Le 7 Migliori Macchine per Sottovuoto del 2022

Ultimo aggiornamento: 02.12.22

 

Macchina per Sottovuoto – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

La macchina per sottovuoto può essere una grande alleata in cucina. Infatti permette di fare grandi scorte di alimenti senza alterarne le proprietà organolettiche e riducendo lo spazio che occupano. Si possono così conservare grossi pezzi di carne fresca, formaggi, ma anche alimenti che di solito non si pensa si possano mettere sottovuoto. Se da una parte sono ben noti i vantaggi che offre questo macchinario utile anche a livello casalingo, meno chiaro è comprendere quale modello si addica alle proprie esigenze. Anche il marchio fa la differenza e non tutti possono garantire le caratteristiche sperate per ritenersi soddisfatti a pieno. Per evitare di perdere tempo comparando diversi prodotti, vi offriamo la classifica dei migliori attualmente in commercio. In questo modo potrete direttamente puntare al top di gamma senza perdere tempo nella ricerca e dirigendo il vostro investimento verso quello giusto. In particolare vogliamo evidenziare i pregi di due modelli. Magic Vac Maxima 2 Macchina professionale per il sottovuoto, offre anche a casa le caratteristiche dei modelli più complessi e strutturati. Minipack Macchina Sottovuoto a Campana MOD MVS45X ha uno speciale funzionamento che garantisce la migliore conservazione degli alimenti di ogni tipo.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 7 Migliori Macchine per Sottovuoto – Classifica 2022

 

Sappiamo che non è facile stabilire come scegliere una buona macchina per sottovuoto senza farsi assalire dal dubbio, specie se il costo è importante. Ecco perché abbiamo raccolto in questo articolo le recensioni delle migliori macchine per sottovuoto del 2022. Siamo certi che tra queste si trova quella che risponde al meglio alle vostre esigenze.

 

 

Macchina per sottovuoto professionale

 

1. Magic Vac Maxima 2 Macchina Professionale per il Sottovuoto

 

Tanti la considerano la migliore macchina per sottovuoto, di fatto è un buon prodotto realizzato interamente in Italia e che conta su numerosi vantaggi progettuali. Infatti è possibile decidere l’intensità di aspirazione agendo manualmente e regolando la forza aspirante in base al tipo di alimento da conservare.

Si può impostare un livello minimo per gli alimenti ricchi di acqua, come la frutta o il pane. Oppure si può scegliere di aspirare più aria per proteggere al meglio gli alimenti più secchi. Opera su tre livelli in modo da trovare il giusto compromesso.

È dotato di maniglia per aprire e chiudere il coperchio e assicurare il grado di isolamento ideale per fare il vuoto. Dopo aver aspirato l’aria dal sacco, lo sigilla grazie a una saldatura particolarmente rigida e resistente.

Si può scegliere se mettere sottovuoto il contenuto dei sacchi, a rullo da tagliare su misura, oppure dei barattoli compatibili. Non è esattamente una macchina per sottovuoto professionale, ma di certo le caratteristiche che offre sono molto convincenti.

 

Pro

Si regola su tre livelli: Chi non si limita a cercare solo le migliori offerte prima di fare un acquisto, di certo apprezza la possibilità di poter scegliere il livello di aspirazione in base alla reale consistenza.

Saldatura rigida: Il sacchetto viene chiuso alla perfezione anche grazie all’attenzione riversata nella progettazione del sistema che sigilla il sacco. Un dettaglio non facile da trovare, specie se si fa una comparazione tra modelli simili.

Con funzione marinatura: In questo modo è possibile preparare piatti succulenti contando su una completa immersione del pezzo nel liquido perché lo insaporisca.

 

Contro

Scocca migliorabile: Anche se le caratteristiche complessive sono all’avanguardia, i materiali usati per l’esterno della macchina non sembrano destinati a durare in eterno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina per sottovuoto a campana

 

2. Minipack Macchina Sottovuoto a Campana MVS45X

 

Ecco una macchina per sottovuoto a campana destinata all’uso professionale. Non si tratta di uno dei modelli campioni di vendite visto il prezzo così alto ma di certo non delude la qualità complessiva del funzionamento e la scelta dei materiali utilizzati per la sua realizzazione. Si fa apprezzare tra i modelli venduti online per la sua capacità di rispondere bene alle specifiche esigenze dei diversi utenti finali.

Infatti è possibile impostare fino a dieci programmi per l’aspirazione e la creazione del vuoto. L’alimento si inserisce all’interno del vano contenitore per poi essere avvolto dalla pellicola che lo sigilla alla perfezione.

Si governa tramite pannello dei comandi che sono intuitivi e facili da seguire in base alle singole esigenze. La tastiera è rivestita da una speciale membrana che la rende impermeabile e resistente alle sgocciolature dei liquidi presenti negli alimenti da processare. Le dimensioni sono generose, questo per consentire la conservazione di alimenti diversi anche di una certa portata.

 

Pro

Dieci programmi preimpostati: Si stabilisce tramite il quadro dei comandi quale sia il processo di creazione del vuoto più adatto al tipo di alimento da conservare. L’operazione è semplice e intuitiva.

Autodiagnosi: La macchina è predisposta per segnalare automaticamente la necessità di revisione, come per esempio se serve aggiungere olio al motore per migliorarne il funzionamento.

Vuoto al 99,9%: Livelli di isolamento difficilmente raggiungibili con una macchina da esterno domestica che appena raggiunge tassi di 80% di aspirazione d’aria.

 

Contro

Molto costosa: Le macchine a campana professionali hanno un costo nettamente superiore a quello delle macchine casalinghe da esterno, ma qui è più alto persino tra prodotti con caratteristiche simili.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina per sottovuoto Laica

 

3. Laica VT3120 Macchina Sottovuoto per Alimenti, Automatica

 

Laica è un marchio affidabile e con questa macchina per il sottovuoto si attesta tra i più venduti e apprezzati di quest’anno. Non è facile trovare dove acquistare questo modello che spesso manca in assortimento nei negozi meno specializzati, per questo conviene comprarla online con la possibilità di risparmiare anche qualche decina di euro quando è proposta in offerta.

Si fa apprezzare per i numerosi vantaggi e la buona fattura tanto dal punto di vista progettuale che dei materiali scelti per il suo assemblaggio. È dotata di funzione pulse per processare gli alimenti più delicati e che per questo possono essere danneggiati da un’aspirazione continua e troppo potente. Ha anche la funzione di sola sigillatura, che serve a isolare il contenuto all’interno del suo liquido per la marinatura.

Lavora con sacchetti larghi al massimo 30 cm, quindi offre la possibilità di mettere sottovuoto i tagli di carne interi che così si conservano più a lungo o meglio in congelatore.

 

Pro

Con doppio sistema di aspirazione: E anche doppia barra saldante, così riesce a togliere quanta più aria possibile e isolare al meglio il contenuto perché si mantenga in buono stato più a lungo possibile.

Tre livelli di sigillatura: Si può scegliere il grado di aspirazione in base alla consistenza dell’alimento da processare su una scala di tre livelli. Inoltre è dotato di funzione a impulsi per dosare manualmente la pressione e non danneggiare nulla.

Funzione marinatura: Se si preferisce ci si può limitare a sigillare l’alimento all’interno della busta e immerso nel liquido per una marinatura perfetta.

 

Contro

Cestello di raccolta dei liquidi: Pur essendo presente non è estraibile e per questo diventa scomodo riuscire a pulire bene la macchina dopo l’uso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina per sottovuoto Magic Vac

 

4. Magic Vac Dinamika VG02PK1 Macchina per Sottovuoto

 

La macchina per sottovuoto Magic Vac che vediamo in questa recensione si caratterizza per i prezzi bassi cui è venduta. Pur essendo forse il modello più economico in questa rassegna, non lascia a desiderare in quanto a funzionalità e qualità dei materiali usati.

È dotata di vano apposito per reggere il rullo e di taglierina per tagliare su misura i sacchetti in base alla reale necessità. Questo accorgimento rende la macchina leggermente più compatta ma offre anche la possibilità di ottimizzare l’uso del sacchetto contenitore evitando gli sprechi.

Buona la chiusura, che è particolarmente larga con i suoi 2,5 cm che assicurano la perfetta tenuta senza alcun passaggio d’aria durante la conservazione. Pur essendo economica presenta caratteristiche vicine ai modelli più costosi, come la pressione di aspirazione che raggiunge i 0,8 bar.

Permette di aspirare anche dagli appositi barattoli e contenitori quindi non funziona solo coi sacchetti da tagliare a misura. In questi elementi, da acquistare a parte è possibile eseguire la marinatura dei cibi per prepararli in deliziose ricette.

 

Pro

Versatile: Per quanto si tratti di un modello a uso domestico, offre numerose funzioni che consentono una buona personalizzazione dell’uso, come la possibilità di lavorare manualmente sugli ingredienti più fragili o ad alto contenuto di liquidi.

Con vano portarotolo: Qui si può posizionare il rullo per tagliare i sacchetti su misura grazie alla taglierina adatta che funziona in entrambi i sensi di marcia.

Pompa potente: La pressione in aspirazione raggiunge 0,8 bar, un dato quasi paragonabile alle macchine più costose nella stessa categoria di prodotto.

 

Contro

Appena 12 litri al minuto: Di certo non si tratta delle performance migliori in circolazione, specie se si tratta di processare molti alimenti in buste singole per le quali è necessario attendere un tempo di standby per evitare il sovraccarico della macchina.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina per sottovuoto Tre Spade

 

5. Tre Spade Confezionatrice Sottovuoto TAKAJE Vacuum Machine

 

Tre Spade propone il suo nuovo modello in versione rosso scarlatto. L’aspetto esteriore non è il solo vantaggio che porta questo prodotto. Si tratta di una buona macchina pratica, utile e venduta a un prezzo parecchio ragionevole. È realizzata in Italia, come sta a indicare il nome che non è affatto esotico come potrebbe far pensare. Ma si tratta di dialetto piemontese che significa “ce l’abbiamo fatta”.

E in effetti il marchio tutto italiano assicura a un ottimo prezzo una macchina dalle alte performance adatta all’uso domestico ma che si spende bene su molti versanti. La vera innovazione sta nel fatto di poter trasformare qualsiasi contenitore di vetro sia nuovo che usato in una confezione sottovuoto. Quindi non è indispensabile l’acquisto dei sacchetti appositi, ma lavora alla perfezione su qualsiasi supporto si trovi comunemente in dispensa.

Agisce anche sui prodotti già aperti, perciò è in grado di arrestare il trascorrere del tempo a salse o marmellate che sono state già in parte consumate ma che si vuole continuare a preservare a lungo lontane da muffe e irrancidimento.

 

Pro

Sistema innovativo unico al mondo: La particolarità di questa macchina sta tutta nella possibilità di lavorare su qualsiasi barattolo anche di conserve consumate in parte e che si vuole richiudere sigillandole di nuovo alla perfezione.

Costo contenuto: Malgrado si tratti di un brevetto innovativo che ha ricevuto riconoscimenti prestigiosi, è proposto a un prezzo molto interessante.

Funziona anche con i classici sacchetti: Se si preferisce, è comunque possibile sigillare gli alimenti freschi all’interno delle tipiche buste da tagliare su misura una volta completato il processo.

 

Contro

Manca la taglierina: Anche se può processare i sacchetti, non è poi possibile tagliare il rullo che è stato sigillato alla fine del processo e va fatto manualmente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina per sottovuoto Reber

 

6. Reber REB9700N Macchina per Il Sottovuoto Family

 

Reber propone una macchina che raccoglie numerosi pareri positivi da parte degli utenti. La ragione non è difficile da indovinare: fa bene il proprio dovere e lo fa a un prezzo contenuto. Aspira e sigilla durante l’unico processo di conservazione, in modo da completare il funzionamento ed essere poi rimessa in funzione dopo un breve periodo di fermo.

Ha una capacità aspirante non eccellente, 18 litri al minuto, ma comunque sufficiente per processare alimenti di diverso tipo con buoni risultati complessivi. Fa parte di una linea ricca di modelli pensati per venire incontro a esigenze diverse in base al tipo di uso che si immagina di fare. Questa macchina va bene per chi ha una famiglia numerosa e ci tiene a fare scorte di alimenti di qualità e in quantità abbondanti.

Le dimensioni sono compatte e in una sola macchina sono presenti diverse funzioni. Aspira l’aria dai classici sacchetti creando un vuoto considerevole. Ma è anche adatta a creare il vuoto dentro i barattoli compatibili per prolungare la vita utile di conserve e altre scorte sottovetro.

 

Pro

Per sacchetti o barattoli: Dotata di elemento per reggere il rullo e tagliare la busta su misura, si fa apprezzare anche per via della presenza dell’elemento che si usa sui barattoli per realizzare il vuoto.

Istruzioni chiare sulla conservazione degli alimenti: All’interno del manuale d’uso è presente un chiaro specchietto con le indicazioni per conservare al meglio i diversi alimenti in base alla loro deperibilità e alla modalità scelta per il loro stoccaggio.

Caratteristiche tecniche notevoli: Conta su una potenza complessiva di 190 watt e 0,85 bar di pressione durante l’aspirazione dell’aria all’interno delle buste.

 

Contro

Lunghi tempi d’attesa: Bisogna rassegnarsi ad aspettare un po’ tra un ciclo di funzionamento e l’altro per evitare di sovraccaricare il motore della macchina.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina per sottovuoto Imetec

 

7. Imetec VM2 1500 Macchina Sottovuoto per Alimenti, Sigillatrice Automatica

 

Questo modello Imetec conta su sei livelli di aspirazione e i relativi programmi per sigillare al meglio gli alimenti tenendo conto delle loro specifiche caratteristiche. Grazie a questa attenzione in fase progettuale è possibile processare alimenti di consistenze diverse rispettandone le esigenze specifiche.

Imetec propone una macchina all’altezza delle necessità familiari con una certa potenza e velocità d’aspirazione che non brillano tra i tanti modelli in commercio, ma di certo contano su una buona solidità e qualità costruttiva.

Le plastiche usate per la scocca e gli elementi di contenimento delle buste sono abbastanza solidi e robusti. In questo modo è possibile usare la macchina a lungo senza temere che possano rompersi le parti più fragili.

Compreso nel prezzo è venduto anche il primo rullo da usare in combinazione con la macchina per ottenere risultati eccellenti. Al massimo accetta rulli larghi 30 cm, quindi uno standard piuttosto diffuso per cui non è difficile trovare dei ricambi. Il rullo poggia direttamente sul suo vano apposito, mentre la taglierina in dotazione taglia su misura il sacchetto evitando gli sprechi.

 

Pro

Adatta al consumo domestico: Conta su ben sei programmi diversi per processare al meglio alimenti di diverse consistenze e con maggiore o minore contenuto di liquidi.

Comprende un rullo da 6 metri: La larghezza dei sacchetti ammessi è di 30 cm, uno standard diffuso. In confezione è compreso un rotolo di dimensioni generose per mettere subito in funzione la macchina.

Caratteristiche tecniche: La velocità massima di aspirazione raggiunge i 12 litri al minuto, questo anche grazie alla pressione in aspirazione che arriva a 8,4 bar.

 

Contro

Manca il tubo per l’aspirazione da barattoli: Una comodità che accresce il valore di tante altre macchine della concorrenza ma che qui manca del tutto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sacchetti per macchina per sottovuoto

 

Alpak Srl Buste per Sottovuoto Goffrato

 

I sacchetti per macchina del sottovuoto che vediamo in questa recensione piacciono perché sono di dimensioni ridotte e consentono di conservare diversi tipi di alimenti.

Non tutti preferiscono acquistare i sacchetti a rotolo, da tagliare su misura. Qui si può contare su un sacchetto preformato che conta già su una solida e affidabile chiusura alla base per evitare che il contenuto si possa versare accidentalmente.

Sono goffrati e questo anche per permettere alla macchina di avere una migliore presa quando è ora di aspirare l’aria dall’interno.

Il prezzo è particolarmente allettante perché si riferisce a ben cento sacchetti da 20x30cm ciascuno. Perfetti per conservare al meglio diverse porzioni di alimenti già pronti o ingredienti freschi da consumare poco a poco.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una buona macchina per sottovuoto

 

La macchina per il sottovuoto deve garantire alcune prestazioni di base per poter essere scelta in vista di un acquisto. Per esempio, è importante immaginare prima che tipo di alimenti si dovranno processare per essere sicuri di avere a disposizione le relative funzioni.

La consistenza dell’alimento è la discriminante che impone di scegliere macchine più o meno potenti o regolabili per evitare di rovinarla. Non tutti sanno che anche altri alimenti meno consueti possono essere conservati sottovuoto.

Quali alimenti si possono processare sottovuoto

Farina, formaggio, ma anche tranci di carne o pesce da mettere a marinare all’interno di una busta ben sigillata. Le funzioni della macchina per il sottovuoto possono essere tante e rendere la gestione dei pasti e delle provviste più intelligente.

Non si considera, spesso, che un po’ tutti gli alimenti possono essere conservati dentro una busta e chiusi del tutto per limitare lo scambio con l’esterno. Quel che conta è il procedimento adottato durante la formazione del vuoto. In alcuni casi deve avvenire in maniera graduale e lenta per evitare di danneggiare il contenuto.

 

Conservare sottovuoto i liquidi

Quando si decide di mettere sottovuoto un liquido di solito è perché si vogliono realizzare golose marinature che iniziano un procedimento di “cottura”, anche se il termine è improprio. Si può così contare su un buon isolamento dall’esterno, mentre tranci di carne o pesce rimangono immersi completamente nei liquidi che ne ammorbidiscono le fibre.

Ma per poter conservare ingredienti a macerare, servono funzioni extra che alcuni dispositivi mettono a disposizione.  Per esempio, si può verificare che il modello su cui ci si è decisi a scommettere, è in grado di aspirare l’aria dai barattoli che a loro volta contengono liquidi.

Quali dimensioni per una macchina domestica

Le dimensioni dovrebbero essere piuttosto compatte. Del resto una macchina per il sottovuoto da esterno deve essere esposta solo durante il tempo utile per completare il procedimento. Poi torna in dispensa dove verrà riposta fino al prossimo uso. Spesso è difficile trovare macchine più piccole infatti hanno tutti dimensioni di un certo rilievo seppure permettano di processare solo sacchetti da 30 cm di lato.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona la macchina per sottovuoto?

Un po’ come un piccolo aspirapolvere, la macchina per il sottovuoto aspira delicatamente l’aria dal contenitore in cui si trovano gli ingredienti. Questi poi sono pronti da mettere in dispensa, in frigo o nel congelatore, perché si rallenti il più possibile il processo che li deteriora.

Infatti, in base al tipo di ingrediente non è sufficiente la conservazione sottovuoto a temperatura ambiente. Potrebbe comunque attivarsi il processo di degradazione e per questo è necessario osservare alcune norme igieniche per la corretta conservazione delle scorte in casa.

 

Come funziona la macchina per sottovuoto a campana?

Si tratta di un sistema industriale di conservazione degli alimenti quasi completamente in assenza di atmosfera. Quindi l’aria all’interno viene eliminata per il 99,9% e garantisce una migliore conservazione degli alimenti. Il nome deriva dalla particolare forma del contenitore nel quale vengono inseriti gli elementi da processare che successivamente vengono protetti con una pellicola di plastica idonea al contatto con gli alimenti.

 

Come fare il sottovuoto senza macchina?

In alcuni casi è possibile limitarsi all’acquisto di specifici sacchetti dotati di foro da poter collegare all’aspirapolvere. Si tratta di un sistema più economico dal momento che spesso in casa si trova già questo tipo di elettrodomestico. Ma è bene ricordare che non basta collegare il tubo aspirante per ottenere il vuoto perfetto, è indispensabile avere dei sacchetti compatibili e che si possano chiudere in maniera ermetica.

Inoltre non è possibile sigillarli come si farebbe con una comune macchina per il sottovuoto. Quindi si rischia che di nuovo una parte d’aria torni dentro il sacchetto quando viene rimosso il tubo dell’aspirapolvere.

 

Conviene usare sacchetti riutilizzabili?

Seppure in un primo tempo possa sembrare conveniente usare dei sacchetti riutilizzabili è bene considerare che potrebbero sporcarsi a seconda del tipo di alimento conservato. Non sempre è possibile ripulirli a fondo senza che restino tracce di quello che è stato messo in precedenza.

Inoltre potrebbero perdere aderenza col passare del tempo e smettere si assicurare una sigillatura perfetta nel corso del tempo. In base al tipo di uso che se ne intende fare è opportuno verificare di volta in volta l’opportunità di usare il nuovo o riutilizzare il vecchio.

 

 

 

Come utilizzare la macchina per sottovuoto

 

L’uso della macchina dipende in primo luogo dall’alimento da processare. Che si tratti di richiudere con delicatezza il pacchetto di patatine che non è stato finito, fino al perfetto isolamento di robusti formaggi stagionati, il processo di creazione del vuoto deve seguire un percorso specifico.

 

 

Marinatura sottovuoto

Si tratta di una speciale tecnica per preparare gli ingredienti. L’obiettivo è rendere più permeabili le fibre degli alimenti, di solito carne o pesce, al liquido che serve per dare più sapore. Le marinature si preparano in tanti modi, con il limone, l’aceto o altre basi acidule che hanno lo scopo di rendere più saporita la carne.

L’azione in assenza quasi totale di atmosfera, avviene a una maggiore pressione rispetto alla semplice immersione nel liquido. Il risultato è così raggiunto in tempi molto più brevi e in maniera molto più profonda.

 

Come funziona una macchina a campana

Eliminare l’aria non è un’operazione semplice. Infatti si considera che rimanga sempre una certa percentuale d’aria, acqua e gas che compongono la struttura molecolare dell’alimento stesso.

Nelle macchine per uso domestico, si impiega una tecnica che si limita a rimuovere l’aria dalla busta che contiene le provviste. Quindi regola la capacità di aspirazione in base alla consistenza degli ingredienti e alla percentuale di acqua che contengono.

Le macchine professionali, invece, hanno appositi contenitori dentro i quali va posto l’ingrediente da mettere sottovuoto. Quindi il dispositivo priva in parte dell’aria presente all’interno dell’alimento, per poi avvolgerlo con una membrana di plastica protettiva.

Si considera che nelle macchine a campana professionali, l’aria rimanga solo in minime quantità, stimabili intorno allo 0,01%, contro il 20% circa di aria residua nelle aspirazioni con macchine domestiche.

 

 

Caratteristiche delle macchine per sottovuoto verticali

Appartengono a questa categoria tutte le macchine per il sottovuoto domestiche che si possono posizionare in questa posizione. Di solito le macchine compatte possono essere usate sia poggiate in orizzontale sul piano di lavoro che in posizione verticale. È sempre opportuno verificare le indicazioni del fabbricante e assicurarsi che sia possibile cambiar loro posizione.

Mentre esistono altre macchine disegnate proprio per essere poste in verticale sul ripiano. Si tratta di modelli utili a conservare barattoli già aperti o altri contenitori di piccole dimensioni per ritardarne il processo di decadimento.

 

 

Come fare il sottovuoto senza macchina e prolungare la durata dei cibi

 

Parliamo di una tra le tecniche più efficaci di conservazione degli alimenti che si può riprodurre in casa anche con strumenti semplici

 

La conservazione del cibo è un argomento delicato e spesso trattato dai vari enti di profilassi. Infatti, una conservazione non corretta può dare luogo alla formazione di batteri molto pericolosi per la salute umana.

Seppure il sottovuoto non sia in grado di azzerare la carica batterica normalmente presente su un alimento, consente di mantenerlo privo di contatto con l’ossigeno. Il gas indispensabile per la nostra vita sulla terra, è anche il responsabile del processo di ossidazione che porta al decadimento delle sostanze organiche.

Oltre alle tradizionali macchine per realizzare il sottovuoto quasi perfetto con approssimazioni molto vicine alla privazione totale d’aria all’interno del contenitore, ci sono metodi domestici più rudimentali ma utili.

 

A cosa serve il sottovuoto per la conservazione alimentare

Il processo che priva gli alimenti e le sostanze deperibili dal contatto diretto con l’aria si chiama appunto sottovuoto. Esistono diversi sistemi per ottenerlo. I più semplici sono quelli che si ricreano quando si fanno le conserve, per bollitura oppure capovolgendo i barattoli con il contenuto ancora bollente all’interno.

Si possono usare altre sostanze per proteggere la superficie dell’alimento, quella che può essere colonizzata da batteri e microrganismi. I più comuni sono le salamoie o l’olio. Quest’ultimo, però, può rappresentare un rischio importante se non è fatto rispettando i requisiti di massima igiene difficili da riprodurre in casa.

I metodi che si servono dell’apposita apparecchiatura sono forse più affidabili, ma per garantire la perfetta profilassi igienica dovrebbero essere accompagnati anche da altri sistemi di conservazione. Una buona macchina per fare il sottovuoto riesce a eliminare fino al 99,9% di aria dall’interno della confezione. La capacità di sigillare perfettamente alla fine del processo il sacchetto contenitore assicura sull’efficacia del processo.

 

La profilassi per la corretta conservazione degli alimenti

Dopo aver aspirato completamente l’aria da un sacchetto contenente un alimento, l’ideale è refrigerarlo, cucinarlo o surgelarlo. In questo modo, proporzionalmente, si allunga la vita utile degli alimenti rispetto alla loro naturale condizione anche se conservati in frigo.

Infatti, cottura e surgelazione sono anche in grado di abbattere la carica batterica che potrebbe essere ancora attiva sulla superficie dell’alimento.

Di solito, i responsabili del decadimento delle conserve, in particolare quelle domestiche, sono le sacche d’aria che rimangono alla fine del procedimento. Cioè proprio quando si crede di aver completato con successo l’intera operazione. Gli incidenti legati alle intossicazioni alimentari sono più frequenti di quanto si immagini e possono provocare gravi conseguenze e in molti casi la morte.

 

Conservare gli alimenti a regola d’arte

Una delle raccomandazioni da seguire è quella di sterilizzare gli strumenti usati durante la conservazione degli alimenti. Un’attenta pulizia del piano di lavoro, delle posate e i contenitori usati per le operazioni di pulizia o semi lavorazione degli ingredienti è indispensabile per limitare i rischi legati alla presenza di batteri nocivi.

Quando possibile è sempre consigliabile pastorizzare gli alimenti da conservare già cotti. Creme, salse, conserve di pomodoro… sono tutti potenziali veicoli di gravi patologie che possono essere evitate seguendo alla lettera i consigli del Ministero della Salute.

Tra questi consigli, il più efficace e immediato da poter attuare è quello di refrigerare subito gli alimenti freschi. Quanto minore sarà la loro esposizione all’aria aperta tanto maggiore sarà il tempo di conservazione in frigorifero.

 

Migliorare la conservazione degli alimenti con il sottovuoto fai da te

Per ottenere un buon risultato è indispensabile dotarsi di un dispositivo efficace, magari acquistando la macchina per sottovuoto più venduta. Solo in questo modo si può avere la certezza di eliminare la quasi totalità d’aria all’interno di un alimento. Non è facile distinguere a occhio nudo la presenza di eventuali bollicine residue. 

È indispensabile essere in possesso di una buona macchina e quindi provvedere a completare la conservazione seguendo le indicazioni che di solito sono allegate. In base al tipo di stoccaggio cambia il tempo in cui avviene la degradazione del cibo. 

Se l’intento è invece quello di migliorare i sistemi normalmente usati per conservare gli alimenti, si può fare leva su tre metodi di base.

 

Immergere il contenuto di un sacco gelo nell’acqua

I sacchetti gelo sono dei validi alleati che permettono di proteggere la superficie degli alimenti dall’ustione che provoca l’esposizione alle temperature comprese tra -18° e -22°.

Inserire gli alimenti all’interno del sacchetto e congelarli è di per sé una buona pratica, ma rimane il contatto diretto con l’aria che brucia letteralmente la superficie. Usare una bacinella colma d’acqua dove immergere l’alimento contenuto nel sacco gelo, consente di eliminare la quasi totalità dell’aria residua.

L’aria più leggera dell’acqua viene sospinta fuori dalla busta che aderisce perfettamente alla superficie dell’alimento creando una perfetta barriera protettiva. Quindi basterà fare attenzione e scegliere un sistema di chiusura il più possibile efficace. I sacchetti autosigillanti sono perfetti per questo scopo. Così si preparano al meglio le scorte da conservare in congelatore per molti mesi.

 

Usare la cannuccia

Come prima, si dovrà mettere l’alimento all’interno del sacchetto gelo. Lo scopo che si vuole ottenere, ancora una volta è di rimuovere la maggior parte dell’aria presente, pur sapendo di non poter ottenere risultati perfetti.

In alcuni casi, infatti, non è possibile rimuovere del tutto l’aria con questi sistemi domestici. Specialmente quella che rimane intrappolata nelle fibre dell’alimento e che può determinarne il decadimento.

Per rimuovere l’aria con l’ausilio della cannuccia, basta infilarla dentro il sacchetto insieme all’alimento da conservare. Quindi basterà schiacciare con le mani per far uscire quanta più aria possibile e poi lasciare aperta solo l’ultima fessura dalla quale fuoriesce la cannuccia, aspirare con la bocca e fare attenzione mentre la si estrae e si completa la chiusura. Così si conservano bene i pasti precotti da consumare durante la settimana.

Usare il collo di una bottiglia di plastica

In questo modo non si ottiene un vuoto perfetto ma una certa approssimazione che consente di tenere in buono stato fino alla fine, gli alimenti più facilmente deperibili.

Si tratta di tagliare il collo di una bottiglia di plastica, quelle comuni per l’acqua, il latte e simili. Si infila l’anello ottenuto dentro l’imboccatura del sacchetto gelo, si rimboccano i lembi e quindi si usa il tappo della stessa bottiglia per sigillare il contenuto all’interno.

In questo modo si libera una percentuale minima d’aria all’interno della confezione che però consente di conservare più a lungo alimenti deperibili come i biscotti freschi, l’insalata lavata e ben asciutta, oppure il pane.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS