduti della sua categoria. La ragione è presto detta. È bello alla vista, funzionale e anche facile da usare con i salumi più piccoli.

L’affettatrice manuale ha un meccanismo di taglio molto preciso. Questo consente di affettare il salame intero o i pezzi più piccoli di salumi, con precisione e in pochi movimenti controllati.

Il movimento a ghigliottina assicura la particolare semplicità d’uso e la scelta della profondità del taglio è semplice. Basta posizionare il pezzo all’altezza preferita e far scattare la lama. Un sistema di blocco di sicurezza aiuta a mantenere le dita al sicuro, visto che il pezzo da tagliare si tiene con la mano e si spinge progressivamente in avanti. Oltre una certa distanza non si può andare con la mano e così le dita sono protette.

Alla base sono presenti dei comodi piedini antiscivolo che assicurano fissità all’affettatrice che così può essere portata a tavola per consentire ai commensali di servirsi da soli. Perfetta per creare un momento di stupore durante i buffet organizzati in casa.

 

Pro

Un bell’oggetto: Pareri positivi si registrano soprattutto per quanto riguarda l’effetto scenico dell’affettatrice. Complice la struttura in legno di faggio massello che la rende ancora più convincente sotto il profilo estetico.

Facile da usare: Per affettare il salume è sufficiente far scorrere la lama con il suo sistema a ghigliottina che scorre lungo il suo asse senza trovare ostacoli.

Protezione per le dita: Il blocco di metallo aiuta a limitare i movimenti pericolosi e così protegge la mano da possibili incidenti.

 

Contro

Piccola: Non è la più adatta a tagliare salumi di grandi dimensioni o particolarmente duri o morbidi perché potrebbero non trovare la collocazione ottimale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Affettatrice piccola

 

5. Ritter Compact 1 affettatrice elettrica con motore ECO

 

Se state cercando un’affettatrice piccola per dedicarvi qualche fetta di salame tagliata al momento, potreste smettere di cercare dando una chance a questo modello. Qui vi presentiamo dove acquistare l’affettatrice al miglior prezzo.

Pur essendo molto compatta ed economica è importante rilevare che si tratta di un’affettatrice interamente in metallo. Questo particolare contribuisce a renderla più resistente e performante. La fabbricazione tedesca indulge parecchio sulla qualità complessiva dell’assemblaggio e dei particolari di progettazione.

La regolazione della fetta è continua, quindi si può ottenere una fetta estremamente sottile fino a un più consistente spessore di 2 cm circa. La corsa della slitta è di circa 18 cm, sufficienti per lavorare con la maggior parte dei pezzi, magari ridotti di dimensioni in precedenza.

Si può smontare facilmente per semplificare la pulizia accurata in ogni sua parte. Per esempio, la slitta per gli alimenti si smonta completamente per essere pulita a parte e liberare gli ostacoli dove si annidano i resti del taglio.

 

Pro

Piccola nel prezzo e nelle dimensioni: Molto compatta ed economica è comunque perfetta per tagliare a fette salumi diversi.

Spessore fetta regolabile: La regolazione è continua e si possono ottenere fette sottilissime oppure spesse fin quasi 2 cm da usare in cucina come si preferisce o da portare a tavola appena affettate.

Facile da smontare: La slitta si smonta completamente, e così libera spazio verso l’interno per rimuovere tutti i resti di alimenti che si possono annidare in punti altrimenti difficili da raggiungere.

 

Contro

Piano d’appoggio non inclinato: Questo accorgimento consentirebbe di tagliare con maggiore facilità i salumi dalla base non regolare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Affettatrice Ala

 

6. Ala 2000 Lama 220 Affettatrice MOD GP220E

 

Ala propone articoli realizzati in Italia e per i quali viene spesa grande attenzione nella scelta delle materie prime. Anche i prezzi bassi fanno da gradevole caratteristica di questa bella affettatrice. Si fa apprezzare la qualità della scocca in metallo, acciaio per la lama e alluminio trattato in modo da sopportare bene il contatto continuo con gli alimenti.

Lo spessore massimo che consente di tagliare è di circa 15 mm, mentre al contrario è possibile ottenere una fetta particolarmente sottile e di grande effetto. La manopola si trova sul fianco della macchina e consente una regolazione continua fino a trovare la caratteristica ottimale.

La lama è di 22 cm, quindi in grado di tagliare senza difficoltà la maggior parte dei pezzi. Anche se di certo non è paragonabile ai modelli professionali che possono avere lame da 40 cm. Solida e ben piantata, l’affettatrice Ala poggia su quattro piedini di gomma che contribuiscono a renderla ben stabile e semplificano l’esecuzione del lavoro.

 

Pro

Economica: Di certo questo aspetto salta all’occhio se si considera la buona qualità dei materiali impiegati e l’assemblaggio a regola d’arte di ogni sua parte.

Lama da 22 cm: Quindi nella media e sufficiente per tagliare la maggior parte dei salumi che si consuma in casa, magari riducendone le dimensioni preventivamente.

Scocca in metallo: Alluminio per la struttura della macchina e acciaio inox per la lama assicurano la massima durata e le migliori prestazioni alla macchina.

 

Contro

Pressa di plastica: L’elemento che tiene fermo il pezzo da tagliare è in plastica e non in metallo. Scelta che alla lunga potrebbe non premiare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Affettatrice mandolina

 

7. Pavlit Mandolina Professionale da Cucina con Diversi Tipi di Tagli

 

Non il modello più economico in assoluto per questo tipo di articolo, ma di certo un’affettatrice mandolina particolarmente accessoriata e che promette di durare a lungo. È pensata per tagliare le verdure e realizzare preparazioni da veri gourmand in pochi passaggi e col minimo sforzo.

Permette di regolare l’altezza delle lame ruotando la manopolina laterale. In questo modo si può scegliere il tipo di effetto da ottenere con le verdure tagliandole a fette, a julienne o con forme più divertenti e inconsuete.

Si lava facilmente passandola sotto l’acqua del rubinetto. Non c’è il rischio di farsi male perché le lame sono protette dentro il loro vano. Non ci sono parti estraibili, si regola ogni funzione direttamente dal corpo della mandolina. In questo modo non c’è rischio di perdere nulla ma soprattutto non si rischia di farsi male.

 

Pro

Tutte le funzioni integrate: Non si deve sostituire la lama per ottenere il taglio perfetto, basta ruotare la manopolina per raggiungere l’altezza desiderata.

Si lava facilmente: Il corpo è realizzato in plastica robusta e la lama in acciaio inox, così non c’è rischio che possa rovinarsi e si pulisce bene sotto il getto dell’acqua.

Con protezione per le dita: I pezzo di verdura si tengono fermi con l’apposito elemento che fa da contenitore e evita il contatto diretto con le dita.

 

Contro

Costosa: per essere un modello da usare solo per tagliare le verdure può risultare mediamente più cara di altri oggetti simili ma meno robusti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Copriaffettatrice

 

RGV Copertura 190/250 in Cotone

 

Il copriaffettatrice è quell’elemento che si aggiunge all’acquisto dell’affettatrice per protrarne la durata e la bellezza.

In questo caso, il nuovo modello di RGV piace perché è in grado di coprire completamente la macchina evitando che si sporchi di polvere, specie nelle parti difficili da raggiungere.

Di certo non il massimo dal punto di vista estetico, rappresenta la soluzione più pratica ed efficace per garantire una buona igiene in cucina. È realizzata in cotone e per questo, a sua volta, è facile da lavare e tenere sempre in ordine.

Questo modello si adatta bene alle affettatrici di dimensioni compatte. Ma è sempre consigliabile verificare con attenzione le misure reali della propria macchina per verificare la compatibilità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere una buona affettatrice

 

La scelta della giusta affettatrice dipende molto dal contesto e la frequenza con cui verrà usata. Si tratta di un dispositivo che deve semplificare la vita di chi lo usa. È importante che la sua potenza e le dimensioni siano ben proporzionate all’effettivo carico di lavoro che dovrà sopportare.

Un’affettatrice più grande deve essere in grado di tagliare anche i pezzi più ingombranti, come un prosciutto intero o una forma intera di mortadella. Tutti questi alimenti devono essere tagliati con lo strumento adatto.

La scelta deve riguardare anche il tipo di azionamento e le precauzioni messe in opera grazie ai diversi dispositivi di sicurezza di cui è dotata. Una buona affettatrice deve avere un coprila ma e una pressa per schiacciare l’alimento verso la lama proteggendo le mani.Più si definisce il grado di professionalità della macchina, maggiori sono gli accorgimenti impiegati per renderne facile l’uso e la manutenzione.

Come funziona l’affettatrice

Un’affettatrice per alimenti può essere di diverso tipo, non sono tutte destinate a trattare gli stessi ingredienti da portare a tavola oppure usare in ricette diverse. Distinguere il loro funzionamento aiuta a capire cosa può offrire il mercato. Le classiche da bancone della salumeria o del reparto macelleria, sono quelle automatiche, hanno una lama che gira a velocità costante e il piatto deve essere spinto manualmente avanti e indietro per tagliare la fetta fino in fondo.

Un funzionamento simile ma del tutto meccanico è quello degli strumenti che funzionano esclusivamente a mano. Come i modelli a volano che non devono essere collegati alla corrente e la cui lama gira grazie alla spinta del volano, appunto, collegato a una manovella che gira su una ruota.

I modelli che sfruttano l’inclinazione del piatto sono detti a gravità. L’asse inclinato consente di sfruttare la forza che imprime il pezzo da tagliare grazie al suo stesso peso. Una soluzione che minimizza lo sforzo dell’operatore e che si trova spesso nelle macchine professionali.

 

Accessori inclusi con l’affettatrice

I modelli più avanzati sono dotati di diversi elementi che possono migliorare l’esperienza d’uso dell’affettatrice. La bilancia integrata è quasi d’obbligo per i modelli professionali, anche se non sempre si trova in circolazione. Gli esercenti preferiscono usare a parte una bilancia di precisione per essere certi di vendere al giusto prezzo in base al peso dell’articolo.

Un elemento utile da usare sempre, sia in casa che sul posto di lavoro, è l’accessorio per estrarre la lama senza afferrarla con le mani. Questo pezzo indispensabile per garantire il miglior funzionamento della macchina è anche particolarmente pericoloso, meglio non rischiare gravi incidenti prevedibili.

Il copriaffettatrice rappresenta un gadget che torna utile per mantenere sempre pulita e al riparo dalla polvere la macchina. In questo modo si limita la bellezza dei modelli più gradevoli esteticamente ma si risparmiano tante noie quando è il momento di mettere al lavoro l’affettatrice.  

L’estetica conta

Scegliere tenendo conto di parametri non del tutto funzionali come l’aspetto può essere anche importante. In commercio si possono trovare tante versioni curate sotto questo aspetto: si può scegliere un modello vintage, la scocca colorata.

I modelli di legno invece sono quelli che si usano per affettare i salumi più piccoli e si portano direttamente a tavola per far servire da soli i commensali. Inutile dire che rappresentano un’idea regalo da veri intenditori.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come pulire l’affettatrice?

Per pulire bene ogni angolo dell’affettatrice è il caso di smontarne le parti più esterne come il braccio che tiene fermo il pezzo e altri elementi sotto i quali si annida la sporcizia. È bene notare che non tutti i modelli consentono di raggiungere i punti critici con semplicità. In questo caso è sempre importante evitare il contatto diretto e ravvicinato con le lame, pericolose anche quando la macchina non è in movimento.

 

Come affilare la lama dell’affettatrice?

Per affilare la lama dell’affettatrice si può scegliere di montare uno specifico strumento che ne mantiene il filo sempre perfetto durante il funzionamento. Bisogna valutare che sia compatibile con il modello e che si possa incastrare al posto giusto per garantire sempre il taglio migliore.

 

Come smontare il carrello dell’affettatrice?

Prima di dedicarsi a questa operazione bisogna valutare che il modello di cui si è in possesso ammetta questa operazione. Di solito è possibile smontare il più possibile la macchina in ogni sua parte. Questo perché resti di cibo nascosti tra gli interstizi possono marcire e ammuffire, provocando sgradevoli conseguenze sul piano dell’igiene. Quando si è certi di poter procedere di conseguenza è sempre opportuno verificare attentamente le indicazioni fornite dal produttore. Non tutti i modelli sono assemblati allo stesso modo.

 

Cosa fare se l’affettatrice non taglia bene?

Ci possono essere diverse ragioni che portano a un malfunzionamento della macchina. Oltre a verificare che la lama sia ben affilata, è possibile accertarsi che sia ben in asse. Se la lama strofina in qualche punto del portalama, potrebbe non ruotare bene e creare delle irregolarità nel taglio. Per verificare che questo inconveniente non succeda, si deve valutare con attenzione su quali perni è montata la lama e se è possibile regolarla perché non tocchi da nessuna parte.

 

Conviene comprare un’affettatrice usata?

Il mercato dell’usato è abbastanza vasto, può capitare di trovare occasioni d’oro. Prezzi ribassati, modelli con caratteristiche professionali, insomma: vale sempre la pena dare un’occhiata alle offerte presenti in circolazione. Ma quando si acquista l’usato bisogna sempre tenere a mente che la garanzia potrebbe non essere più valida e potrebbero mancare le condizioni per rivalersi in caso di malfunzionamento dell’affettatrice. Per essere certi di fare un buon acquisto, anche qui, bisognerebbe conoscere il proprietario dello strumento e essere certi che sia stato trattato con la dovuta attenzione.

 

Come usare l’affettatrice per tagliare le verdure?

Si può tagliare di tutto con un’affettatrice professionale. Lo stesso non si può dire, viceversa, per le affettatrici più piccole. Per tagliare le verdure non serve altro che l’elemento per tenere fermo il pezzo fino al completamento del lavoro.

 

 

 

Come utilizzare un’affettatrice

 

Per utilizzare al meglio l’affettatrice bisogna avere ben chiari scopo e frequenza con cui usarla. Quindi è possibile scegliere il modello che meglio soddisfa le esigenze massimizzando il rapporto tra qualità e prezzo.

Scegliere il diametro adatto

Il diametro della lama varia e di solito si può trovare da 20, 22, 25, 30, 35 e 40 centimetri. Queste misure, che sembrano differire di poco, possono offrire maggiore o minore possibilità di operare con salumi più ingombranti.

Se capita spesso di lavorare con pezzi interi, come un prosciutto con l’osso, potrebbe essere frustrante scoprire di non poter affettare con la propria macchina se non ha il diametro adatto.

 

Ingombro minimo per l’uso domestico

Di solito i modelli da usare in casa hanno dimensioni ridotte, anche il prezzo è contenuto e non rappresentano spese inarrivabili. Ma bisogna scegliere prestando attenzione a caratteristiche precise. Il loro peso e l’ingombro complessivo possono rendere più o meno facile spostare la macchina se serve.

Quello su cui invece non si dovrebbe lesinare sono gli elementi per garantire la sicurezza all’operatore. Sistemi di protezione dal taglio devono essere sempre presenti e utilizzati per evitare di affettare anche le dita. Il taglio con l’affettatrice è fulmineo e netto. In men che non si dica ci si può trovare a sanguinare se non si prendono le dovute precauzioni.

Caratteristiche dei modelli industriali

I modelli pensati per l’uso commerciale hanno caratteristiche avanzate sotto tanti punti di vista. I più innovativi hanno funzioni digitali, ma per lo più la regolazione dello spessore e il corretto posizionamento della lama avvengono manualmente.

Una buona macchina deve essere in grado di ospitare comodamente le forme più grandi senza rischiare che si sbilancino e che non siano ben posizionate. La corsa del carrello deve essere leggera e veloce.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS