Come sciogliere il cioccolato nel microonde

Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

Una piccola guida per capire come sciogliere il cioccolato di tutti i tipi con vari metodi, soprattutto nel microonde, senza sbagliare

 

Se dovete preparare una ricetta ma c’è una cosa che davvero non sapete fare, ovvero come sciogliere il cioccolato, ecco qui qualche suggerimento per riuscire nell’impresa: che sia bianco, al latte o fondente, il procedimento è molto semplice e alla portata di tutti. 

Fondere il cioccolato  non vi riesce perché lo bruciate o commettete degli errori dei quali non vi rendete conto? Leggendo il nostro articolo potrete capire quali sono e completare la vostra ricetta senza problemi.

 

Come sciogliere la cioccolata

Il primo passo da fare è sempre quello di trattare prima il cioccolato, quindi di prepararlo nella maniera ottimale per fare in modo che si sciolga subito. Quello che dovrete fare è tritarlo con il coltello o, se è particolarmente fine, spezzarlo con le mani: ricordate che più i pezzi saranno piccoli e più facilmente il cioccolato si potrà sciogliere con il calore.

Un’altra accortezza da tenere è quella di non superare i 45°C, perché, in caso contrario, il cioccolato si brucerà. Ma soprattutto, se volete sciogliere il cioccolato per bene, è opportuno che non aggiungiate l’acqua: qualsiasi metodo scegliate, infatti, unendo questo elemento otterrete solo dei grumi che non riuscirete a togliere con tanta facilità. 

 

Ma quali sono i metodi per sciogliere cioccolato?

♦ nel microonde

♦ con il Bimby o robot simili

♦ a bagnomaria 

 

Come sciogliere il cioccolato a bagnomaria

Si tratta della tecnica più utilizzata, perché tra le più semplici, quindi è quella da preferire se si è alle prime armi. Come fare? Seguite questo semplice procedimento.

♦ Prima di tutto è necessario procurarsi due pentolini, uno più piccolo e uno più grande. Se non li avete, potete usare un pentolino e una ciotola, in grado di reggere alle temperature alte dei fuochi. 

♦ All’interno di quello più grande, versate acqua fino a riempire la base con due dita, poi inserite il pentolino più piccolo, con l’attenzione di non porre il fondo a diretto contatto con l’acqua. Infatti sciogliere il cioccolato a bagnomaria deve essere simile alla cottura a vapore. 

♦ Ora potrete inserire nel pentolino più piccolo o nella ciotola il cioccolato, facendolo cuocere a fiamma media e mescolando, meglios e con una spatola in legno, di tanto in tanto, per essere sicuri che non ci siano grumi. 

 

Come sciogliere cioccolato microonde

Eccoci alla tecnica più usata da chi ha poco tempo da perdere: sciogliere il cioccolato nel microonde. In questo caso, però, è necessario distinguere la tipologia di cioccolato, visto che la tecnica cambia in base proprio a questo. 

♦ Per quanto riguarda il cioccolato fondente, per scioglierlo nel microonde è sempre necessario spezzettarlo o tritarlo con il coltello. Inseritelo a questo punto nel microonde e scioglietelo per un minuto a 1000 W. Successivamente accendete di nuovo l’elettrodomestico e fatelo agire per 30 secondi, poi ancora per 30 secondi ancora a 1000 W. Se il microonde in vostro possesso non è così potente, potrete impostare, per fare un esempio, tre minuti a 650 W e poi mescolare alla fine, in modo da addensare tutto il cioccolato. 

♦ Per il cioccolato al latte, basterà invece impostare 650 W, fare andare l’elettrodomestico per un minuto, bloccare per 30 secondi e poi nuovamento azionarlo per 30 secondi, sempre alla stessa potenza.

♦ Per il cioccolato bianco, è possibile usare anche una potenza inferiore, se si opta per due cicli da 45 secondi l’uno. 

Usando il microonde (o un forno a microonde combinato) alla fine vi ritroverete con una parte di cioccolato solida e una liquida. Per questo motivo dovrete usare una spatola per mescolare alla fine, in modo da renderlo omogeneo.
Potrete anche pensare di agire in questo modo, per essere sicuri che si sciolga e non si bruci: ogni 30 secondi controllate la sua consistenza, per verificare se è duro. Se è così, potrete inserirlo di nuovo per 20 secondi, controllare e regolarvi se è pronto o meno.
Un’avvertenza importante è quella di non fidarvi se i pezzetti sembrano intatti, in quanto il cioccolato resta in quella forma anche quando si è sciolto, quindi se continuerete con la cottura potrebbe bruciarsi.
Se dovrete unire altri ingredienti al cioccolato, come il burro, sarà preferibile farlo dopo che il cioccolato si sarà sciolto, quindi mescolare con una spatola fino al completo scioglimento. Lo stesso procedimento dovrà essere seguito anche con la panna o il latte: bisognerà prima scaldarli senza raggiungere l’ebollizione, poi versarli a filo girando sempre con la spatola. 

 

Come sciogliere il cioccolato con il Bimby o robot simili

Come potete ben immaginare, anche il Bimby è un ottimo mezzo per sciogliere il cioccolato a bagnomaria: c’è un metodo molto semplice per eseguire questa operazione ed è valido epr tutti i modelli.

Prima di tutto è bene tritare il cioccolato per 8 secondi con Vel.7; iniziate a questo punto a scioglierlo a 50°C, Vel.3 e per 3 minuti. Prendete la spatola e mescolate verso il basso, poi azionate nuovamente a 50°C, Vel. 3 3 per 3 minuti.
Questo procedimento va bene per 300 g di cioccolato, in quanto, se ne mettete di meno con questi dati, potrebbe bruciarsi. Tale metodo vale anche per altri robot, sui quali troverete le indicazioni giuste per sciogliere bene ogni tipo di cioccolato. 

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS